Ragazzina stuprata a Jesolo, post choc del poliziotto su Facebook: se l’è cercata

JESOLO «Queste ragazz­ine pen­sano di rime­di­are una can­na facen­do serviziet­ti veloci agli spacciatori…poi trovano quel­lo che invece vuole il servizio com­ple­to e allo­ra piangono per­ché le stuprano…storia vec­chia come il mon­do». Su Face­book, un post del genere, con annes­so arti­co­lo sul­la vio­len­za ses­suale di Jeso­lo, sarebbe già abbas­tan­za aber­rante di suo. Più grave, però, se la spara­ta non arri­va da un utente comune, ma da un poliziot­to ed ex diri­gente di un sin­da­ca­to.

Questo post choc sull’episodio del­lo stupro in spi­ag­gia di una 15enne da parte di un sene­galese, insieme ad altri dal con­tenu­to dis­cutibile («Cuc­chi val­e­va poco da vivo e da mor­to è diven­ta­to un affarone»), han­no scate­na­to un ciclone di polemiche, agi­ta­to dal­la blog­ger e gior­nal­ista Sel­vaggia Lucarel­li. L’autore è Mau­ro Maistro, poliziot­to in servizio al com­mis­sari­a­to di Adria, fino a un mese fa seg­re­tario del Coisp di Rovi­go. 

https://www.leggo.it/italia/cronache/stupro_jesolo_mauro_maistro_poliziotto_rovigo-3944045.html

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.