PRIMA IL MAGISTRATO COL FIGLIO CHE ASSALTAVA SUPERMERCATI CON LA MITRAGLIETTA, POI IL GIUDICE DELLA CORTE COSTITUZIONALE INDAGATO PER PECULATO D’USO. E NOI DOVREMMO AVER FIDUCIA NELLE SENTENZE DI QUESTA GENTE?!

POSTA! — L’INCONSISTENTE MARTINA REGGENTE DEL PD? MA ALLORA MEGLIO LA BOSCHI CON LE AUTOREGGENTI! — PRIMA IL MAGISTRATO COL FIGLIO CHE ASSALTAVA SUPERMERCATI CON LA MITRAGLIETTA, POI IL GIUDICE DELLA CORTE COSTITUZIONALE INDAGATO PER PECULATO D’USO. E NOI DOVREMMO AVER FIDUCIA NELLE SENTENZE DI QUESTA GENTE?

Rice­vi­amo e pub­blichi­amo:

RENZI BOSCHI RENZI BOSCHI

Let­tera 1

Caro Dago, Ren­zi dice che non lascerà mai il futuro agli altri. In lin­ea con quan­to fat­to da Ban­ca Etruria per i risparmi­a­tori.

Bar­baPe­ru

Let­tera 2

Caro Dago, l’inconsistente Mar­ti­na reggente del Pd? Ma allo­ra meglio la Boschi con le auroreggen­ti!

Raphael Colon­na

Let­tera 3

Caro Dago, un vero eroe Benedet­to XVI. Alla sua età e con la salute pre­caria si erge a dife­sa del­la Chiesa gius­ti­f­i­can­do le “male­fat­te” del del suo suces­sore, il modesto Papa Francesco.

Nick Mor­si

Let­tera 4

Caro Dago, Di Maio: “Si gio­ca sul­la pelle degli ital­iani”. Par­la delle Olimpia­di inver­nali di Tori­no?

Rob Peri­ni

Let­tera 5

SALVINI - DI MAIO - BERLUSCONI - RENZI SALVINIDI MAIOBERLUSCONIRENZI

Caro Dago, non ho capi­to una cosa sul lim­ite al doppio manda­to dei Cinquestelle. Se si dovesse andare al voto a breve, vuoi per­chè non si riesce a for­mare un gov­er­no, vuoi per­chè si mod­i­fi­ca la attuale legge elet­torale, i vari Di Maio, Tav­er­na, Lom­bar­di, ecc. ecc., sparireb­bero dalle future liste per­chè avreb­bero alle spalle già due man­dati (uno com­ple­to ed uno breve)? O tir­eran­no fuori una dero­ga ad per­son­am? Questo è un chiari­men­to assai impor­tante per i Cit­ta­di­ni che sapreb­bero così per cosa tifare …

Audace­cip­i­ace

Let­tera 6

renzi boschi ren­zi boschi

Caro Dago, meglio cli­toridec­tomiz­za­ta che salviniz­za­ta, mugo­la dal web Valenti­na Nap­pi. Bea­ta lei che ha “dato” tan­to e può per­me­t­ter­si di dar­ci — dar­si — un taglio, ma per­chè a pren­der­lo da ter­go dob­bi­amo con­tin­uare noi?

Gior­gio Colom­ba

Let­tera 7

Caro Dago, dopo il mag­is­tra­to col figlio che assalta­va super­me­r­cati con la mitragli­et­ta, il giu­dice del­la Corte cos­ti­tuzionale inda­ga­to per pec­u­la­to d’uso. E noi dovrem­mo aver fidu­cia nelle sen­ten­ze di ques­ta gente qua?

Antonel­lo Risor­ta

Let­tera 8

Preclaro Dago, non capis­co tut­to questo casi­no inglese sul ten­ta­to omi­cidio del­la ex spia rus­sa.… da quan­do mon­do è mon­do le spie che tradis­cono o las­ciano il loro paese sono dead men walk­ing… Purtrop­po (forse) la lon­ga manus dell’FSB (ex KGB) l’ha trova­to ed ha ese­gui­to la sen­ten­za di soli­to abit­uale per quel­li come lui. (strana­mente fallendo…mah!! )

DI MAIO SALVINI DI MAIO SALVINI

Ma di sicuro sarà suc­ces­so lo stes­so, a par­ti inver­tite, per i tra­di­tori di MI5, CIA, DGSE, MSS, Mossad ecc… Nul­la di nuo­vo sot­to il sole… fa parte dei rischi del mestiere… solo un pò di casi­no medi­ati­co ad uso e con­sumo dei media con­tro il nuo­vo cat­ti­vo.. Putin.. ormai accusato di tut­to… man­ca solo che lo accusi­no delle buche di Roma.

Asgaqlun

Ps Ho las­ci­a­to fuori i servizi ital­iani per­chè noi queste cose non le fac­ciamo, ma non per­chè non siamo cat­tivi, ma per­chè man­ca la mate­ria pri­ma… infat­ti chi mai avrebbe inter­esse a accogliere una ex spia ital­iana… che viene da servizi che non sono neanche capaci di riportare in patria (o punire in loco) un pluri­as­sas­si­no che si abbron­za beato sulle spi­agge brasil­iane…

Asq

Let­tera 9

BERLUSCONI ED IL SUDORE DI SALVINI BERLUSCONI ED IL SUDORE DI SALVINI

Dunque vedi­amo un po’: due Par­ti­ti zep­pi di com­pe­ten­ti, di onni­sci­en­ti, di lau­re­ati, di per­spi­caci, di volponi, di alti, di bel­li, di bion­di, di sco­pa­tori e di sco­pati con­cepis­cono e votano il pri­mo una Legge con la quale sbat­tono fuori dal Par­la­men­to il loro Capo, ren­den­do­lo un pregiu­di­ca­to che scam­pa la galera solo per­ché siamo in Italia e l’altro una Legge elet­torale con la quale viene asfal­ta­to ; il tut­to ad opera di un bran­co di incom­pe­ten­ti, di igno­ran­ti, di sce­mi, di alloc­chi, di bassi, di brut­ti, di gri­gi e di impo­ten­ti diret­ti .…. da un comi­co.  Vai avan­ti tu, che a me me viè da ride !!!

San­til­li Edoar­do

Let­tera 10

Caro Dago, pas­sare da “se per­do me ne vado” a un più con­sono “ve la farò pagare, resterò incol­la­to alla poltrona almeno dieci leg­is­la­ture, come Casi­ni” è davvero un atti­mo. Nel frat­tem­po si per­pet­ua il rito del­la con­vo­cazione dei soci di mino­ran­za di Berlus­coni a palaz­zo Grazi­oli, la reg­gia del Capo. Col dovu­to dis­gus­to

Gian­lu­ca

Let­tera 11

berlusconi salvini meloni berlus­coni salvi­ni mel­oni

Seguo Mugh­i­ni con sim­pa­tia, finchè ce la fac­cio, ma quan­do dice, per dirne una, che il PD deve andare all’opposizione per vig­i­lare sul deb­ito pub­bli­co, che sot­to gli ulti­mi gov­erni pid­di­ni è schiz­za­to alle stelle, beh, pas­so all’articolo dopo sen­za rimpianti.Una delle cose chiare di queste elezioni è l’insofferenza ver­so la mitiz­zazione del­la sin­is­tra supe­ri­ore a pre­scindere.

Salu­ti Blue Note

Let­tera 12

A me ones­ta­mente Berlus­coni ha rot­to i coglioni (fà anche rima). E’ pos­si­bile che ogni vol­ta che deve insultare un avver­sario tiri fuori il fat­to che sono dei cre­ti­ni per­chè non lau­re­ati ? Farebbe meglio a guardare pri­ma in casa sua con due pre­mi nobel come Mari­na e Pier­sil­vio che nonos­tante tut­ti i sol­di spe­si da papà in scuole e uni­ver­sità pri­vate non han­no uno strac­cio di lau­rea. Sono due cre­ti­ni? Scrive un gen­i­tore con una figlia con tre lau­ree dot­tora­to e scuo­la di spcial­iz­zazione tut­to­ra pre­caria?

Il toscano

titti improta tit­ti impro­ta

Let­tera 13

Gen­til Dago, una bion­da gior­nal­ista di Canale 21, don­na Tit­ti Impro­ta, ha chiesto a Mau­r­izio Sar­ri se, dopo il  pareg­gio con l’Inter, la cor­sa del Napoli ver­so lo scud­et­to fos­se com­pro­mes­sa o meno. La rispos­ta del tec­ni­co, come un Berlus­ca qualunque : “Sei don­na e sei cari­na. Per­ciò non ti man­do a f.…”.

Evi­den­te­mente, pur viven­do da 3 anni nel­la bel­la cit­tà parteno­pea,  il tec­ni­co toscano non conosce una cele­bre frase  del principe Anto­nio de Cur­tis, in arte Totò (1898–1967) : “Sig­nori si nasce. E io lo nac­qui.…”. Il ner­vo­sis­mo, che Sar­ri sta dimostran­do nell’avvincente duel­lo con la Juven­tus di Max Alle­gri, più abit­u­a­ta a com­petere ad alti liv­el­li, ricor­da un’asserzione di Giulio Andreot­ti (1919–2013) : “Il potere (anche sporti­vo : Nda) logo­ra chi non ce l’ha.…”.

Osse­qui.

Pietro Manci­ni

titti improta-620x434 tit­ti impro­ta-620x434

Let­tera 14

Caro Dago, Fel­tri dice che Berlus­coni col suo 14% dovrebbe andare all’ospizio. Ma il tan­to acclam­a­to Di Pietro nel peri­o­do di mag­gior ful­go­re — Europee del 1999 — prese il 7,7%…

A.Reale

Let­tera 15

Caro Dago, Trump cac­cia Rex Tiller­son e nom­i­na Mike Pom­peo Seg­re­tario di Sta­to. Al suo pos­to, a capo del­la Cia, Don­ald nom­i­na Gina Haspel, pri­ma don­na a rico­prire quell’incarico. Niente male per un maschilista!

San­dro Celi

Let­tera 16

MAURIZIO SARRI MAURIZIO SARRI

Caro DAGO, alfiera­mente par­lan­do: Sar­ri, Sar­ri, for­tis­si­ma­mente Sar­ri. Più che un gen­tle­man, un vero Mis­ter. A cui non Impro­ta una maz­za di nes­suna-o.

Salu­ti, Labond

Let­tera 17

Miti­co Dago, una cosa da queste elezioni si è capi­ta, lo stipen­dio di Fazio e i con­tribu­ti all’editoria per incen­sare Ren­zi sono sol­di but­tati!

Stefano55

Let­tera 18

Caro Dago, l’elettorato grilli­no spac­ca­to a metà, ma leg­ger­mente più propen­so ad allear­si con la Lega di Mat­teo Salvi­ni che con il Pd. Quin­di Di Maio e rimas­to iso­la­to nel dire che il M5S gov­ern­erà da solo?

EPA

Let­tera 19

Caro Dago, due auto inghiot­tite da una vor­agine che si è aper­ta sul­la Gian­i­colense a Roma. La Rag­gi con­tin­ua a dare buca.

virginia raggi meme vir­ginia rag­gi meme

John Doe Junior

Let­tera 20

Caro Dago, a propos­i­to di fake news. Per­chè i media si osti­nano a dire che man­ca la mag­gio­ran­za ed il gov­er­no, quan­do le camere si insedier­an­no il 23 mar­zo prossi­mo? Se non erro sono gli stes­si media che han­no indov­ina­to i risul­tati elet­torali amer­i­cani, tedeschi ed ital­iani. Si ricordi­no che il tifo è un otti­mo col­lante, ma lo è anco­ra di più il potere.

ilm’ot

Let­tera 21

Caro Dago, ormai Berlus­coni lo dà per scon­ta­to. Il film di Sor­renti­no su si lui è come “La coraz­za­ta Potëmkin”: una caga­ta pazzesca!

Gripp

Let­tera 22

PCI PCI

Caro Dago, ti rac­con­to una sto­ria. C’era una vol­ta un ital­iano che da ragaz­zo vende­va “L’Unità” la domeni­ca mat­ti­na. Figlio di comu­nisti, comu­nista anch’esso, si iscrisse alla FGCI e diven­tò seg­re­tario di sezione, con­tin­uan­do a vendere “L’Unità” la domeni­ca mat­ti­na. È così per tan­tis­si­mi anni e per tan­tis­si­mi PCI. I pri­mi dub­bi gli ven­nero quan­do ci fu ques­ta Margheri­ta (gli ex avver­sari) che si instal­lò è tut­to com­in­ciò a sfiorire.

I dub­bi diven­nero certezze quan­do gli votarono la Legge Fornero in una notte e il Job­s­Act Act e la Buona Scuo­la e tut­to il cucuz­zaro ren­ziano di com­ple­men­to. Già nel 2014, quel­lo del tri­on­fo alle europee, questo ital­iano medio ave­va capi­to tut­to: che Ren­zi era Ren­zi e che avrebbe sfonda­to la sin­is­tra del lavoro e spac­ca­to il par­ti­to. E si  stupi­va come chi dove­va capire (i diri­gen­ti del Pd, i media, i mil­i­tan­ti) non capisse. Arrivò persi­no a pen­sare che si fos­sero rincoglion­i­ti tut­ti, come pre­si da incan­ta­men­to. Com­in­ciò a votare i Cinquestelle, aspet­tan­do tut­ti al var­co. Ora ha vin­to, ma in fon­do ha per­so. Non sa più bene. Salu­ti.

G.F.

Let­tera 23

MATTEO RENZI GIOCA AI VIDEOGAME MATTEO RENZI GIOCA AI VIDEOGAME

Bisogna far­lo ogni tan­to! Bisogna dare atto a chi fa il suo, che lo fa bene. Che ha i coglioni per far­lo, e nel nos­tro caso anche la fac­cetta gius­ta. Sem­bra quel­la di un frat­i­cel­lo frances­cano, mag­a­ri di quel­li dell’ordine dei minori (minori si fa per dire, vis­to che cat­toli­ca­mente chi è minore diven­ta poi mag­giore nell’altro mon­do), che non bada tan­to alla retor­i­ca, alla for­ma este­ri­ore (per car­ità non gli man­ca nul­la quan­to ad apparire, ma par­lo del­pavoneg­gia­r­si che molti fan­no anche se di pavone han­no solo l’one finale, vedi appun­to un ren­zi qualunque), che appare una per­sona paci­fi­ca..

MATTEO RENZI CON MERCEDES MATTEO RENZI CON MERCEDES

E invece da quan­do lo seguo come pro­fes­sion­ista dell’informazione, ma soprat­tut­to come diret­tore di gior­nale, il “nos­tro” non fa scon­ti ad alcuno . Fac­cetta sobria ma quan­do scrive, zac, fa il sar­to bres­ciano, ossia taglia con le for­bici dove serve. Ho segui­to negli anni — come dice­vo — i suoi arti­coli e i suoi gior­nali, le sue varie peripezie tra angeli, angeluc­ci e diavoli rossoneri, ma a mio mod­es­tis­si­mo, anzi micro, parere, rimane un vero e pro­prio killer (nel sen­so buono del ter­mine), anzi un boun­ty killer di west­er­n­i­ana (all’italiana) memo­ria.

Quan­do infat­ti il nos­tro prende di mira qual­cuno, il tizio/a a mio avvi­so è per­du­to, o quan­to meno le prende sode e non può fare altro che cuc­carse­le via. Il “nos­tro” che voglio un pò lodare oggi, forse lo avran­no capi­to anche i botoli, si chia­ma Mau­r­izio Belpi­etro, bres­ciano burbero, con il vizio di stare a destra e din­torni, il quale fa il suo dovere di gior­nal­ista come si deve, guardan­do poco in fac­cia ai poten­ti di turno.

giuseppe sala matteo renzi giuseppe sala mat­teo ren­zi

Anche — e forse soprat­tut­to adesso — nel­la sua nuo­va avven­tu­ra con “La Ver­ità”, i suoi edi­to­ri­ali e gli arti­coli del suo gior­nale sono forse quel­li più liberi oggi in Italia. Tan­to è vero, non per nul­la, che il nos­tro pesca­tore di arti­coli Dagospino ne fa razz­ia qua­si quo­tid­i­ana. E qui fa bene, mica è sce­mo! Per mia delizia, poi, in questi ulti­mi anni e mesi ha mes­so nel suo miri­no calan­dri no ren­zi in una maniera tale che fa anche sor­rid­ere, ma che ci sta tut­ta!

Ogni giorno il duo malde­stro ren­zi-boschi è sta­to inse­gui­to, stu­di­a­to, ped­i­na­to, vivisezion­a­to nell’unico nobile inten­to di dimostrarne pochez­za polit­i­ca, facilone­r­ia, incon­sis­ten­za, etc etc (l’elenco è lun­go). Ma quel­lo che Dagospino ha pub­bli­ca­to oggi è un pò un bilan­cio, una sin­te­si otti­ma, sul­la figu­ra del calan­dri­no, per­son­ag­gio figlio del­la cul­tura dell’oggi, ossia cre­ato dal­la tv e dal­la pub­blic­ità, paro­laio fino all’esaurimento di chi lo ascol­ta, sedi­cente cat­toli­co (questo lo dico io), bul­lo ad oltran­za e, a quan­to pare dal testo di oggi, pure peri­coloso nel cac­cia­re e minac­cia­re.

matteo renzi meme socialisti gaudenti mat­teo ren­zi meme social­isti gau­den­ti

Ecco, in Italia ci vor­reb­bero tan­ti altri belpi­etri, che invece di gen­u­flet­ter­si a questo o a quel capoba­s­tone facessero sem­plice­mente il pro­prio dovere di gior­nal­isti, in modo di dare cor­po effet­ti­va­mente alla fun­zione del­la stam­pa, quel­la di essere al servizio del­la gente e non dei poveri inutili politi­ci di oggi. Vai così mau­r­izio.

Luciano

 

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.