Parlamento Egitto,da Sassoli inaccettabile ingerenza su Zaky

Attivisti, dal Cairo propaganda per spaventareArrestato in Egitto: M5S-Pd, iniziativa al Pe, liberare Zaky

L CAIRO — Il pres­i­dente del­la Cam­era dei dep­u­tati egiziana, Ali Abdel Aal, “resp­inge cat­e­gori­ca­mente le dichiarazioni del pres­i­dente del Par­la­men­to europeo” David Sas­soli sull’arresto di Patrick George Zaky, definen­dole in un comu­ni­ca­to “un’ingerenza inac­cetta­bile negli affari interni e un attac­co con­tro il potere giudiziario egiziano”. Lo riferisce la Mena. Mer­coledì scor­so in aula a Stras­bur­go, Sas­soli ave­va chiesto l’immediato rilas­cio di Zaky, ricor­dan­do “alle autorità egiziane che l’Ue con­diziona i suoi rap­por­ti con i Pae­si terzi al rispet­to dei dirit­ti umani”. Nel comu­ni­ca­to, Abdel Aal ha aggiun­to che “tali dichiarazioni non gius­tifi­cate e inac­cetta­bili non incor­ag­giano il dial­o­go tra le due isti­tuzioni par­la­men­tari”.

Sec­on­do il pres­i­dente del Par­la­men­to egiziano, inoltre, le dichiarazioni di Sas­soli si sono basate su “false infor­mazioni dif­fuse da orga­niz­zazioni prive di cred­i­bil­ità e che non fan­no rifer­i­men­to a prove chiare”.

Patrick George Zaky “gode di pieni dirit­ti, come gli altri arresta­ti, sen­za dis­crim­i­nazioni”, ha sot­to­lin­eato Abdel Aal, ricor­dan­do che l’arresto del ricer­ca­tore è avvenu­to in base a “provved­i­men­ti giudiziari” pre­si nei suoi con­fron­ti “dal­la procu­ra gen­erale a set­tem­bre 2019 e che l’uomo è sta­to arresta­to l’8 feb­braio 2020 al suo arri­vo nel Paese prove­niente dall’Italia”.

Attivisti, da Egit­to pro­pa­gan­da per spaventare e impedirci di denun­cia­re i cri­m­i­ni del­lo sta­to

Le affer­mazioni su ingeren­ze esterne non sono altro che una pro­pa­gan­da nazion­al­ista uti­liz­za­ta per spaventare gli egiziani e impedire loro di esporre i cri­m­i­ni del­lo Sta­to egiziano”. Così gli attivisti del­la cam­pagna uffi­ciale di sol­i­da­ri­età a favore di Patrick George Zaky com­men­tano all’ANSA la nota del pres­i­dente del­la Cam­era dei dep­u­tati egiziana, Ali Abdel Aal, che giu­di­ca “inac­cetta­bile” l’intervento del pres­i­dente del Par­la­men­to europeo David Sas­soli a favore del ricer­ca­tore.

L’Egitto è uno Sta­to che ha co-siglato diver­si accor­di sui dirit­ti umani e questo, auto­mati­ca­mente, lo pone sot­to la super­vi­sione degli altri fir­matari di questi accor­di”, pros­eguono gli attivisti del­la cam­pagna uffi­ciale di sol­i­da­ri­età a favore di Zaky.http://www.ansamed.info/ansamed/it/notizie/stati/egitto/2020/02/14/

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.