IL M5S ARRIVERAALLE FERIE DI AGOSTO? In Europa probabilmente no. Le contraddizioni sull’Utero in Affitto….

Lo scor­so giovedì , durante la Ple­nar­ia di Stras­bur­go, si è assis­ti­to all’ennesima piroet­ta dei Cinque Stelle: fino a neanche sei mesi fa si bat­te­vano come leoni con­tro la mater­nità sur­ro­ga­ta, cioò l’affittare donne, o meglio il loro utero, per pot­er gener­are figli a paga­men­to:

Poi, quan­do si pas­sa alla prat­i­ca, le cose cam­biano: mer­coledì scor­so, 15 gen­naio, a Stras­bur­go è sta­to vota­to un emen­da­men­to a fir­ma Simona Bal­das­sarre nel quale si cer­ca­va di met­tere dei for­ti lim­i­ti a ques­ta prat­i­ca qua­si schi­av­is­ti­ca con un giro d’affari di centi­na­ia di mil­ioni di dol­lari in tut­to il mon­do. L’anno prece­den­ti i Cinque Stelle ave­vano vota­to un emen­da­men­to sim­i­le, e quel­lo che poco più di sei mesi fa scrive­vano sul loro Blog sem­bra­va con­fer­mare ques­ta incli­nazione. Invece… a parte una lode­v­ole eccezione, han­no prefer­i­to asten­er­si, lavan­dosi le mani Ponzio Pila­to Style. 

Per­chè questo cam­bio di atteggia­men­to? Solo per­chè l’onorevole pro­po­nente dell’emendamento è iscrit­ta al grup­po ID? Se fos­se così sarebbe, sin­ce­ra­mente, un po’ squalli­do: i prin­cipi fon­da­men­tali var­reb­bero meno di un po’ di polem­i­ca polit­i­ca. No, sem­plice­mente siamo all’ennesimo pas­so di annul­la­men­to e di sot­tomis­sione dei Cinque Stelle ai poteri for­ti europei.

Per­chè a Brux­elles il Movi­men­to sta, let­teral­mente, moren­do, avve­le­na­to da con­trad­dizioni e da ine­dia. Nato anti sis­tema sta men­di­can­do l’accesso a tut­ti i par­ti­ti pro sis­tema, RE (gli ex lib­er­ali si ALDE), Ver­di, e GUE in prim­is. Atten­zione che in Europa questi ven­gono a cos­ti­tuire un bloc­co con­trad­dit­to­rio, ma mono­liti­co nel­la ges­tione del potere, come mai si era vis­to. Iper­liberisti alla Macron e figli dei fiori nordi­ci si unis­cono pur di pros­eguire nel­la ges­tione del denaro e di quelle brici­ole di potere che cir­colano attorno al Par­la­men­to, ed il M5s , che ha vota­to la Von Der Leyen speran­do di entrare in questo Wal­hal­la, invece ne è rimas­to esclu­so.

Il Movi­men­to Cinque Stelle, nonos­tante le apparen­ze, non è nè ide­o­logi­ca­mente nè carat­te­rial­mente prepara­to a fare una seria oppo­sizione. Il suo iso­la­men­to pesa anche eco­nomi­ca­mente e siamo facili pro­feti dicen­do che non soprav­viverà, almeno nel­la sua com­po­nente euro­pea, sino alle prossime ferie, mag­a­ri nep­pure a Pasqua. Si scioglierà, con­flu­en­do nel­la sua com­po­nente prin­ci­pale nei ver­di, ed in quel­la sec­on­daria perfi­no negli ultra­l­iberisti europei di RE. Una fine inglo­riosa per gli eroi del­la lib­ertà da Brux­elles.

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.