Protesta di un sindaco, ridà 1000 euro a Stato in centesimi

Ritardo in consegna 5x1000, ‘ora ministero venga a prenderseli’ © ANSA

Protes­ta del sin­da­co di Maleg­no (Bres­cia), pic­co­lo Comune dell’Alta Val­le­ca­mon­i­ca, che deve resti­tuire allo Sta­to il cinque per mille che gli abi­tan­ti, duemi­la in totale, han­no devo­lu­to al munici­pio nel 2014. Una cifra poco supe­ri­ore ai mille euro. Il pri­mo cit­tadi­no Pao­lo Erba ha prepara­to 168 chili di mon­e­tine da un cen­tes­i­mo, rac­colti in sei sac­chi.

L’Amministrazione comu­nale di Maleg­no non ave­va ren­di­con­ta­to in tem­po la som­ma del cinque per mille, ma con ven­ti giorni di ritar­do e per questo il min­is­tero ha chiesto di resti­tuire la som­ma. “Ora il min­is­tero ven­ga a riti­rare i sol­di” dice Erba.

Vivo la sen­sazione di essere con­sid­er­a­to come la Ban­da Bas­sot­ti che cer­ca di rap­inare Pap­er­on de Pap­er­oni dei suoi sac­chi pieni di mon­ete” aggiunge il sin­da­co spie­gan­do la sua protes­ta.  (ANSA)

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.