Asse mediano, carabiniere ferma ex ispettore di polizia che corre troppo: lui lo prende a bastonate

Cagliari, ex ispettore superiore di polizia aggredisce a bastonate un carabiniere. L’uomo stava correndo a gran velocità sull’asse mediano a bordo di una Mercedes  

Ex ispet­tore supe­ri­ore di polizia aggre­disce a bas­to­nate un cara­biniere.

Ieri pomerig­gio un cara­biniere del­la com­pag­nia di Cagliari, libero dal servizio, è sta­to aggred­i­to e mal­me­na­to da un cagliar­i­tano di 64 anni, ispet­tore supe­ri­ore di polizia in pen­sione, con prece­den­ti penali e di polizia.

Ad innescare il vio­len­to rap­tus dell’uomo sarebbe sta­to un diver­bio sca­tu­ri­to tra i due dovu­to ad una gui­da, sec­on­do quan­to asser­i­to dal cara­biniere (a bor­do del­la pro­pria auto), alquan­to speri­co­la­ta e a forte veloc­ità effet­tua­ta da parte dell’uomo lun­go l’asse medi­ano. Infat­ti il mil­itare, dopo aver affi­an­ca­to la Mer­cedes con alla gui­da l’uomo all’altezza del semaforo di viale Colom­bo, ha provve­du­to a qual­i­fi­car­si mostran­dogli il pro­prio tesseri­no di riconosci­men­to e a con­tes­tar­gli la peri­colosità del­la gui­da tenu­ta.

L’uomo, che nell’occasione ha insul­ta­to il mil­itare, è sta­to fat­to  accostare suc­ces­si­va­mente in viale cimitero. Il cara­biniere, dopo esser­si qual­i­fi­ca­to quale pub­bli­co uffi­ciale, si è avvi­c­i­na­to al 64enne che, dopo aver aper­to il bagagli­aio del­la pro­pria auto, ha estrat­to un bas­tone in leg­no di mez­zo metro e ha inizia­to a per­cuotere vio­len­te­mente il mil­itare alla tes­ta e a un brac­cio. Il cara­biniere ha richiesto al 112 l’intervento di una pat­tuglia ed è sta­to soc­cor­so da qualche pas­sante che ave­va assis­ti­to ai fat­ti.

L’aggressore è sta­to quin­di sot­to­pos­to a perqui­sizione per­son­ale e veico­lare dai mil­i­tari inter­venu­ti, ed è sta­to trova­to in pos­ses­so di un ulte­ri­ore tubo in fer­ro di oltre mez­zo metro e di un altro bas­tone in leg­no di cir­ca 1 m. Sul pos­to è inter­venu­ta un’ambulanza del 118 che, dopo i pri­mi accer­ta­men­ti e med­icazioni del caso, ha trasporta­to il cara­biniere al pron­to soc­cor­so del Brotzu dove è sta­to trat­tenu­to in osser­vazione inten­si­va per le ferite al capo e per le varie con­tu­sioni al volto.
L’aggressore è sta­to trat­to in arresto e accom­pa­g­na­to pres­so la pro­pria abitazione: dovrà rispon­dere dei reati di resisten­za e lesioni a pub­bli­co uffi­ciale  e di por­to di armi e ogget­ti atti ad offend­ere. Ques­ta mat­ti­na­ta il giu­dice ha con­va­l­ida­to l’arresto dispo­nen­do i ter­mi­ni a dife­sa.   

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.