Arrestato presidente della Onlus MamAfrica: accuse pesantissime

mamafrica

Arresta­to pres­i­dente del­la Onlus MamAfrica, l’accusa è di vio­len­za ses­suale su minore – di Cristi­na Gau­ri

Napoli, 8 apr – Il fonda­tore dell’Onlus uman­i­taria MamAfrica è agli arresti domi­cil­iari in appli­cazione di un’ordinanza emes­sa dal Tri­bunale di Nola: come ripor­ta Il Mat­ti­no, avrebbe infat­ti costret­to un minore ospi­ta­to in una casa famiglia in Togo a com­piere atti ses­su­ali, tra il 2007 e il 2014, minac­cian­do di allon­ta­narlo dal­la strut­tura se egli non avesse acconsen­ti­to ai rap­por­ti.

Sot­to minac­cia. L’accusato è il 72enne pres­i­dente e fonda­tore dell’associazione, all’epoca impeg­na­to in attiv­ità uman­i­tarie in Africa.

Le indagi­ni avreb­bero delin­eato “un grave, uni­vo­co e con­cor­dante quadro indiziario ai dan­ni del­la per­sona inda­ga­ta”.

Onlus MamAfrica, le indagini

Il gio­vane africano, al tem­po minorenne, sarebbe vis­su­to costan­te­mente sot­to la minac­cia di essere allon­tana­to dal­la casa in cui era ospi­ta­to, per­den­do ogni for­ma di assis­ten­za: allog­gio, pasti, dirit­to allo stu­dio, cop­er­tu­ra san­i­taria. Un ricat­to dis­gus­toso, tenu­to con­to del­la situ­azione di indi­gen­za del ragaz­zo.

La Onlus opera da più di un decen­nio in Togo, e tra gli impianti edi­fi­cati risul­ta esser­ci anche un ospedale.

Ti potrebbe inter­es­sare anche: Lib­ia, migranti tor­tu­rati in campi di con­cen­tra­men­to: la fake news delle Ong

Il pres­i­dente, ora agli arresti, orga­niz­za­va tra l’Italia e l’Africa fre­quen­ti spedi­zioni di trasporto di mate­ri­ale san­i­tario, der­rate ali­men­ta­ri e altri ogget­ti, i quali veni­vano devo­lu­ti agli ospi­ti di una casa-famiglia di Togov­ille, nel Sud del Paese.

Ad un cer­to pun­to, all’interno del­la strut­tura sono iniziate a ver­i­fi­car­si strane situ­azioni, finché un oper­a­tore ital­iano che lavo­ra­va per l’organizzazione ha nota­to degli atteggia­men­ti poco con­soni tra l’arrestato e il minore vit­ti­ma degli abusi.

Il tes­ti­mone di questi com­por­ta­men­ti ha seg­nala­to l’anomalia alla polizia ital­iana che ha subito aper­to le inves­tigazioni del caso, dopo avere ottenu­to le deb­ite autor­iz­zazioni inter­nazion­ali.

Gli uomi­ni del­la squadra mobile di Napoli, coor­di­nati dai pub­bli­ci min­is­teri del­la Procu­ra di Nola, sono poi rius­ci­ti a inchio­dare il pre­sun­to colpev­ole.

Anco­ra silen­zio sul­la pag­i­na Face­book del­la Onlus, che con­ta più di 500mila fol­low­ers: solo un post in cui si annun­cia a breve un comu­ni­ca­to dei legali dell’associazione. Aggior­na­men­to: la pag­i­na Face­book di MamAfrica è sta­ta rimossa.

Fonte: IL PRIMATO NAZIONALE – Tito­lo orig­i­nale: Arresta­to pres­i­dente del­la Onlus MamAfrica, l’accusa è di vio­len­za ses­suale su minore 

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.