Quanti sono, in tutto, gli stranieri in Italia?

  di 

Siamo un blog col­let­ti­vo indipen­dente e aut­o­fi­nanzi­a­to, cre­di­amo forte­mente in una comu­ni­cazione accu­ra­ta e aper­ta, che diven­ti stru­men­to di relazione con chi, come te, viene a trovar­ci per infor­mar­si. Siamo una comu­nità di per­sone che crede di pot­er lavo­rare pos­i­ti­va­mente per ques­ta soci­età, per tut­ti noi: per questo se hai voglia di parte­ci­pare (www.lenius.it/collabora-con-noi/), di sosten­er­ci con una pic­co­la don­azione (www.lenius.it/sostienici) o anche solo di con­di­videre il nos­tro lavoro sui social o tra i tuoi ami­ci ti ringrazi­amo. Buona let­tura!

stranieri in italia
@INDREK TORILO

I dati disponi­bili sug­li stranieri in Italia sono parziali e fram­men­tati. Ven­gono ripor­tati, in sep­a­ra­ta sede, gli immi­grati res­i­den­ti, i rifu­giati, i richieden­ti asi­lo, gli appe­na sbar­cati, i migranti irre­go­lari. Man­ca però un numero com­p­lessi­vo.

È una caren­za che las­cia spazio a obiezioni, incom­pren­sioni, rilan­ci più o meno stru­men­tali. Ripor­to i dati sug­li immi­grati res­i­den­ti in Italia, e pronta­mente qual­cuno obi­et­ta: “sì, ma quel­li che sbar­cano?”. Aggiorno i dati dei migranti in arri­vo nell’anno in cor­so, ed è subito un “e quel­li che sono già in Italia?”. Com­men­to i dati sui rifu­giati pre­sen­ti in Italia, e subito si leva il coro:

Sì, ma i clan­des­ti­ni?

L’obiettivo di questo arti­co­lo è pro­prio questo: super­are la parzial­ità dei dati disponi­bili per arrivare a un dato sug­li stranieri in Italia che ten­ga con­to di tut­ti. I rego­lari e gli irre­go­lari, i rifu­giati e i migranti eco­nomi­ci, chi è in Italia da trent’anni e chi da due giorni.

E lo diamo subito, questo numero. Gli stranieri in Italia sono, in tut­to, poco più di 6 mil­ioni. È un numero non pre­ciso, per­ché è impos­si­bile ottenere un numero pre­ciso, ed è un numero che varia in base a quali dati si con­sid­er­a­no e a come si inter­pre­tano. Ma è un numero cred­i­bile.

Stranieri in Italia: i regolari

Per costru­ire questo dato, par­ti­amo dagli immi­grati res­i­den­ti in Italia, che sono 5.144.440 sec­on­do i dati Istat aggior­nati al 1 gen­naio 2018. Questo è un dato pre­ciso, per­ché si con­tano le per­sone reg­is­trate alle ana­grafi comu­nali che han­no una cit­tad­i­nan­za diver­sa da quel­la ital­iana.

Nel dato sono com­pre­si tut­ti gli stranieri, incluse le per­sone prove­ni­en­ti da altri pae­si dell’Unione Euro­pea. Gli stranieri non comu­ni­tari, quel­li che nell’immaginario col­let­ti­vo sono per­cepi­ti come i “veri stranieri”, sono cir­ca 3,5 mil­ioni.

Agli stranieri rego­lari res­i­den­ti van­no aggiun­ti gli stranieri rego­lari ma non res­i­den­ti, che han­no cioè un rego­lare per­me­s­so di sog­giorno ma non sono iscrit­ti all’anagrafe di nes­sun comune ital­iano. Sec­on­do i cal­coli del 25° Rap­por­to sulle Migrazioni 2019 di Fon­dazione ISMU, si trat­ta di cir­ca 400 mila per­sone.

Gli stranieri rego­lari in Italia sono quin­di cir­ca 5,55 mil­ioni. Si trat­ta del­la pat­tuglia di stranieri in Italia più sta­bile, ed è un dato che com­prende anche i rifu­giati, che sono una com­po­nente sta­bile del­la pre­sen­za di stranieri in Italia. Come abbi­amo vis­to qui, i rifu­giati sono 189 mila.

Ai 5,55 mil­ioni sfug­gono invece due cat­e­gorie di migranti: i richieden­ti asi­lo e i migranti irre­go­lari, vol­gar­mente det­ti clan­des­ti­ni.

Stranieri in Italia: i richiedenti asilo

Il numero di richieden­ti asi­lo pre­sente in Italia è dif­fi­cile da sta­bilire con certez­za. Conos­ci­amo le richi­este di asi­lo annue, ma non quante di queste richi­este di asi­lo siano state effet­ti­va­mente evase (ci vuole un anno, in alcu­ni casi due). Non sap­pi­amo quin­di quante di queste richi­este di asi­lo siano anco­ra tali, oppure si sono trasfor­mate in qual­cos altro (rifu­giati, per chi ha rispos­ta pos­i­ti­va, o migranti irre­go­lari, per chi ottiene rispos­ta neg­a­ti­va).

Un modo cred­i­bile per far­si un’idea dei richieden­ti asi­lo pre­sen­ti in Italia è con­sid­er­are il numero di per­sone attual­mente pre­sente nel sis­tema di accoglien­za del­lo Sta­to ital­iano, che include le per­sone ospi­tate nei diver­si cen­tri di accoglien­za e nel sis­tema di accoglien­za dif­fusa. Si trat­ta di cir­ca cen­tomi­la per­sone, sec­on­do i dati ripor­tati dal rap­por­to di Open­po­lis e aggior­nati ad agos­to 2019.

Non tut­ti sono richieden­ti asi­lo, alcu­ni sono già rifu­giati (e rien­tra­no dunque nelle sta­tis­tiche for­nite sopra), mi si trat­ta comunque di un numero cred­i­bile; sec­on­do i dati del Min­is­tero dell’Interno ci sono state infat­ti in Italia 53 mila domande di asi­lo nel 2018 e 30 mila domande nei pri­mi dieci mesi del 2019. Se aggiun­giamo qualche resid­uo delle 130 mila domande di asi­lo nel 2017, sem­bra che cen­tomi­la sia un numero sen­sato.

Se som­mi­amo quin­di i cen­tomi­la stranieri in Italia pre­sen­ti nelle strut­ture di accoglien­za ai 5,55 mil­ioni di immi­grati rego­lari pre­sen­ti in Italia, siamo a cir­ca 5,65 mil­ioni di per­sone.

Stranieri in Italia: gli irregolari

Non è fini­ta. Molti obi­et­ter­an­no: “già, ma i clan­des­ti­ni?”, ipo­tiz­zan­do spes­so numeri sovras­ti­mati di clan­des­ti­ni, o meglio di immi­grati irre­go­lari pre­sen­ti in Italia.

In effet­ti si trat­ta del dato più dif­fi­cile da ottenere. Nat­u­ral­mente non c’è un reg­istro degli immi­grati irre­go­lari, e non abbi­amo quin­di un numero uffi­ciale e cer­ti­fi­ca­to. Abbi­amo solo stime.

Le stime più attendibili ed aggior­nate sono quelle elab­o­rate dal­la Fon­dazione ISMU nel suo già cita­to Rap­por­to annuale sulle Migrazioni. L’ultimo dato disponi­bile, rifer­i­to al 1 gen­naio 2019, par­la di una sti­ma di 562 mila immi­grati irre­go­lari pre­sen­ti in Italia, il 10% cir­ca degli stranieri rego­lari.

Si trat­ta di un dato in aumen­to e che è des­ti­na­to ad aumentare anco­ra per effet­to delle riforme introdotte dal Decre­to Salvi­ni in mate­ria di sicurez­za e immi­grazione nel dicem­bre 2018. Il decre­to ha aboli­to la pro­tezione uman­i­taria, così facen­do ha abbas­sato dras­ti­ca­mente la per­centuale di richieden­ti asi­lo che otten­gono una pro­tezione, con­dan­nan­do all’irregolarità gli altri. Sec­on­do una sti­ma di ISPI, tra il 2019 e il 2020 il numero di irre­go­lari aumenterà di 140 mila unità, di cui almeno la metà come con­seguen­za del decre­to Salvi­ni.

Stranieri in Italia: il totale

Erava­mo rimasti a 5,65 mil­ioni di stranieri in Italia, di cui 5,15 mil­ioni di immi­grati res­i­den­ti, 400 mila rego­lari non res­i­den­ti e cen­tomi­la richieden­ti asi­lo. Se a questo pun­to aggiun­giamo i cir­ca 560 mila irre­go­lari otte­ni­amo un dato di cir­ca 6,2 mil­ioni, il 10,3% del­la popo­lazione.

Ci sono molti com­men­ti che si pos­sono fare a questo dato, che non è frut­to di una ricer­ca sci­en­tifi­ca mira­ta, ma di una rac­col­ta di dati prove­ni­en­ti da fonti diverse e rac­colti in tem­pi diver­si.

È frut­to, cer­ta­mente, di una pro­gres­si­va sta­bi­liz­zazione del fenom­e­no migra­to­rio. Sem­pre più stranieri diven­tano ital­iani acquisendo la cit­tad­i­nan­za. Se doves­si­mo con­sid­er­ar­li, il numero di stranieri res­i­den­ti in Italia super­erebbe i 6 mil­ioni, e quel­lo totale i 7 mil­ioni. Ma gius­ta­mente non li con­sid­e­ri­amo, per­ché sono cit­ta­di­ni ital­iani.

È frut­to, quin­di, ed è inevitabile che sia così, di una con­cezione del­lo straniero su cui vale sem­pre la pena inter­rog­a­r­si, per­ché è deci­si­va su come ci relazio­ni­amo ai fenomeni e alle per­sone. Non a caso la doman­da “chi è lo straniero?” è una delle più affasci­nan­ti e ambigue su cui l’uomo si inter­ro­ga da che ha la facoltà di inter­rog­a­r­si.

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.