Bari, ucciso boss ergastolano nel nord barese: era in permesso premio

Un ergas­tolano, Cosi­mo Dami­ano Car­bone, di 63 anni, è sta­to ucciso nei pres­si del­la sua abitazione a Trini­tapoli, tra le province di Bari e Fog­gia. L’uomo era ritenu­to dagli inquiren­ti al ver­tice del­la mafia di Trini­tapoli. Era sta­to con­dan­na­to all’ergastolo, ma ben­e­fi­ci­a­va peri­odica­mente del­la deten­zione domi­cil­iare per prob­le­mi di salute. A quan­to si è saputo, è sta­to ucciso con colpi d’arma da fuo­co men­tre era in auto nelle vic­i­nanze del­la sua abitazione.

Pare che i sicari abbiano agi­to a bor­do di un’autovettura. Cosi­mo Dami­ano Car­bone era sta­to con­dan­na­to all’ergastolo per l’omicidio di Savi­no Sara­ci­no, com­pi­u­to a Trini­tapoli il 30 set­tem­bre 2004. Car­bone fu fer­ma­to dai cara­binieri due giorni dopo l’uccisione di Sara­ci­no, che ave­va 35 anni, e il ten­ta­ti­vo di omi­cidio di Michele Mic­coli, 32 anni, entram­bi pregiu­di­cati.

L’agguato — sec­on­do le indagi­ni — maturò nell’ambito di con­trasti tra grup­pi malav­i­tosi rivali. Anche il fratel­lo più grande di Cosi­mo Dami­amo Car­bone, Anto­nio, di 70 anni, fu ucciso il 27 mag­gio del 2014 con tre colpi di fucile cal­i­bro 12 nel cen­tro di Trini­tapoli men­tre era a bor­do del­la sua auto. Quel­lo di oggi è il sec­on­do omi­cidio com­pi­u­to a Trini­tapoli dall’inizio dell’anno: il pri­mo era avvenu­to il 20 gen­naio scor­so quan­do venne ucciso il pregiu­di­ca­to Pietro De Rosa.

https://www.leggo.it/italia/cronache/ucciso_boss_mafia_ergastolano_trinitapoli_cosimo_damiano_carbone_oggi_14_aprile_2019-4429800.html

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.