Francia, saccheggi e violenze dopo vittoria Algeria, morta donna

Alla Cop­pa d’Africa di cal­cio. Arrestate 74 per­sone
Francia, saccheggi e violenze dopo vittoria Algeria, morta donna

Roma, 12 lug. (askanews) – Vio­len­ze e sac­cheg­gi ieri sera in Fran­cia dopo la vit­to­ria dell’Algeria ai quar­ti di finale del­la Cop­pa d’Africa di cal­cio. Sta­mani le forze dell’ordine han­no annun­ci­a­to di aver 74 arresta­to per­sone in uan not­ta­ta seg­na­ta da scon­tri e dal­la trage­dia. Una don­na di 42 anni è mor­ta a Mont­pel­li­er investi­ta dall’auto di un tifoso che ne ave­va per­so il con­trol­lo. Il figlio neona­to è sta­to trasporta­to d’urgenza all’ospedale ed è gravis­si­mo. Il con­du­cente, un ven­tunenne, ha per­so il con­trol­lo dell’auto ieri sera attorno alle 22,30 nel quartiere del­la Mos­son. Sec­on­do la polizia l’auto si muove­va “a forte veloc­ità”. “Al momen­to cer­chi­amo di deter­minare le cir­costanze del­la trage­dia” ha det­to un por­tav­oce del polizia aggiun­gen­do che ieri sera per stra­da “c’era mol­ta gente” dopo la vit­to­ria dell’Algeria. Il gio­vane è sta­ta arresta­to ed è accusatod i omi­cidio col­poso.

Il min­istro degli Interni Christophe Cas­tan­er ha defini­to “inac­cetta­bili” su twit­ter, “i dan­ni e gli inci­den­ti commes­si a mar­gine del­la #CAN2019”. In Fran­cia sono state fer­mate 74 per­sone ieri e 73 di loro sta­mani restano agli arresti, ha reso noto il min­is­tero.

La gente è sce­sa in stra­da in un cli­ma di fes­ta ieri in tut­ta la Fran­cia e a Pari­gi dopo le 19 gli Champs-Elysées bruli­ca­vano di per­sone che scan­di­vano “One, two, three, vive l’Algerie”. Ma poco pri­ma di mez­zan­otte, varie decine di per­sone han­no attac­ca­to tre negozi di moto, sit­uati sul­la Avenue de la Grande-Armée. I sac­cheg­gia­tori han­no fra­cas­sato le vetrine e ruba­to moto­ci­clette, elmet­ti e acces­sori fino all’intervento del­la polizia.

Gli scon­tri sono scop­piati intorno alle 23:00: i tifosi han­no lan­ci­a­to ogget­ti con­tro la polizia, che ha rispos­to con il lan­cio di lac­rimo­geni per dis­perdere la fol­la. Le Parisien riferisce che un cane è sta­to delib­er­ata­mente lan­ci­a­to da un tifoso su un agente, che gli ha spara­to fer­en­dogli la zam­pa. Scon­tri anche a Mar­siglia, dove i tifosi era­no seim­i­la e la polizia ha usato gas lac­rimo­geni. In totale, cir­ca 20 poliziot­ti sono sta­ti fer­i­ti, di cui dieci a Mar­siglia.

Il par­ti­to di estrema destra Rassem­ble­ment Nation­al ha dichiara­to che gli inci­den­ti esp­ri­mono “un rifi­u­to del­la Fran­cia” e ha chiesto al gov­er­no di vietare ai tifosi di accedere agli Champs-Ely­sees domeni­ca sera per la par­ti­ta Alge­ria-Nige­ria.

Lun­gi dall’essere sem­pli­ci man­i­fes­tazioni gioiose dei tifosi di cal­cio, come le descrivono molti com­men­ta­tori, queste sono vere dimostrazioni di forza il cui obi­et­ti­vo è di sig­nifi­care una pre­sen­za mas­s­ic­cia e un rifi­u­to del­la Fran­cia”. Il par­ti­to di Marine Pen ha anche chiesto al min­istro degli Interni di vietare “in nome dell’ordine pub­bli­co” la bandiera alge­ri­na sug­li Champs-Ely­sees. “Tut­to deve essere fat­to per impedire alla Fran­cia, il giorno del­la sua fes­ta nazionale, una vera umil­i­azione nazionale”.    ( SANA INTEGRAZIONE)

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.