NIENTE PUÒ FERMARE I MERCATI DELLORRORE -

ENTRE NEL MONDO I NUMERI DELLA PANDEMIA DIVENTANO SEMPRE PIÙ SPAVENTOSI, IN CINA TORNANO I MERCATINI DA HORROR: DA GUILIN, LOCALITÀ NEL SUD OVEST DEL PAESE, FINO A DONGGUAN, PIÙ A SUD, SONO TORNATI A ESSERE VENDUTI CANI E GATTI, SCORPIONI E SERPENTI, I FAMIGERATI PIPISTRELLI E

Remo Saba­ti­ni per “www.leggo.it”

mercato tradizionale cineseMERCATO TRADIZIONALE CINESE

Neanche il tem­po di abbas­sare le mascher­ine anti-Coro­n­avirus che, in Cina, tor­nano i mer­ca­ti­ni dell’orrore. Da Guilin, local­ità nel sud ovest del Paese, fino a Dong­guan, più a sud, la mer­ce in ven­di­ta con­tin­ua ad abba­iare e non solo.

mercato tradizionale cineseMERCATO TRADIZIONALE CINESE

Sì per­chè come vi fos­se sta­to un bal­zo tem­po­rale all’indietro di un paio di mesi, cani e gat­ti, scor­pi­oni e ser­pen­ti, i famigerati pip­istrel­li e chissà cos’altro, come doc­u­men­ta­to da alcu­ni cor­rispon­den­ti del Dai­ly Mail, sono tor­nati ad occu­pare le solite gab­bie strette e arrug­gi­nite che forse, durante le scorse set­ti­mane di emer­gen­za san­i­taria, non han­no mai las­ci­a­to.

mercato tradizionale cinese 4MERCATO TRADIZIONALE CINESE 4

E allo­ra eccoli di nuo­vo lì, men­tre si con­tano anco­ra i mor­ti, come nul­la fos­se accadu­to, gli ani­mali sono di nuo­vo appic­ci­cati uno sull’altro. Aspet­tano di finire in padel­la, alla brace o nelle zuppe e in chissà quale altro mani­caret­to. Alcu­ni di loro saran­no addirit­tura trasfor­mati in mira­colose pil­lole e polveri che però, non cura­no neanche un raf­fred­dore.

residenti di wuhan al mercato 1RESIDENTI DI WUHAN AL MERCATO 1IL MERCATO DI WHUAN DA CUI PARTE IL CORONAVIRUS CINESEIL MERCATO DI WHUAN DA CUI PARTE IL CORONAVIRUS CINESEmercato del pesce di wuhanMERCATO DEL PESCE DI WUHANmercato del pesce di wuhan 1MERCATO DEL PESCE DI WUHAN 1mercato tradizionale cinese 1MERCATO TRADIZIONALE CINESE 1il mercato di whuan da cui parte il coronavirus cineseIL MERCATO DI WHUAN DA CUI PARTE IL CORONAVIRUS CINESEmercato cineseMERCATO CINESEmercato tradizionale cinese 3MERCATO TRADIZIONALE CINESE 3mercato tradizionale cinese 2MERCATO TRADIZIONALE CINESE 2CINA - MERCATO DELLA CARNECINAMERCATO DELLA CARNECINA - MERCATO DELLA CARNECINAMERCATO DELLA CARNECINA - MERCATO DELLA CARNECINAMERCATO DELLA CARNECINA - MERCATO DELLA CARNECINAMERCATO DELLA CARNEMERCATO DELLA CARNE IN CINAMERCATO DELLA CARNE IN CINAresidenti di wuhan al mercatoRESIDENTI DI WUHAN AL MERCATO

Share / Con­di­vi­di:

CORONAVIRUSDISORGANIZZAZIONE E RIVALITÀ?

In questi giorni fre­neti­ci i medici stan­no cer­can­do di sal­vare più vite pos­si­bili ma già stan­no uscen­do le prime falle e polemiche, quest’ultime dovute, prob­a­bil­mente, a rival­ità pro­fes­sion­ali tra scien­ziati e isti­tu­ti stes­si..

Si stan­no sper­i­men­tan­do molte ter­apie, eccovi l’elenco:

il malarone o il lar­i­am. Ma l’idrossiclorichina non si sa il per­ché, fun­ziona. In tut­ta Italia han­no avu­to autor­iz­zazione a testare i far­ma­ci in via sper­i­men­tale:

- il plaque­nil, che nor­mal­mente è’ un anti­malari­co
— il tocilizum­ab, che è anti arrrite reuma­toide
— il remedesvir che è per l’AIDS.
Sono tut­ti far­ma­ci usati in via sper­i­men­tale per il covid. Anche in Cina han­no usato gli stes­si far­ma­ci, addirit­tura i cine­si han­no rifor­mu­la­to una mol­e­co­la nuo­va dal remedesvir per adat­tar­la meglio al covid-19

Ulti­ma­mente si è aggiun­to questo:

Men­tre gli scien­ziati nos­trani mi dicono che il far­ma­co cubano, Inter­fer­one alfa 2b, al mas­si­mo fun­ziona come pre­ven­ti­vo. l’antimalarico.

Su siti e social con­tin­u­ano a met­tere fake come, ad esem­pio, che i rus­si avreb­bero ulti­ma­to a tem­po di record un vac­ci­no. I rus­si non han­no nes­sun vac­ci­no!

Chi paga i soli­ti noti per met­tere in giro queste caz­zate e, soprat­tut­to, per­ché?

Tut­ti questi oper­a­tori dell’informazione, gior­nali com­pre­si, non dicono come stiano vera­mente le cose , che pos­si­amo rias­sumere in due pun­ti.

1) il virus ha dis­trut­to il mito dell’efficienza lom­bar­da. Pos­si­amo dire che ci sono state delle inef­fi­cien­ze? Il covid-19 se pre­so nei pri­mi 7 giorni è cur­abilis­si­mo invece di fare una trac­ciatu­ra, come in Giap­pone e Corea del sud, con tan­to di appli­cazione mes­sa a dis­po­sizione dal­la pro­pria com­pag­nia tele­fon­i­ca, invece, tor­nan­do alla Lom­bar­dia,  molte per­sone arriva­vano all’ospedale mezze morte. Infine i tagli al pub­bli­co a van­tag­gio del pri­va­to han­no fat­to il resto.

2)in Ger­ma­nia ho let­to che avreb­bero pochi mor­ti per via del loro codice geneti­co o per­ché fan­no attiv­ità fisi­ca in realtà è per­ché han­no man­tenu­to pres­soché intat­to il loro servizio san­i­tario pub­bli­co e fan­no l’assistenza domi­cil­iare a casa.

Il seg­re­to del­la loco­mo­ti­va d’Europa che ha man­tenu­to, pres­soché, intat­to il suo welfere che è il sec­on­do del mon­do„ dopo la Dan­i­mar­ca„ e ciò, para­dos­salmente, gli per­me­tte agli altri pae­si, com­pre­sa l’Italia di chiedere tagli e pri­va­tiz­zazioni a tut­to spi­ano.  La Ger­ma­nia è un bluff pazzesco!

Tor­nan­do in Italia l’unico far­ma­co che sta dan­do con­crete sper­anze è il Tocilizum­ab, l’antiartrite, che da qualche giorno è arriva­to anche negli ospedali lom­bar­di e si dice che stia già dan­do buoni frut­ti.  Si vocif­era che per far tirare fuori au medici lom­bar­di quel far­ma­co gli avvo­cati abbiano minac­cia­to azioni legali o di scop­er­chiare chissà che cosa.

Se si avesse com­in­ci­a­to l’uso in Lom­bar­dia e Vene­to due set­ti­mane fa si sareb­bero potute sal­vare più vite?

Cer­to avvo­cati e gior­nal­isti sono i peg­giori pazi­en­ti…

Si dice, infat­ti, che il nord non vol­e­va riconoscere il far­ma­co napo­le­tano per­ché loro usa­vano altri far­ma­ci e ved­er­si super­are dai napo­le­tani era per loro una scon­fit­ta.

L’attacco di Mas­si­mo Gal­li dell’ospedale Sac­co, di Milano al prof Pao­lo Ascier­to di Napoli è casuale? Il dot­tor Gal­li ha det­to che il far­ma­co lo conosce­vano già ma il prof Ascier­to gli ha rispos­to, gius­ta­mente, che loro han­no fat­to il pro­to­col­lo.

Adesso l’emergenza numero uno in Lom­bar­dia sono le case di riposo dove i vec­chi stan­no moren­do a grap­poli e il per­son­ale di queste strut­ture e per lo più boli­viano che non aven­do nes­suna qual­i­fi­ca del set­tore non sono sot­to­posti a con­trol­li da parte del­la Rsa.  Ogni ospite cos­ta alla Regione 2 mila euro di media al mese. Le tre strut­ture mag­gior­mente col­pite fino­ra sono quelle di Albi­no, Alzano e Brem­bate.  Le prime due, strut­ture del­la fon­dazione Honeg­ger  sono state san­i­fi­cate dai rus­si.

Io cre­do che, fini­ta la pan­demia, molte teste dovran­no cadere.

Fenix

 

 

 

Share / Con­di­vi­di:

Coronavirus Italia, 105.792 i casi totali: 15.729 guariti, 12.428 morti.

Bol­let­ti­no Pro­tezione civile: sono 12.428 le per­sone dece­dute, con un aumen­to rispet­to a ieri di 837. Lunedì  l’aumento era sta­to di 812. In Lom­bar­dia cala per il ses­to giorno con­sec­u­ti­vo la cresci­ta dei con­ta­gi

Sono 77635 le per­sone attual­mente pos­i­tive in Italia (+2207 rispet­to a ieri) e 12.428 i dece­du­ti totali (837 nelle ultime 24 ore), ha rifer­i­to il capo del­la Pro­tezione civile Bor­rel­li in con­feren­za stam­pa. In Lom­bar­dia per la pri­ma vol­ta com­pare il seg­no ‘meno’ davan­ti al numero degli acces­si in ter­apia inten­si­va: ieri era­no 1330, oggi sono 1324, cioè 6 in meno. Con ogni prob­a­bil­ità le mis­ure restrit­tive per con­tenere il coro­n­avirus in Italia saran­no pro­ro­gate fino a Pasqua, ha det­to ieri il min­istro del­la Salute, Sper­an­za.

Gli aggiornamenti

  • Inau­gu­ra­to a Milano l’ospedale Fiera.
  • Oltre 3mila mor­ti negli Usa, 500 nelle ultime 24ore. Ieri tele­fona­ta tra il pres­i­dente Trump e il pre­mier ital­iano Con­te. Dagli Usa 100 mil­ioni di dol­lari in aiu­ti san­i­tari. “Sono molto gra­to per la sol­i­da­ri­età degli ami­ci amer­i­cani”, le parole di Con­te.
  • New York, a Cen­tral Park allesti­to un ospedale da cam­po (FOTO — VIDEO)
  • La Cina ha reg­is­tra­to ieri solo 48 nuovi casi, tut­ti impor­tati.
  • Corea Sud, nuovi casi risal­go­no a 125. Pesano foco­lai interni e con­ta­gi impor­tati, infezioni a 9.786
  • Inps, da domani pronte le domande per il bonus autono­mi
  • Alle 12 un min­u­to di silen­zio in tut­ti i comu­ni ital­iani per ricor­dare le vit­time dell’emergenza
  • Ger­ma­nia, in una set­ti­mana rad­doppiati i casi di con­ta­gio, sono oltre 67 mila
  • Rus­sia, 500 casi in un giorno, la Duma appro­va sanzioni e carcere con­tro dif­fu­sione virus

LIVE

Protezione civile: 2.107 nuovi casi

Il bol­let­ti­no del­la Pro­tezione civile del 31 mar­zo: 2.107 nuovi con­ta­giati, il totale degli attual­mente con­ta­giati sale a 77.635, di cui: 4.023 in ter­apia inten­si­va, 28.192 ricoverati con sin­to­mi non gravi, 45.420 (ossia il 59% dei con­ta­giati) in iso­la­men­to sen­za sin­to­mi o con sin­to­mi lievi. I guar­i­ti sal­go­no a 15.729 (+ 1.109 rispet­to a ieri). I nuovi deces­si sono 837.

Coronavirus, negli Usa più morti che per attentati dell’11 settembre | Sky TG24

Leg­gi su Sky Tg24 l’articolo Coro­n­avirus, negli Usa più mor­ti che per atten­tati dell’11 set­tem­bre | Sky TG24

Liguria, 2918 positivi, i decessi salgono a 428

Sono 2918 le per­sone pos­i­tive al Covid-19 in Lig­uria, 160 in più rispet­to a ieri. Le per­sone dece­dute nelle ultime 24 ore sono state 31, da inizio emer­gen­za si con­tano 428 mor­ti. Lo comu­ni­ca Regione Lig­uria. Sec­on­do i dati rel­a­tivi ai flus­si tra Alisa e il min­is­tero, dei pos­i­tivi totali, 1.332 sono gli ospedal­iz­za­ti, di cui 179 in ter­apia inten­si­va. Sono al domi­cilio 1.174 per­sone (110 in più di ieri), clini­ca­mente guar­i­ti (ma restano pos­i­tivi e sono al domi­cilio) 412 (35 più di ieri). I guar­i­ti defin­i­ti­va­mente con 2 test con­sec­u­tivi neg­a­tivi sono 68 (8 più di ieri). Le per­sone in sorveg­lian­za atti­va nel­la regione sono 3.371.

Brescia respira, oggi “solo” 147 contagiati in più

Il con­ta­gio cresce ma non ha più rit­mi espo­nen­ziali. A Bres­cia i pos­i­tivi di gior­na­ta sono 7.598, sono 147 in più di ieri. I mor­ti, invece, sal­go­no a 1.278, sono 57 in
più rispet­to a ieri. Intan­to le per­sone dimesse sono 3.301. “I numeri di oggi a Bres­cia con­fer­mano l’inizio del­la disce­sa — ha det­to Clau­dio Sileo, diret­tore di Ats Bres­cia -. Quan­to sarà rap­i­da ques­ta disce­sa non lo sap­pi­amo. Intan­to calano anche gli acces­si ai pron­to soc­cor­so e le chia­mate al 118. Siamo nel­la fase del­i­ca­ta e, se non rispet­ti­amo i bloc­chi, i numeri torner­an­no a salire”.

Il coronavirus svuota i cieli: in Europa -88% di traffico aereo | Sky TG24

Leg­gi su Sky Tg24 l’articolo Il coro­n­avirus svuo­ta i cieli: in Europa -88% di traf­fi­co aereo | Sky TG24

Gallera, dati sono conferma speranza

I dati sono “la con­fer­ma di una sper­an­za che diven­ta qual­cosa di più anche se non dob­bi­amo abbas­sare la guar­di e con­tin­uare la battaglia che ogni giorno sta dan­do qualche risul­ta­to pos­i­ti­vo “. Così l’assessore Giulio Gallera ha com­men­ta­to il calo del­la cresci­ta dei con­ta­gi in Lom­bar­dia e il sal­do neg­a­ti­vo degli acces­si alla ter­apia
inten­si­va.

New York, 932 decessi: 58 avevano meno di 44 anni

Sono 932 i mor­ti nel­la sola New York a causa del coro­n­avirus. Di questi, 58 ave­vano meno di 44 anni. Uno è un bam­bi­no. Lo ha comu­ni­ca­to il dipar­ti­men­to salute del munici­pio. Gli uomi­ni sono 579, le donne 352, una per­sona non è “clas­si­fi­ca­ta”. La zona di mag­gior con­ta­gio risul­ta il Queens, con 309 deces­si, segui­to dal Bronx con 230 e Brook­lyn con 215. Delle 932 vit­time, 748 ave­vano patolo­gie pre­gresse, 170 patolo­gie in cor­so, 14 nes­suna.

Coronavirus, pronto a Milano ospedale in Fiera: più grande terapia intensiva Italia. FOTO | Sky TG24

Leg­gi su Sky Tg24 l’articolo Coro­n­avirus, pron­to a Milano ospedale in Fiera: più grande ter­apia inten­si­va Italia. FOTO | Sky TG24

Lombardia, 1.047 nuovi contagi, 381 morti

Per il ses­to giorno con­sec­u­ti­vo è anco­ra in calo la cresci­ta dei con­ta­gi in Lom­bar­dia: i nuovi casi pos­i­tivi sono 1.047, per un totale di 43.208 con­ta­giati in regione. Ieri l’aumento era sta­to di 1.154, l’altro ieri di 1592. In calo anche il numero di mor­ti che sono 381, per un totale di 7199. Ieri era­no sta­ti 458, l’altro ieri 416.

Val d’Aosta, salgono a 54 i decessi

Cresce anco­ra il numero dei deces­si in Valle d’Aosta. Sec­on­do i dati for­ni­ti dal­la regione, ad oggi sono 54 rispet­to ai 50 di ieri. I casi pos­i­tivi sono 574, di questi 82 ricoverati e 26 in ter­apia inten­si­va. I tam­poni effet­tuati sono 91. Sono 2.614 le per­sone in iso­la­men­to cautel­a­ti­vo.

Nel Lazio 3.095 casi totali, 162 i morti

Il numero totale di casi Covid-19 esam­i­nati nel Lazio è arriva­to oggi a 3.095. Lo ha reso noto la Regione attra­ver­so Face­book. Il numero di dece­du­ti fin qui è pari a 162 men­tre il numero totale di guar­i­ti è di 291. Sono attual­mente pos­i­tive 2.642 per­sone, 1.127 sono ricov­er­ate fuori dal­la ter­apia inten­si­va e 173 in ter­apia inten­si­va. In
iso­la­men­to domi­cil­iare sono invece in 1.342.

Sicilia, 1.492 positivi, 575 ricoveri e 81 morti

Sono 1.492 (+84) gli attuali pos­i­tivi al coro­n­avirus in Sicil­ia; i ricoverati sono 575 (+16) e 81 i mor­ti (+5). Seg­no meno nel­la ter­apia inten­si­va, con 72 ricov­eri (-3). Lo affer­ma la regione Sicil­iana nel suo aggior­na­men­to quo­tid­i­ano. I guar­i­ti sono 74 (+3). Dall’inizio dei con­trol­li i tam­poni effet­tuati sono sta­ti 15.634. Di questi sono risul­tati pos­i­tivi 1.647 (+92 rispet­to a ieri); 917 per­sone (+68) sono in iso­la­men­to domi­cil­iare.

Borsa: Milano chiude in rialzo, +1,06%

Chiusura in rial­zo per Piaz­za Affari. L’indice Ftse Mib ha guadag­na­to l’1,06% a 17.050 pun­ti. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi chi­ude sui liv­el­li dell’apertura a 198 pun­ti in una sedu­ta altal­enante in cui è sal­i­to oltre i 200. Il rendi­men­to del decen­nale si attes­ta sopra l’1,515%.

Lombardia, negativo saldo accessi terapia intensiva

E’ neg­a­ti­vo per la pri­ma vol­ta dall’inizio dell’emergenza coro­n­avirus il dato degli acces­si in ter­apia inten­si­va in Lom­bar­dia: ieri c’erano infat­ti 1330 pazi­en­ti ricoverati in rian­i­mazione e oggi sono invece 1324, 6 in meno. Aumen­ta di poco invece il dato dei ricoverati in repar­ti non di ter­apia inten­si­va: sono 68 in più, per un totale di 11883.

Frenata dei contagi nel milanese

Fre­na­ta dei con­ta­gi nel milanese, dove i dati di oggi fan­no seg­nare un + 235 (ieri 347) che poi, se raf­fronta­to all’incremento in un giorno solo reg­is­tra­to il 26 mar­zo scor­so di 848 nuovi casi, fa tirare un sospiro di sol­lie­vo al capolu­o­go lom­bar­do. Anco­ra una gior­na­ta di calo nei con­ta­gi anche a Bres­cia dove si scende sot­to i 200 nuovi casi reg­is­trati ieri fer­man­dosi a + 154. Sta­bile l’evoluzione nel­la provin­cia di Berg­amo sem­pre però su dati bassi: 138 nuovi casi (ieri 137).  Restano sui dati dei giorni scor­si Mon­za con +100 (ieri +97) e il lodi­giano, la zona da dove è par­ti­to il con­ta­gio, con 29 nuovi casi. Aumen­tano i casi a Pavia, +97 rispet­to ai 62 di ieri e Cre­mona con +81 (ieri 26). Ma occorre ten­er con­to, come ha sem­pre spie­ga­to l’assessore al Wel­fare Giulio Gallera, che non tut­ti i lab­o­ra­tori dan­no i risul­tati dei tam­poni con le stesse tem­p­is­tiche.

Lombardia, morti ancora in rallentamento, sono 381

Per il ses­to giorno con­sec­u­ti­vo è anco­ra in calo la cresci­ta dei con­ta­gi in Lom­bar­dia: i nuovi casi pos­i­tivi sono 1.047, per un totale di 43.208 con­ta­giati in regione. Ieri l’aumento era sta­to di 1.154, l’altro ieri di 1592. In calo anche il numero di mor­ti che sono 381, per un totale di 7199. Ieri era­no sta­ti 458, l’altro ieri 416.

Positivo il 19enne italiano morto a Londra

I test ese­gui­ti su Luca Di Nico­la, il ragaz­zo di 19 anni di Nere­to mor­to nei giorni scor­si a Lon­dra poco dopo essere sta­to trasporta­to in ospedale in segui­to a una crisi res­pi­ra­to­ria, han­no con­fer­ma­to la pos­i­tiv­ità del gio­vane al coro­n­avirus: a quan­to risul­ta il ragaz­zo sarebbe quin­di il più gio­vane ital­iano mor­to per Covid-19. Il risul­ta­to del tam­pone è sta­to comu­ni­ca­to alla famiglia del ragaz­zo.

Coronavirus, Confindustria: “Enorme perdita di Pil, nel 2020 -6%” | Sky TG24

Leg­gi su Sky Tg24 l’articolo Coro­n­avirus, Con­find­us­tria: “Enorme perdi­ta di Pil, nel 2020 -6%” | Sky TG24

Coronavirus, la pandemia fa crollare la domanda di petrolio | Video Sky — Sky TG24 HD

video.sky.itVedi il video ‘Coro­n­avirus, la pan­demia fa crol­lare la doman­da di petro­lio’ — Sky TG24 HD

Share / Con­di­vi­di:

L’Italia è stufa dei soprusi UE: la lista completa delle aziende tedesche, austriache, olandesi da boicottare

italia catene debito

Si dice che andare a fare la spe­sa è un po’ come entrare in cab­i­na elet­torale. Quin­di, ipo­tizzi­amo che fos­si­mo in guer­ra, cosa fac­ciamo, andi­amo a regalare i sol­di al nemi­co? Oggi, che la guer­ra a oltran­za la sti­amo com­bat­ten­do davvero con­tro il Coro­n­avirus, vedi­amo nos­tro paese sot­to attac­co dal­la spec­u­lazione eco­nom­i­ca e dalle politiche del rig­ore UE.

Merkel, Von der leyen, Lagarde: nomi di sim­patiche e affa­bili donne che nell’ultimo peri­o­do, in bar­ba ai loro ruoli isti­tuzion­ali, stan­no cer­can­do di affos­sare l’economica ital­iana a suon di annun­ci alla stam­pa e imme­diati e grotteschi dietrofront. Come per dire “ok, ora non lo fac­ciamo ma potrem­mo far­lo quan­do vogliamo”. E voi, non lo sen­tite questo cap­pio che stringe al col­lo? NOI SIAMO STUFI.

I ten­ta­tivi di richi­es­ta di aiu­to nelle fase reces­si­va che apre la pan­demia Coro­n­avirus, sono sta­ti mala­mente rispedi­ti al mit­tente; cosa ce ne fac­ciamo di un Unione Euro­pea che in una fase di emer­gen­za non può aiutare degli Sta­ti che, dopo gli anni del “lacrime e sangue” dei vari Mon­ti, Let­ta, Ren­zi ecc sper­a­vano di iniziare a rialzare la tes­ta?

I sol­di che CI DEVE la UE servireb­bero a curare malati, a com­prare far­ma­ci, a pagare medici, infer­mieri, per i sus­si­di , le cas­sa inte­grazione, con­tribu­ti ad aziende e lavo­ra­tori, ed attiv­ità com­mer­ciali oggi chiuse, e ogni misura di sosteg­no all’economia del nos­tro paese per non far­lo crol­lare. O a qual­cuno fa como­do che crol­li così pos­sono com­prare le ric­chezze strate­giche del nos­tro paese come han­no fat­to con la Gre­cia?

sondaggio exitaly
Se ci fos­se questo sondag­go oggi, o potes­si­mo votare, in quan­ti voterem­mo per uscire dall’EU a gambe lev­ate?

LEGGI ANCHE

I VANTAGGI DEL BOICOTTAGGIO DELLE AZIENDE STRANIERE

Il pri­mo van­tag­gio è per l’occupazione ital­iana, poichè le aziende ital­iane pagano tasse in Italia, men­tre molte multi­nazion­ali delo­cal­iz­zano e non pro­ducono nul­la in Italia, ma inviano solo i loro prodot­ti al nos­tro mer­ca­to, cioè non pro­ducono posti di lavoro in Italia ma sot­trag­gono ric­chez­za enorme dal nos­tro tes­su­to sociale .

Altre tramite un gio­co com­pli­ca­to ma legale, pagano poche tasse, aven­do sede ad Ams­ter­dam o Pae­si Bassi. Se le aziende tedesche che han­no dipen­den­ti qui in Italia crol­lano, altre aziende ital­iane o di altri pae­si assumer­an­no per­son­ale in Italia, quin­di tran­quil­li.
La Ger­ma­nia ha avu­to un SURPLUS com­mer­ciale da quan­do è entra­ta in Europa, van­tag­gio riconosci­u­to da tut­ti gli econ­o­misti del mon­do.
I van­tag­gi per le aziende NON GERMANICHE sareb­bero enor­mi.

Praba­bil­mente, se ques­ta inizia­ti­va sarà pre­sa in maniera seria e pro­gram­mat­i­ca dal­la mag­gio­ran­za del Paese, questo non avver­rà per­chè “i cruc­chi” si sbrigher­an­no e faran­no mar­cia indi­etro in sede EU per dar­ci final­mente quel­lo che ci spet­ta.

Ma nel frat­tem­po, mas­sac­ri­amo la Ger­ma­nia, sen­za mis­sili, sen­za armi, ma con l’arma che è carat­ter­is­ti­ca di noi ital­iani e cioè l’intelligenza.

Boicottare le aziende TEDESCHE – VAI ALLA LISTA COMPLETA CATEGORICA SU WIKIPEDIA

COLOSSI GRANDE DISTRIBUZIONE

ALDI SUPERMERCATI

LIDL

PENNY Mar­ket

DESPAR

PRODOTTI DI LARGO CONSUMO

BAYER

BALSEN bis­cot­ti
YOGURT MULLER
KNORR SUGHI
HARIBO caramelle
BIRRE:  Paulan­er , Edel­weiss, Gold­en­brau, Goss­er (BAVARIA e Heineken olan­desi)
Red bull bevan­da aus­tri­a­ca
HENKEL group tedesca che detiene:
DIXAN, BIO PRESTO, Per­lana, VERNEL, PERSIL ‚Pril per lavas­toviglie,
Nielsen sapone piat­ti .
GLISS per capel­li,
ANTICA ERBORISTERIA che è tut­to meno che ital­iana
BREFF deter­gen­ti prodot­ti casa
VAPE anti­zan­zare
HERTZ autono­leg­gio
RAVENSBURGER gio­cat­toli
LOCTITE e col­la e Pritt
Schwarkopf sham­poo e NEUTROMED saponi
CONTINENTAL pneu­mati­ci
ROWENTA E VORKERK elet­trodomes­ti­ci
Mar­chio BOSCH e AEG Cucine

MATERIALI EDILI e ACCESSORI CASA

Durav­it, Gro­he e Knauf , Villeroy & Bosch
WURTH viti
JUNKERS e VAILLANT cal­daie

ThyssenK­rupp
Tele­funken tele­vi­sori
Osram e SIEMENS, colos­si illu­mi­nazione

SPORT E AUTOMOTIVE

MERCEDES BMW AUDI VOLKSWAGEN

PUMA e ADIDAS
ESCADA e MONTBLANC
REUSCH e ULHSPORT abbiglia­men­to sport e neve.
LANGE & SONHE orolo­gi

KTM moto
SWAROWSKI gioiel­li
SCI ATOMIC e il mar­chio HEAD

Deustche bank -chi tiene i sol­di lì ricor­diamo che la ban­ca ha vara­to 20.00 licen­zi­a­men­ti in tut­to il mon­do, in quan­to attra­ver­sa una grave crisi di liq­uid­ità.
Decisa­mente più sicuro tenere rispar­mi nelle grosse banche ital­iane.

exitaly

Boicottare le aziende austriache – VAI ALLA LISTA CATEGORICA SU WIKIPEDIA

B

R

DIFENDETE I LAVORATORI E LE AZIENDE DEL VOSTRO PAESE
Non ci riv­ol­giamo a tut­ti ma solo AGLI ITALIANI CHE VOGLIONO DIFENDERE IL PROPRIO PAESE, OGGI COME NON MAI!     https://www.radical-bio.com/geopolitica/litalia-e-stufa-dei-soprusi-ue-la-lista-completa-delle-aziende-tedesche-austriache-olandesi-da-boicottare/?fbclid=IwAR1bVvKE

Share / Con­di­vi­di: