LA NATO E LA UE SI SCHIERANO CON IL TURCO ERDOGAN PATROCINATORE DEI TERRORISTI

Luciano Lago

Come si è vis­to nel­la riu­nione del­la NATO pre­siedu­ta dal seg­re­tario gen­erale Stoltenberg, la NATO ha scel­to di schier­ar­si a dife­sa del tur­co Erdo­gan e dei grup­pi ter­ror­isti Al Nus­ra, ISIS, Tharir al-Sham, armati, rifor­ni­ti e sostenu­ti dall’esercito di Ankara.
Abban­do­nati quin­di al loro des­ti­no i com­bat­ten­ti cur­di, che in un pri­mo tem­po era­no sta­ti spon­soriz­za­ti dagli USA, dal­la NATO e dagli Sta­ti occi­den­tali, sec­on­do la con­sue­tu­dine statu­nitense dell’”usa e get­ta” quan­do non ti ser­vono più.
Adesso la NATO pen­sa di uti­liz­zare i turchi ed i loro grup­pi ter­ror­isti favoriti per abbat­tere il regime di Bashar al-Assad in Siria e per con­trastare la Rus­sia che sostiene quel paese.
Nel far­net­i­cante comu­ni­ca­to del­la NATO si è fat­to persi­no rifer­i­men­to al “dirit­to inter­nazionale”, come che non sia la Turchia ad aggredire la Siria ed a pre­tendere di annet­ter­si la provin­cia siri­ana di Idlib, come che non siano gli USA che occu­pano ille­gal­mente la zona del ter­ri­to­rio siri­ano dove sono i pozzi petro­lif­eri con la chiara inten­zione di sac­cheg­gia­re le risorse del paese arabo, già strema­to da 9 anni di guer­ra e di sanzioni occi­den­tali.
Nes­sun accen­no all’aggressione ter­ror­is­ti­ca con­tro la Siria ed il popo­lo siri­ano che ha dovu­to subire le atroc­ità dei taglia­gi­ole armati e sostenu­ti dagli USA, dall’Arabia Sau­di­ta e dal­la Turchia. Nes­sun dirit­to riconosci­u­to ai siri­ani dal­la NATO di pot­er­si difend­ere ma ha preval­so il cini­co oppor­tunis­mo di saltare sul car­ro tur­co per con­trastare gli eterni nemi­ci, il regime di Assad e la Rus­sia di Putin.
Una scelta che l’Europa dovrà presto pagare cara con l’afflusso incon­trol­la­to di profughi e di ter­ror­isti trav­es­ti­ti da profughi che arriver­an­no nei pae­si europei. Cosa non farebbe il sol­erte seg­re­tario del­la NATO Stoltenberg per com­piacere i suoi padroni USA.
Erdo­gan si gio­ca la car­ta dei profughi per fare pres­sione sul­la UE

La Turchia aprirà il suo con­fine sud-occi­den­tale con la Siria per 72 ore per con­sen­tire ai siri­ani di fug­gire dal libero pas­sag­gio delle forze filo-gov­er­na­tive in Europa , sec­on­do fonti uffi­ciali turche.

La decisione è arrivata dopo una riunione di sicurezza presieduta dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan ad Ankara giovedì scorso dopo che 33 soldati turchi sono stati uccisi nella provincia siriana di Idlib.
Un alto funzionario turco ha detto giovedì che i rifugiati siriani diretti verso l'Europa non sarebbero stati fermati né a terra né via mare .

L’Unione euro­pea sta min­i­miz­zan­do il fat­to che folle di rifu­giati siri­ani sono già state viste in rot­ta ver­so la Gre­cia attra­ver­so i con­fi­ni ter­restri e il Mar Egeo.
Gli auto­bus a Istan­bul sono sta­ti girati per il trasporto di rifu­giati e migranti ai con­fi­ni bul­garo e gre­ci.
Nel frat­tem­po la Bul­gar­ia e la Gre­cia han­no invi­a­to rin­forzi mil­i­tari ai con­fi­ni per fron­teggia­re la nuo­va inva­sione provo­ca­ta dal tur­co.

Migranti alle porte di Mace­do­nia e Gre­cia

Mes­sag­gio urgente: Avvisate Mat­teo Salvi­ni che il suo ami­co favorito Don­ald Trump è alleato con il tur­co Erdo­gan e ci spedisce ondate di profughi e migranti in Europa. Questo farà “la gioia” dei par­ti­ti filoat­lantisti del­la destra ital­iana, sem­pre schierati con il padrone USA comunque sia , anche quan­do questo risul­ta alleato dei grup­pi ter­ror­isti jihadisti che gli sono utili.

Fonti: South Front ‑Al Mas­dar News

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.