1882–2019: il 3° Reggimento Alpini nella Storia

Dalla nascita per la difesa dei confini nazionali, alle missioni internazionali, al soccorso alpino militare: una selezione dalle pagine di Focus Storia Wars dedicate a questa unità di élite dell’Esercito Italiano.010410L’Esercito Italiano pone particolare rilievo nella formazione del combattente alpino e prevede un addestramento complesso, articolato in tre componenti principali: tecnica (alpinistica e sciistica), sicurezza (soccorso alpino militare, assistenti di pista, servizio Meteomont) e tattica (Mountain Warfare, che consente di perfezionare le capacità di combattimento in montagna e il superamento di ostacoli in ambiente ostile). Trovano inoltre ampio spazio anche il potenziamento e il perfezionamento di capacità più specialistiche, come l’addestramento dei tiratori scelti — svolto dal 3° Reggimento all’interno del poligono di alta montagna di Pian dell’Alpe — e l’arrampicata in vetta di reparto. Foto: addestramento al tiro di precisione nell’ambito del corso di Mountain Warfare, la guerra in montagna.
| COURTESYREGGIMENTO ALPINI13Gli Alpini sono pronti a intervenire anche in complesse operazioni di soccorso, in caso di disastri naturali, ovunque sul territorio italiano. Queste capacità sono state duramente messe alla prova in occasione della tragedia di Rigopiano, nel gennaio del 2017, quando una squadra soccorso del 3° Reggimento è stata imbarcata su un elicottero CH-47 per raggiungere in Abruzzo l’area di crisi, contribuendo al salvataggio dei superstiti rimasti intrappolati nella struttura alberghiera sommersa dalla neve. I team del soccorso alpino, formati e preparati per operare in supporto di unità militari in alta montagna, possono insomma tempestivamente portare assistenza dove serve. Foto: addestramento in quota.focus-storia-wars-32l 3° Reggimento Alpini, che vi raccontiamo nell’articolo di Gianluca Bonci e Gastone Breccia su Focus Storia Wars 32 (in edicola dal 9 febbraio 2019), nel 2017 è stato protagonista della cronaca estera per una missione delicatissima: fronteggiare la minaccia dell’Isis prendendo parte alla protezione della diga di Mosul e dei nostri connazionali della ditta Trevi, che lavorano alla manutenzione dell’importante infrastruttura irachena.www.focus.it/cultura/storia/1882–2019-il-3-reggimento-alpini-nella-storia?gimg=RELATED#imgRELATED

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.