Piogge non hanno riempito invasi, dimezzati al sud

Anbi, situazione migliore al nord, laghi si stanno alzando

ROMA — “Il mal­tem­po dei giorni scor­si, con nevi­cate e piogge, ha ris­tora­to ter­ri­tori “asse­tati”, ma non ha risolto lo squilib­rio idri­co, gen­er­a­to da uno dei peri­o­di più cal­di ed arsi del­la sto­ria d’Italia”: è quan­to affer­ma l’Associazione Nazionale dei Con­sorzi per la Ges­tione e la Tutela del Ter­ri­to­rio e delle Acque Irrigue (ANBI).

A 12 mesi di dis­tan­za — pros­egue l’Anbi -, non sono le regioni del Nord a destare le mag­giori pre­oc­cu­pazioni, ben­sì il Merid­ione, dove sono prati­ca­mente dimez­zate le ris­erve idriche pre­sen­ti negli invasi, per altro a riem­pi­men­to pluri­en­nale. Il fenom­e­no è par­ti­co­lar­mente evi­dente in Basil­i­ca­ta (disponi­bil­ità idri­ca a fine Dicem­bre 2017: cir­ca 143 mil­ioni di metri cubi; 2016: cir­ca 329 mil­ioni di metri cubi; 2010: cir­ca 649 mil­ioni di metri cubi), ma anche in Puglia e Sicil­ia. Grave è anche la situ­azione in Sardeg­na, dove le disponi­bil­ità idriche con­tin­u­ano a diminuire, scen­den­do dai cir­ca 1371 mil­ioni di metri cubi del Dicem­bre 2010 agli attuali cir­ca 620.

E’ evi­dente che se lo scor­so anno, con mag­giori disponi­bil­ità d’acqua ad inizio anno, si sono ver­i­fi­cati lim­i­ti nel­la dis­tribuzione irrigua, la prossi­ma sta­gione agri­co­la già si prospet­ta dif­fi­cile — evi­den­zia il Pres­i­dente di ANBI, Francesco Vin­cen­zi -. Diver­sa è la situ­azione nel Nord del Paese, dove i gran­di laghi, pur restando sot­to le medie sta­gion­ali, sono in rapi­do rialza­men­to dei liv­el­li”.

Il susseguir­si di situ­azioni mete­o­ro­logiche incon­suete sul nos­tro Paese, carat­ter­iz­zate dal­la estrem­iz­zazione degli even­ti — con­clude il Diret­tore Gen­erale di ANBI, Mas­si­mo Gargano — con­fer­ma la neces­sità di avviare sol­lecita­mente il Piano Nazionale degli Invasi, inser­i­to per la pri­ma vol­ta nel­la Legge di Sta­bil­ità”.

(ANSA)

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.