Canzoni col burka”, sovranisti contro Mahmood

Canzoni col burka, sovranisti contro Mahmood

Can­zoni “col bur­ka” che met­tono “a ris­chio la tradizione musi­cale ital­iana”. Alessan­dro Mah­mood ha vin­to il Fes­ti­val di San­re­mo da poco più di 48 ore e un’ondata di com­men­ti con­tin­ua a invadere la rete, fra sovranisti pre­oc­cu­pati per le sor­ti del Paese con­tro “l’islamizzazione forza­ta anche del­la musi­ca” e veri e pro­pri insul­ti dal tono aper­ta­mente razz­ista. A Mah­mood, insom­ma, non si per­dona la sua metà egiziana e gli uten­ti non fan­no nul­la per nascon­der­lo. E poco impor­ta se il can­tante sia ital­ianis­si­mo, nato a Milano da madre sar­da.

 

Se da un lato si gri­da infat­ti al com­plot­to — si par­la di “fes­ti­val pilota­to” da “espo­nen­ti pid­i­oti” per far vin­cere “l’extracomunitario” -, dall’altro c’è chi vor­rebbe appli­care la for­mu­la dei por­ti di salvini­ana memo­ria anche ai can­tan­ti di San­re­mo: “Per­ché — scrivono — non chi­ud­ere il fes­ti­val agli stranieri, pri­ma gli ital­iani”. Del resto, spie­gano, “arrivano pri­mi da tutte le par­ti, ormai non ci sono più ital­iani veri che sap­pi­ano cantare…”. L’importante, però, è avver­tire il can­tante: “Non bas­ta essere nato in Italia per essere ital­iano! E’ la men­tal­ità che con­ta”. E quale sarebbe la men­tal­ità di Mah­mood? Per alcu­ni la stes­sa “di ogni arabo di mer..” che vor­rebbe “met­tere Maomet­to al pos­to di Gesù”.
Ma i com­men­ti non si lim­i­tano di cer­to alla nazion­al­ità del can­tante: a tenere ban­co anche la pre­sun­ta omoses­su­al­ità dell’artista. Che però non ha mai fat­to com­ing out: “Arabo musul­mano e fro… Evvi­va il Fes­ti­val del­la can­zone ital­iana!”, com­men­tano sprez­zan­ti, men­tre lan­ciano l’avvertimento: “Ora pro­va a tornare al paese tuo e dire che ami gli uomini..sai a quel­li quan­to caz.. gli fre­ga dei rad­i­cal chic che ti han­no regala­to San­re­mo. Vai caro, e non tornare”, il salu­to finale.   www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2019/02/11

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.