C’E’ POCO DA RIDERE. QUESTA E’ LA LOROFUNZIONE”. ED E’ TERRIBILE.

di Gian­lu­ca Marlet­ta
Di fronte alle immag­i­ni del­la Cirin­nà, sta­mani, alcu­ni ridono, altri gri­dano all’invasamento. In realtà, c’è poco da rid­ere. Se qual­cuno ha mai avu­to a che fare – diret­ta­mente o meno – con fenomeni di “pos­ses­sione” o di “ves­sazione” saprà cer­ta­mente che si trat­ta di cose che non sus­ci­tano nes­suna ilar­ità (a dir poco).
Ma non è su questo piano che voglio portare il dis­cor­so. Per­ché al di là dei prob­le­mi “indi­vid­u­ali” del­la Cirin­nà, essa non fa che man­i­festare la natu­ra di un mon­do (il suo) che non è altro che una immen­sa fab­bri­ca d’infelicità e di dolore.
E non sto par­lan­do del­la “nor­male” insod­dis­fazione o infe­lic­ità umana…
ANNI FA, CONOBBI DELLE RAGAZZE che lavo­ra­vano in una libre­ria fem­min­ista di Roma (oggi chiusa, gra­zie al Cielo). Quel­lo che mi rac­con­ta­vano era da hor­ror! La “capa” era una spi­eta­ta vira­go con­tin­u­a­mente inten­ta alla predazione ses­suale delle sue sot­to­poste. Un’altra di queste, ogni vol­ta che beve­va o fuma­va, fini­va per “tit­il­lare” ses­sual­mente il suo cagno­li­no….
Il mon­do fem­min­ista, LGBT, rad­i­cal é questo: un dis­til­la­to di dis­soluzione ter­mi­nale che olez­za ter­ri­bil­mente di cada­v­ere. Inutile dire che, se davvero il mon­do che cos­toro “sog­nano” si real­iz­zasse davvero, esso crollerebbe all’istante nelle sue stesse mac­erie.
Ma infon­do, è pro­prio ques­ta la TERRIBILE FUNZIONE che cer­ti esseri assolvono: il con­durre il mon­do ad un pun­to tale oltre il quale sarà asso­lu­ta­mente inevitabile un CAPOVOLGIMENTO, che sarà dram­mati­co, veloce e totale, ripor­tan­do la Realtà a quel­la Nor­mal­ità che infon­do non si è mai real­mente per­du­ta.
Non c’é nul­la da rid­ere, date­mi ret­ta: solo tris­tez­za e pena per quel­li che sono e riman­gono “i più illusi fra tut­ti gli esseri”.

Smen­ti­ta .  La Cirin­nà NON subì un esor­cism, da ragaz­za:

https://www.ilprimatonazionale.it/politica/cirinna-esorcismo-127992/

 

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.