Alle 5Terre bollino doc Enea-Parco per le attività eco-friendly

Mar­chio rio­conosciu­tio a 14 attiv­ità. Da giovedì due giorni di “dis­sem­i­nazione” nel Gol­fo del prog­et­to Stra­tus
Alle 5Terre bollino doc Enea-Parco per le attività eco-friendly

Roma, 17 mar. (askanews) – Con l’obiettivo di pro­muo­vere le imp­rese tur­is­tiche che han­no rice­vu­to il mar­chio Stratus,l’Enea in col­lab­o­razione con il Par­co Nazionale delle Cinque Terre orga­niz­za giove­di 21 e ven­erdì 22 mar­zo pres­so la sede del Par­co a Man­aro­la l’evento di “dis­sem­i­nazione” per la Lig­uria riv­olto ai res­i­den­ti, agli stake­hold­er­locali e alla stam­pa. Ver­ran­no pre­sen­tati i risul­tati del prog­et­to “Stra­tus” che ha vis­to il riconosci­men­to con apposi­ta bol­li­natiu­ra doc di attiv­ità eco-friend­ly per impeg­no e pratiche cer­tifi­cate eco-sosteni­bili per 14 aziende dei pic­coli borghi che for­mano uno dei Golfi più vis­i­tati del mon­do.

La “dis­sem­i­nazione” con­sis­terà, in par­ti­co­lare, nel­la visi­ta ad alcune aziende da parte del­la com­mis­sione Enea e in una gior­na­ta di rac­con­to e con­fron­to diret­to con quat­tro di loro legate al mare e alla nau­ti­ca, selezion­ate dal Par­co per il loro par­ti­co­lare impeg­no in pratiche amiche dell’ambiente e di for­mazione alla eco-sosteni­bil­ità impren­di­to­ri­ale e tur­is­ti­ca, Le cinque aziende selezion­ate per la due giorni di dis­semn­i­nazione, in par­ti­co­lare, sono risul­tate il “Cir­co­lo Veli­co Mon­terosso Gino e Bebe De Andreis” , il “Div­ing Cen­ter Pun­ta Mesco”, la “Mon­terosso Pesca­tur­is­mo”, la “Cinque Terre Pela­gos” e la “Asso­ci­azione Cinque Terre Sot­to il mare”.

Il Prog­et­to Stra­tus, rel­a­ti­vo alla ges­tione e val­oriz­zazione delle aree costiere, focal­iz­za l’attenzione al set­tore tur­is­ti­co per l’implementazione di buone pratiche in tre aree pilota, nelle quali, medi­ante il coin­vol­gi­men­to e la respon­s­abi­liz­zazione dei cit­ta­di­ni e delle imp­rese, si pre­figge la real­iz­zazione del raf­forza­men­to del­la com­pet­i­tiv­ità del set­tore tur­is­ti­co mari­no-bal­n­eare, sup­por­t­an­done lo svilup­po sosteni­bile per tut­to il ter­ri­to­rio di coop­er­azione, il coin­vol­gi­men­to degli stake­hold­er locali (imp­rese, ammin­is­trazioni locali, asso­ci­azioni), al fine di definire dei piani con­giun­ti di gov­er­nance, creazione di un mar­chio eco-tur­is­ti­co defini­to e gesti­to da enti e orga­niz­zazioni locali.

Obi­et­ti­vo prin­ci­pale del Mar­chio Stra­tus è la sen­si­bi­liz­zazione sulle tem­atiche ambi­en­tali di aziende, asso­ci­azioni ed imp­rese pre­sen­ti sui ter­ri­tori di per­ti­nen­za del prog­et­to Stra­tus, al fine del­la pro­mozione del­la tutela ambi­en­tale, final­iz­za­ta allo svilup­po sosteni­bile e ad una mag­giore tutela delle risorse nat­u­rali. In questo sen­so, il mar­chio ambi­en­tale per­me­tte di seg­nalare quei servizi e quei prodot­tic for­ni­ti in modo tale da con­sen­tire un uso con­sapev­ole delle risorse preser­van­do l’ambiente, uti­liz­zan­do la “comu­ni­cazione di infor­mazioni ver­i­fi­ca­bili, accu­rate e non fuor­vianti sug­li aspet­ti ambi­en­tali”.

Il Mar­chio Stra­tus ha come obi­et­tivi speci­fi­ci quel­li di miglio­rare la ges­tione ambi­en­tale del ter­ri­to­rio nel suo com­p­lesso, a par­tire dalle sin­gole attiv­ità pro­dut­tive coin­volte nel set­tore tur­is­ti­co. Di· sti­mo­lare le aziende a conoscere e ad appro­fondire gli impat­ti ambi­en­tali delle loro attiv­ità, al fine di ridurli con nuove soluzioni tec­no­logiche ed inno­v­a­tive e/o modal­ità di esple­ta­men­to dei servizi. Di favorire il riconosci­men­to da parte del­la doman­da tur­is­ti­ca del val­ore aggiun­to asso­ci­a­to ai ben­efi­ci di carat­tere ambi­en­tale con­seguibili attra­ver­so le inno­vazioni svilup­pate· Di fornire uno stru­men­to di mar­ket­ing ambi­en­tale alle aziende coin­volte, per pro­muover­si nel seg­men­to verde del­la doman­da tur­is­ti­ca.

Il bolli­no doc “Stra­tus” riconosci­u­to dall’Enea a segui­to di selezione con­dot­ta dal Par­co Nazionale delle Cinque Terre cos­ti­tu­isce un riconosci­men­to pub­bli­co alle imp­rese del sis­tema tur­is­ti­co, che adot­tano soluzioni per ridurre gli impat­ti ambi­en­tali dei loro pro­ces­si e pratiche ambi­en­tali per un miglio­ra­men­to con­tin­uo delle prestazioni in accor­do alla leg­is­lazione ambi­en­tale vigente, al con­cet­to di svilup­po sosteni­bile e nel rispet­to dei diver­si con­testi cul­tur­ali, sociali ed orga­niz­za­tivi.

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.