Jeffrey Epstein: un “presidente spagnolo” tra i predatori sessuali, dichiara presunta vittima

Jeffrey Epstein

Le accuse sono state rese pub­bliche come parte del­l’indagine in cor­so sulle con­nes­sioni di Ghis­laine Maxwell con il defun­to Jef­frey Epstein. Una delle sue pre­sunte “schi­ave del ses­so” ha descrit­to l’abu­so nel­la sua tes­ti­mo­ni­an­za in tri­bunale con­tro Maxwell nel 2016.

Vir­ginia Giuf­fre, una delle donne che accu­sano il defun­to finanziere Jef­frey Epstein e la sua con­fi­dente Ghis­laine Maxwell di trat­ta e sfrut­ta­men­to ses­suale, nel 2016 ha dichiara­to a un tri­bunale di essere sta­ta cedu­ta ad un principe rimas­to anon­i­mo e a un “pres­i­dente” spag­no­lo.

Giuf­fre, che era sta­ta reclu­ta­ta da Maxwell per Epstein come mas­sag­giatrice quan­do ave­va 16 anni, ha affer­ma­to di essere sta­ta costret­ta a fare ses­so con un cer­to numero di uomi­ni poten­ti tra cui il principe bri­tan­ni­co Andrew, l’ex gov­er­na­tore del New Mex­i­co Bill Richard­son, l’ex sen­a­tore George Mitchell e l’a­gente di mod­elle francese, Jean-Luc Brunel.

La don­na ave­va dichiara­to in un tri­bunale dis­tret­tuale di New York che Epstein e Maxwell le ave­vano ordi­na­to di fare ses­so “…con un altro principe di cui non conosco il nome”.

C’era un altro pres­i­dente straniero, non ricor­do il suo nome”, ha aggiun­to. “Era spag­no­lo. Ce n’er­a­no molti, è dif­fi­cile per me ricor­dar­li tut­ti “.

Giuf­fre lo descrisse come un uomo sul­la quar­an­ti­na: “capel­li lunghi e scuri”. Ha det­to che l’in­con­tro, a suo ricor­do, era avvenu­to nel New Mex­i­co.

In Spagna non c’è pres­i­dente, dove il capo del gov­er­no è il pri­mo min­istro. Il famiger­a­to “libro nero” di Jef­frey Epstein di con­tat­ti di alto pro­fi­lo com­pren­de­va l’uo­mo d’af­fari Ale­jan­dro Agag, aiu­tante e gen­ero di Jose Maria Aznar, che è sta­to il pri­mo min­istro spag­no­lo dal 1996 al 2004. Vir­ginia Giuf­fre affer­ma di essere sta­ta una schi­a­va ses­suale di Epstein dal 2000 al 2002.

Il pres­i­dente del­la Colom­bia nel 1998–2002, Andres Pas­trana, appare su un diario di volo del 2003 del jet pri­va­to di Epstein, sopran­nom­i­na­to “Loli­ta Express”. Ha ammes­so di aver vola­to con Epstein alle Bahamas, anche se il volo appar­ente­mente è avvenu­to dopo che Giuf­fre avrebbe taglia­to tut­ti i lega­mi con Epstein.

Tut­ti gli uomi­ni citati da Giuf­fre han­no nega­to qual­si­asi illecito. Ghis­laine Maxwell nel 2015 l’ha accusa­ta di aver men­ti­to, con Giuf­fre che in rispos­ta ha debosi­ta­to una causa per diffamazione risol­ta a suo favore due anni dopo.

Nel­la sua depo­sizione come parte di quel­la causa, Giuf­fre affer­mò anche che Maxwell usa­va la coer­cizione per fare ses­so con più ragazze di appe­na 15 anni sul­l’iso­la pri­va­ta di Epstein.

La Maxwell, che è sta­ta arresta­ta il mese scor­so, si è dichiara­ta non colpev­ole in atte­sa del proces­so del prossi­mo luglio.

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.