In Yemen la NATO rifornisce di armi Daesh

Una doc­u­men­ta­ta inchi­es­ta di Dilyana Gatandzhie­va, pub­bli­ca­ta su Arms Watch, dimostra come la mis­sione NATO in Afghanistan (Res­olute Sup­port Mis­sion) sia la cop­er­tu­ra di un traf­fi­co d’armi statu­nitense a favore di Daesh in Yemen.

L’inchiesta riv­ela anche che le Forze Spe­ciali USA in Croazia (Task Force Smok­ing Gun) han­no invi­a­to armi ad Al Qae­da in Siria (Fronte al-Nus­ra).

Sono impli­cate molte soci­età – fra cui Sier­ra Four Indus­tries, Orbital ATK, Glob­al Ord­nance e UDC negli Sta­ti Uni­ti – nonché i gov­erni aze­ro, ser­bo e sau­di­ta.

La gior­nal­ista bul­gara Dilyana Gatandzhie­va si è fat­ta conoscere due anni fa per la pub­bli­cazione di doc­u­men­ti sul più grande traf­fi­co d’armi del­la sto­ria, l’operazione Tim­ber Sycamore [1].

- 1. “Islam­ic State weapons in Yemen traced back to US Gov­ern­ment: Ser­bia files”;
- 2. “US Task Force Smok­ing Gun smug­gles weapons to Syr­ia: Ser­bia files”;
- 3. “Leaked arms deal­ers’ pass­ports reveal who sup­plies ter­ror­ists in Yemen: Ser­bia files”.
by Dilyana Gay­tandzhie­va, Arms Watch, Sep­tem­ber 15, 2019.

Traduzione
Rachele Marmet­ti
Gior­nale di bor­do

https://www.voltairenet.org/article207655.html

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.