Carica quattro clienti sul taxi, a fine corsa viene rapinato

L’uomo ave­va fat­to salire sul suo taxi quat­tro per­sone dirette nel­la zona di Nuo­vo Salario. La cor­sa si è con­clusa però con una rap­ina

Anco­ra pau­ra per un tas­sista a Roma. I fur­ti nei con­fron­ti di autisti di taxi si sono molti­pli­cati nell’ultimo peri­o­do.

L’uomo ha car­i­ca­to quat­tro cli­en­ti sul pro­prio mez­zo, ma la cor­sa non è fini­ta con il paga­men­to del servizio ben­sì con la rap­ina a dan­no del tas­sista. È accadu­to all’alba di lunedì 12 gen­naio nel­la zona del Nuo­vo Salario (zona cen­trale del­la cap­i­tale), dopo che la vit­ti­ma, un 65enne, ave­va pre­so i passeg­geri nel quartiere Tri­on­fale. Indagano i cara­binieri. Ladri fug­gi­ti con il denaro.

I fat­ti han­no com­in­ci­a­to a pren­dere cor­po quan­do l’uo­mo ha car­i­ca­to quat­tro per­sone sul­la pro­pria vet­tura su via Tri­on­fale. L’auto si è diret­ta ver­so Mon­te­sacro. In via dell’Ateneo Sale­siano uno dei passeg­geri ha inti­ma­to al tas­sista di fer­mar­si, una vol­ta fer­ma l’auto, lo ha strat­to­na­to e lo ha rap­ina­to del borsel­lo. I quat­tro cli­en­ti, una vol­ta con­suma­ta la rap­ina, si sono dati poi alla fuga a pie­di dileguan­dosi fra le strade del Nuo­vo Salario. Poi l’allerta al 112 con l’arrivo sul pos­to degli agen­ti del com­mis­sari­a­to Fidene Ser­pen­tara che, ascolta­to il tas­sista, stan­no inda­gan­do per risalire ai quat­tro rap­ina­tori.

Solo poco tem­po fa un altro fat­to di cronaca ha inter­es­sato un tas­sista romano. Ques­ta vol­ta, però, il crim­i­nale è lui. Stende il mal­cap­i­ta­to con un colpo da karate kid. Un’azione che get­ta nel­lo scon­for­to e nel­la pau­ra i migli­a­ia di tur­isti e pen­dolari che ogni giorno popolano l’aeroporto romano. La polizia di sta­to di Fiu­mi­ci­no ha indi­vid­u­a­to un tas­sista colpev­ole di lesioni per futili motivi nei con­fron­ti di un passeg­gero ital­iano appe­na sbar­ca­to a Roma da Madrid.

Il passeg­gero, riv­oltosi a un tas­sista in rego­lare servizio pres­so l’aeroporto di Fiu­mi­ci­no, al fine di ottenere l’applicazione del tas­sametro per la cor­sa dal­lo sca­lo romano alla cap­i­tale, è sta­to aggred­i­to e col­pi­to con un vio­len­to pug­no in pieno volto che ha causato al mal­cap­i­ta­to la frat­tura del set­to nasale. La sce­na vio­len­ta, ripresa dalle tele­camere posizion­ate nell’area ester­na Arrivi del ter­mi­nal 3, è avvenu­ta di fronte alla totale indif­feren­za sia degli altri tas­sisti e degli addet­ti volon­tari del “Taxi Ser­vice” che si occu­pano di assis­tere i passeg­geri che richiedono il servizio di trasporto, sia da parte delle altre per­sone in tran­si­to.

Dalle immag­i­ni si nota l’uomo che si riv­olge all’autista, che a sua vol­ta appare fin da subito vis­i­bil­mente irri­ta­to, al pun­to tale da rifi­utare il cari­co dei bagagli a bor­do del taxi e in più di un’occasione resp­inge una delle valigie. Nel frat­tem­po, men­tre è in cor­so la dis­cus­sione fra i due, un assis­tente del servizio taxi con indos­so un gilet gial­lo fa salire a bor­do del­la stes­sa vet­tura un altro cliente, men­tre il tas­sista risale a bor­do dell’auto. Il pri­mo viag­gia­tore, prob­a­bil­mente infas­tid­i­to, bus­sa più volte sul vetro pos­te­ri­ore del taxi per chiedere spie­gazioni all’autista. Ed è a questo pun­to che accade l’irreparabile.

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.