LA CAUSA è LA STESSA

Si chia­ma deflazione da grande depres­sione di lunghissi­ma dura­ta, man­can­za di red­di­to, super-indeb­ita­men­to dei pro­dut­tori  agri­coli.  Il cap­i­tal­is­mo la chia­ma “sovrap­pro­duzione”, non perdi­ta di potere d’acquisto.  Avviene quan­do sono le banche che cre­ano il denaro indeb­i­tan­do i pro­dut­tori.All­e­va­tori amer­i­cani, anni ’30

Durante i pri­mi anni del­la Depres­sione, i prezzi del bes­ti­ame crol­larono.  Il gov­er­no del  New Deal ritenne che i prezzi fos­sero bassi per­ché gli agri­coltori pro­duce­vano anco­ra troppe mer­ci come maiali e cotone. La soluzione pro­pos­ta la Legge  di adegua­men­to agri­co­lo ( Agri­cul­tur­al Adjust­ment Act , AAA) del 1933  era di ridurre l’offerta. Così, nel­la tar­da pri­mav­era del 1933, il gov­er­no fed­erale real­iz­zò “riduzioni di bes­ti­ame”. In Nebras­ka, il gov­er­no ha acquis­ta­to cir­ca 470.000 capi di bes­ti­ame e 438.000 sui­ni. A liv­el­lo nazionale, sei mil­ioni di maiali sono sta­ti acquis­ta­ti da agri­coltori dis­perati. Nel Sud, un mil­ione di agri­coltori furono pagati per  risep­pel­lire  il cotone in fiore pas­san­do­ci soprea gli ara­tri per 10,4 mil­ioni di acri di cotone.

I maiali e il bes­ti­ame furono  uccisi. In Nebras­ka, migli­a­ia furono fucilati e sep­pel­li­ti in fos­se pro­fonde. Il buy-out fed­erale ha sal­va­to molti agri­coltori dal­la ban­car­ot­ta e i paga­men­ti AAA sono diven­tati la prin­ci­pale fonte di red­di­to per molti quell’anno.

Era una pil­lo­la ama­ra da ingoiare per i con­ta­di­ni. Ave­vano lavo­ra­to dura­mente per all­e­vare quelle col­ture e il bes­ti­ame, e odi­a­vano asso­lu­ta­mente ved­er­li uccisi e la carne andare a spre­care. I crit­i­ci han­no accusato il fat­to che l’AAA sta­va spin­gen­do una “polit­i­ca di scar­sità”, ucci­den­do i por­celli­ni sem­plice­mente per aumentare i prezzi quan­do molte per­sone sta­vano sof­fren­do la fame.

Si  dis­trussero anche ton­nel­late di granaglie inven­dute, men­tre a New York i dis­oc­cu­pati face­vano la fila davan­ti alle mense popo­lari.

Il seg­re­tario all’agricoltura Hen­ry A. Wal­lace   gius­ti­ficò la strage così: la doman­da di prodot­ti a base di carne di maiale era trop­po scarsa, i con­ta­di­ni non pote­vano  ten­er­si una “popo­lazione di maiali vec­chi come ani­mali domes­ti­ci”. Ma anche Wal­lace cedette, riconoscen­do il bisog­no dis­per­a­to del Paese.   Promise che il gov­er­no avrebbe acquis­ta­to prodot­ti agri­coli “da quel­li che han­no trop­po per dare a quel­li che han­no trop­po poco”. L’AAA è sta­ta mod­i­fi­ca­ta per cos­ti­tuire la Fed­er­al Sur­plus Relief Cor­po­ra­tion (FSRC), che dis­tribui­va alle orga­niz­zazioni uman­i­tarie prodot­ti agri­coli come carne in scat­o­la, mele, fagi­oli e prodot­ti a base di carne di maiale.

Il New Deal roo­sevel­tiano non ottenne gran­di effet­ti, a parte il gran suc­ces­so pro­pa­gan­dis­ti­co. Una sev­era polit­i­ca dirigista, gran­di opere pub­bliche pagate col dis­a­van­zo cres­cente del­lo  Sta­to, l’aumento dei salari min­i­mi, il sosteg­no dei prezzi agri­coli, non rius­cirono ad avere   vera­mente ragione del­la Depres­sione.  Nel 1936 il potere d’acquisto degli agri­coltori amer­i­cani res­ta di un ter­zo infe­ri­ore  a quel­lo che ave­vano nel 1929. La dis­oc­cu­pazione gen­erale, che era del 3% pri­ma del  ’29, rimane attes­ta­ta al 19% fino al 1938. Fra otto­bre 1937 e mar­zo 1938 l’economia amer­i­cana  ricade in una sev­eris­si­ma reces­sione, ed altri 4,5 mil­ioni di lavo­ra­tori ven­gono get­tati sul las­tri­co.

L’economia amer­i­cana non ha ricom­in­ci­a­to a ripren­der­si con le sue sole forze, essa res­ta dipen­dente dalle iniezioni costan­ti di  potere d’acquisto ali­men­ta­to dai deficit di bilan­cio”,  riconosce lo stori­co dell’economia Jacque Nèré: “alla vig­ilia del­la sec­on­da guer­ra mon­di­ale, il risana­men­to dell’economia statu­nitense res­ta incom­ple­to e pre­cario”.

(Mau­r­izio Blondet, Schi­avi delle Banche, 2004)

Nel 1933, il gov­er­no com­prò 6 mil­ioni di maiali e li fece uccidere e sep­pel­lire.

Video incorporato

Clau­dio Per­con­te ??@ClaudioPerconte

I fan­no sul serio: “Mobil­i­tazione fino al 2021, fino a fer­mare tut­ta la pro­duzione. Lat­te ver­sato? Ser­vi­va a far par­lare di noi, i for­mag­gi li abbi­amo regalati”.
Con i pas­tori sar­di, che lot­tano con­tro il lat­te impor­ta­to dall’estero che ammaz­za le nos­tre eccel­len­ze.

MAURIZIO BLONDET
Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.