Onu: da Farnesina 7 mln per rifugiati in Etiopia, Tunisia, Libia

n Lib­ia aiu­ti a 750 famiglie rifu­giate e 20.000 famiglie sfol­late
Onu: da Farnesina 7 mln per rifugiati in Etiopia, Tunisia, Libia

Roma, 17 apr. (askanews) – L’Agenzia Onu per i rifu­giati (Unhcr) ha espres­so sod­dis­fazione per il finanzi­a­men­to di sette mil­ioni di euro dis­pos­to dal­la Far­nesina, a valere sul pro­prio Fon­do Africa, per inter­ven­ti a favore dei rifu­giati eritrei in Etiopia, dei rifu­giati in Tunisia, e degli sfol­lati e dei rifu­giati in Lib­ia.

Stan­do a quan­to pre­cisato in un comu­ni­ca­to dell’agenzia Onu, in Etiopia, il finanzi­a­men­to aiuterà le autorità locali nel loro impeg­no di sosteg­no ai rifu­giati eritrei nel­la regione set­ten­tri­onale del Tigray medi­ante assis­ten­za san­i­taria, attiv­ità a favore dei bam­bi­ni rifu­giati e per­sone con esi­gen­ze speci­fiche, poten­zi­a­men­to dell’educazione pri­maria per i rifu­giati eritrei, approvvi­gion­a­men­to di acqua nei campi rifu­giati.

Il prog­et­to dell’Unhcr per la Tunisia ha l’obiettivo di sostenere le autorità locali nell’accoglienza a migranti e richieden­ti asi­lo, in par­ti­co­lare nelle zone di Sfax e Mede­nine.

In Lib­ia l’obiettivo è di garan­tire assis­ten­za a 750 famiglie rifu­giate, di dis­tribuire beni di pri­ma neces­sità a cir­ca 20.000 famiglie sfol­late e di avviare fino a 17 prog­et­ti a impat­to rapi­do a ben­efi­cio di 8.500 per­sone, in con­sid­er­azione del­la pre­caria situ­azione in Lib­ia e dei rischi di vio­len­za a cui sono esposti i rifu­giati, i migranti e la popo­lazione locale.

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.