ORA SI CHIAMACONSULENZA

PER I PM, IL PASSAGGIO DEI 31 MILA EURO DAL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA LOMBARDIA, MARCO BONOMETTI, A LARA COMI SAREBBE AVVENUTO ATTRAVERSO UNA CONSULENZA FITTIZIA ASSEGNATA ALLAPREMIUM CONSULTINGDELLA EURODEPUTATAMA IL CONTENUTO DEI TESTI ERA COPIATO DA UNA TESI DI LAUREA REPERIBILE ONLINE: DA QUI, LA CONVINZIONE CHE FOSSE SOLO UN ESPEDIENTE PER SCHERMARE IL FINANZIAMENTO ILLECITO

Luca De Vito per “la Repub­bli­ca”

LARA COMI E MARCO BONOMETTILARA COMI E MARCO BONOMETTI

La svol­ta è arriva­ta mart­edì quan­do Mar­co Bonomet­ti, pres­i­dente di Con­find­us­tria Lom­bar­dia, è sta­to ascolta­to per ore dai pm milane­si. Arriva­to come tes­ti­mone, è usci­to dal­la stan­za del quin­to piano del Palaz­zo di Gius­tizia come inda­ga­to. L’accusa nei suoi con­fron­ti è chiara: aver effet­tua­to un finanzi­a­men­to illecito di 31 mila euro per la cam­pagna elet­torale di Lara Comi, can­di­da­ta al par­la­men­to europeo con Forza Italia.

Vicen­da per cui la stes­sa europar­la­mentare è sta­ta iscrit­ta nel reg­istro degli inda­gati.

Le nuove iscrizioni arrivano nell’ ambito dell’ inchi­es­ta che la procu­ra di Milano sta por­tan­do avan­ti sulle tan­gen­ti in Lom­bar­dia che ha por­ta­to a 43 arresti tra Milano, Varese e Novara e che ha vis­to anche il pres­i­dente del­la regione Lom­bar­dia Attilio Fontana (Lega Nord) inda­ga­to per abu­so d’ufficio.

LARA COMI E MARCO BONOMETTILARA COMI E MARCO BONOMETTI

Sec­on­do la tesi degli inves­ti­ga­tori, il pas­sag­gio dei sol­di sarebbe avvenu­to attra­ver­so una con­sulen­za fit­tizia asseg­na­ta alla Pre­mi­um Con­sult­ing del­la Comi dal­la Officine Mec­ca­niche Rez­za­te­si (Omr), l’azienda di Bonomet­ti, a gen­naio di quest’ anno. “L’approccio strate­gi­co per la pro­mozione del made in Italy” e “approc­cio strate­gi­co per il set­tore auto­mo­tive in Italia e in Cina e le impli­cazioni sulle auto elet­triche” sono i titoli dei due stu­di.

In realtà gli inves­ti­ga­tori han­no riscon­tra­to che il con­tenu­to dei testi era copi­a­to da una tesi di lau­rea reperi­bile online, fir­ma­ta da un lau­re­ato del­la Luiss nel 2015, Anto­nio Apuz­za. Da qui, la con­vinzione che quel­lo delle con­sulen­ze fos­se solo un espe­di­ente per scher­mare il finanzi­a­men­to illecito.

LARA COMILARA COMI       

L’avvocato di Lara Comi, Gian Piero Bian­colel­la, ha respin­to le accuse: «Pos­so con deci­sione con­testare che sus­sista l’ illecito ipo­tiz­za­to. Non c’ era alcun moti­vo che impedisse che un finanzi­a­men­to del tut­to lecito potesse essere effet­tua­to sec­on­do le modal­ità pre­viste dal­la legge. In ogni caso la prestazione è sta­ta resa dal­la soci­età nell’ ambito delle speci­fiche com­pe­ten­ze».

lara comi squadra parlamentari calcioLARA COMI SQUADRA PARLAMENTARI CALCIO

Anche Bonomet­ti ha fat­to sapere di «non aver mai commes­so alcun illecito». Al vaglio dei pm Sil­via Bonar­di, Lui­gi Furno e Adri­ano Scud­ieri — coor­di­nati dal procu­ra­tore aggiun­to Alessan­dra Dol­ci — ci sono anche due cifre pagate da altri due impren­di­tori che avreb­bero segui­to lo stes­so schema: finanzi­a­men­ti illeciti, mascherati da con­sulen­ze. In uno dei due casi, si trat­terebbe di un impren­di­tore che ha paga­to 40 mila euro per uno stu­dio speci­fi­co, a fronte di un fat­tura­to del­la sua azien­da di 200 mila euro all’ anno.

LARA COMILARA COMI

Nei giorni scor­si era emer­sa anche un’ altra con­sulen­za, sta­vol­ta asseg­na­ta a una soci­età ricon­ducibile a Lara Comi da Afol, l’ ente per la for­mazione e il lavoro del­la Cit­tà Met­ro­pol­i­tana di Milano gui­da­ta dal diret­tore gen­erale GIuseppe Zin­gale. Una con­sulen­za per la comu­ni­cazione da 38 mila euro su cui i pm vogliono ved­er­ci chiaro, vis­to che il nome del­la Comi spun­ta anche in una serie di inter­cettazioni di Caian­iel­lo, in cui il “burat­ti­naio” di Gal­larate tira in bal­lo pro­prio il ruo­lo dell’ eurodep­u­ta­ta.

 

 

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.