In Italia 240 mila morti per ‘crack’ cuore, torna ‘Cardiologie aperte

In Italia 240 mila morti per 'crack' cuore, torna 'Cardiologie aperte

Riparte, da oggi al 17 feb­braio, ‘Car­di­olo­gie aperte’: oltre 150 strut­ture offrono in tut­ta Italia screen­ing gra­tu­iti alla popo­lazione. “Par­tendo dal fat­to che in Italia ogni anno si reg­is­tra­no 240 mila mor­ti per malat­tie car­dio­vas­co­lari, anche quest’anno abbi­amo l’obiettivo di sen­si­bi­liz­zare la popo­lazione sul­la pre­ven­zione”, lo spie­ga all’Adnkronos Salute Michele Mas­si­mo Gulizia, pres­i­dente del­la Fon­dazione per il tuo cuore che pro­muove, insieme all’Associazione nazionale medici car­di­olo­gi ospedalieri (Anm­co), l’iniziativa ‘Car­di­olo­gie aperte’. L’iniziativa viene pre­sen­ta oggi a Cata­nia nel­la sede del­la pres­i­den­za del­la Regione Sicil­ia.

 

Oltre il 40% dei deces­si per tutte le cause nel­la fas­cia d’età 35–75 anni è dovu­to a patolo­gie car­diache - aggiunge Gulizia — nel 51% dei casi si trat­ta di uomi­ni e nel 37% di donne. Sare­mo sul cam­po, da Biel­la a Gela, con oltre 150 car­di­olo­gie pronte a dare infor­mazioni, con opus­coli e schede, e fornire vis­ite gra­tu­ite”. La Fon­dazione per il tuo cuore ha pro­mosso ‘Ban­com­heart’, un pas­s­apor­to per la salute del cuore con esa­mi e screen­ing in un’unica ban­ca dati acces­si­bile con un ban­co­mat. “Oggi siamo arrivati a quo­ta 41 mila ‘ban­co­mat del cuore’ dis­tribuiti in tut­ta Italia”, ricor­da Gulizia. La card per­me­tte di accedere ad un por­tale per­son­ale dove sono con­ser­vati e aggior­nati elet­tro­car­dio­gram­mi, val­ori del­la pres­sione arte­riosa, le patolo­gie sof­ferte e le ter­apie prat­i­cate”.

Gli screen­ing ser­vono non solo a ver­i­fi­care se la pres­sione è alta — osser­va Gulizia — o se il sogget­to ha una arit­mia ‘benigna’ o una fib­ril­lazione atri­ale in età avan­za­ta, ma a far capire che occorre seguire le indi­cazioni ter­apeu­tiche del medico, nel­lo speci­fi­co il car­di­ol­o­go. Dai dati estrap­o­lati dal prog­et­to ‘Ban­com­heart’ è emer­so che gli ital­iani maschi tra i 18 e i 40 anni han­no una prevalen­za di fib­ril­lazione atri­ale 4 volte più alta” del­la media del­la popo­lazione gen­erale.

L’iniziativa pun­ta anche sui ragazzi. Pochi giorni fa un 14enne di Napoli si è accas­ci­a­to improvvisa­mente men­tre gio­ca­va a cal­cet­to ed è mor­to in segui­to ad un arresto car­dia­co. “Fare un Ecg anche ai ragazzi può sal­vare loro la vita — ricor­da il pres­i­dente di Fon­dazione per il tuo cuore — L’occhio esper­to del­lo spe­cial­ista è in gra­do di sco­prire la pre­sen­za di patolo­gie maligne che cov­ano e mag­a­ri sono ered­i­tarie. Poi — con­clude — è fon­da­men­tale che le famiglie e i ragazzi conoscano i fat­tori di ris­chio ed impar­i­no a con­trastar­li”.

OCCHIO AL COLESTEROLO CATTIVO Parte dunque in tut­ta Italia la dec­i­ma edi­zione del­la Cam­pagna nazionale per il Tuo cuore 2019 per la pre­ven­zione alle malat­tie car­dio­vas­co­lari. E nel giorno del debut­to gli esper­ti ricor­dano agli ital­iani l’importanza del­la pre­ven­zione e del con­trol­lo del coles­tero­lo ‘cat­ti­vo’ per un cuore sano. “Il lavoro di Anm­co quest’anno si con­cen­tra in par­ti­co­lar modo sul­la sen­si­bi­liz­zazione rispet­to ai val­ori lipidi­ci del coles­tero­lo Ldl, noto anche come ‘coles­tero­lo cat­ti­vo’”, dichiara Domeni­co Gabriel­li, pres­i­dente nazionale Anm­co e diret­tore del­la U.O. di Car­di­olo­gia dell’Ospedale Civile Augus­to Mur­ri di Fer­mo.

Anche per ques­ta edi­zione — aggiunge — sono pre­viste tante inizia­tive in tutte le cit­tà che han­no ader­i­to alla Cam­pagna, molte delle quali riv­olte alla pre­ven­zione e all’educazione a un cor­ret­to stile di vita che per­me­t­ta di avere un cuore sano”. Dal 9 al 17 feb­braio oltre 150 Car­di­olo­gie sul ter­ri­to­rio nazionale apri­ran­no gra­tuita­mente le porte al cit­tadi­no per sen­si­bi­liz­zare la popo­lazione sul tema del­la pre­ven­zione car­dio­vas­co­lare. Sono pre­visti per l’occasione screen­ing car­di­o­logi­ci per­son­al­iz­za­ti, divul­gazione di mate­ri­ale infor­ma­ti­vo, dibat­ti­ti con gli esper­ti e attiv­ità di edu­cazione san­i­taria. L’elenco delle Car­di­olo­gie ader­en­ti alla Cam­pagna è disponi­bile sul sito: www.periltuocuore.it. La Cam­pagna per il Tuo cuore 2019 sarà atti­va anche sui social con l’hashtag #periltuocuore2019. Durante la set­ti­mana ‘per il Tuo cuore’ e per tut­to l’anno, è inoltre pos­si­bile sostenere le attiv­ità di ricer­ca e pre­ven­zione delle malat­tie car­dio­vas­co­lari del­la Fon­dazione. Per conoscere le diverse modal­ità di don­azione: www.periltuocuore.it.  /www.adnkronos.com/salute/medicina/2019/02/09

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.