Novembre 2018: onde sismiche fanno il giro del pianeta

Il treno di onde sismiche è stato registrato dai sismografi di tutto il mondo, ma da nessuna parte sul pianeta si è verificato un terremoto.terremoti_isola-di-mayotteL’isola francese di Mayotte, tra il Madagascar e l’Africa: l’11 novembre, a una ventina di km a ovest dell’isola, ha preso avvio un treno di onde sismiche a bassa frequenza che ha fatto il giro del globo.

Col­le­gati tra loro, il sis­tema di sis­mo­grafi ha per­me­s­so di indi­vid­uare l’origine del flus­so di onde sis­miche: un pun­to a cir­ca 23 km a ovest delle coste di May­otte, una pic­co­la iso­la francese a ovest del Mada­gas­car. Le onde sis­miche han­no mes­so in movi­men­to i sis­mo­grafi di gran parte dell’Africa, quin­di han­no attra­ver­sato l’Oceano Atlanti­co, sono arrivate in Cile per poi spinger­si fino alla Nuo­va Zelan­da, in Cana­da e arrivare persi­no alle Hawaii — a cir­ca 17.000 km di dis­tan­za dal­la sor­gente.

 

geologia, vulcani, onde sismiche, vulcani sottomarini, isole vulcaniche, magma, terremoti
L’isola di May­otte, tra il Mada­gas­car e l’Africa.| GOOGLE

MAI VISTO PRIMA. La pri­ma sor­pre­sa è che i sen­sori dei sis­mo­grafi han­no “lavo­ra­to” per oltre 20 minu­ti, ciò che las­ci­a­va ipo­tiz­zare un vio­len­to ter­re­mo­to in prossim­ità di May­otte. dell’isola africana. Ma si è poi scop­er­to che non vi era sta­to alcun sis­ma, e questo non solo in prossim­ità dell’isola, ma in tut­to il piane­ta. «Non ave­vo mai vis­to nul­la del genere», com­men­ta Göran Ekström, sis­mol­o­go del­la Colum­bia Uni­ver­si­ty (Usa), «non solo per­ché le onde sis­miche han­no inter­es­sato l’intero piane­ta, ma anche per­ché ave­vano una fre­quen­za molto bas­sa, che non è tipi­ca di un “nor­male ter­re­mo­to.» Insom­ma, un bell’enigma che arri­va diret­ta­mente dal cuore del­la Ter­ra.

 

NASCERÀ UNA NUOVA ISOLA? L’unica pos­si­bile cor­re­lazione tra il treno di onde e il pun­to d’origine è lo sci­ame di pic­coli ter­re­moti reg­is­trati in quell’area a par­tire dal­lo scor­so mag­gio. Il più inten­so, di mag­ni­tu­do 5.8, si era ver­i­fi­ca­to pro­prio nel mese di mag­gio: che cosa sta succe­den­do in quel pun­to del piane­ta?

 

geologia, vulcani, onde sismiche, vulcani sottomarini, isole vulcaniche, magma, terremoti
Onde sis­miche a bas­sa fre­quen­za sono state reg­is­trate anche durante l’eruzione del Kilauea, alle Hawaii, pochi mesi fa. | U.S. GEOLOGICAL SURVEY

 

Al momen­to l’ipotesi più conc­re­ta sul tavo­lo è quel­la avan­za­ta dal French Geo­log­i­cal Sur­vey (BRGM, Bureau de Recherch­es Géologiques et Minières), sec­on­do il quale non è da esclud­ere che si trat­ti del­la fase iniziale di un nuo­vo cen­tro di attiv­ità vul­cani­ca sul fon­do dell’oceano. May­otte stes­sa, come altre pic­cole isole dell’area, sono il risul­ta­to di eruzioni vul­caniche avvenute negli ulti­mi mil­len­ni: per i ricer­ca­tori del BRGM è pos­si­bile che sia in atto un movi­men­to mag­mati­co che fino ad oggi era sfug­gi­to ai geolo­gi per­ché quel­la porzione di piane­ta non è mai sta­ta stu­di­a­ta in det­taglio.

 

A sostenere l’ipotesi avan­za­ta dal BRGM è il fat­to che i ter­re­moti con onde sis­miche a bas­sa fre­quen­za sono tipi­ci di un’intensa attiv­ità vul­cani­ca. Se ne sono reg­is­trati numerosi in prossim­ità del vul­cano Nyragon­go, nel­la Repub­bli­ca Demo­c­ra­t­i­ca del Con­go, dove è nota l’esistenza di una cam­era mag­mat­i­ca in con­tin­uo movi­men­to. Fenomeni sis­mi­ci accom­pa­g­nati da onde sim­ili sono sta­ti reg­is­trati anche in prossim­ità del vul­cano Kilauea, alle Hawaii, che pro­prio quest’anno ne ha prodot­ti qua­si ses­san­ta. È dunque una pos­si­bil­ità: sui fon­dali dell’oceano Indi­ano, in prossim­ità di May­otte, potrebbe presto fuo­rius­cire del mag­ma che un giorno sarà forse una nuo­va isola.https://www.focus.it/scienza/scienze

 

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.