L’oro riciclato dai computer trova nuova vita nei gioielli

Dell presenta anelli e orecchini disegnati da attrice Nikki Reed

ROMA, 12 GEN — I com­put­er trovano nuo­va vita nei gioiel­li. Al Ces, la fiera dell’elettronica di con­sumo in cor­so a Las Vegas, l’azienda infor­mat­i­ca Dell ha pre­sen­ta­to una collezione di monili real­iz­za­ta con l’oro rici­cla­to dalle schede madri dei pc. A dis­eg­narla, l’attrice e attivista Nik­ki Reed.

La lin­ea di gioiel­li si chia­ma Cir­cu­lar Col­lec­tion e com­prende anel­li, orec­chi­ni e gemel­li dal­la for­ma cir­co­lare.

L’oro, a 14 e 18 carati, si accom­pa­gna ad opali di prove­nien­za eti­ca­mente cer­ti­fi­ca­ta.

Oltre ai gioiel­li, Dell ha annun­ci­a­to che userà oro rici­cla­to anche per pro­durre nuove schede madri dei com­put­er. La com­pag­nia si è impeg­na­ta a usare 45mila ton­nel­late di mate­ri­ali rici­clati nei suoi prodot­ti entro il 2020. E l’impegno ambi­en­tale si estende anche al con­fezion­a­men­to. Dell si è infat­ti aggiu­di­ca­ta il riconosci­men­to per l’innovazione del Ces gra­zie agli imbal­lag­gi fat­ti con i rifiu­ti plas­ti­ci rac­colti sulle spi­agge.

Con la sem­pre mag­giore per­va­siv­ità di smart­phone, com­put­er e altri dis­pos­i­tivi, la spaz­zatu­ra hi-tech è in con­tin­ua cresci­ta.

Stan­do al rap­por­to “Glob­al E-waste Mon­i­tor 2017” delle Nazioni Unite, i rifiu­ti elet­tron­i­ci nel 2016 han­no rag­giun­to 44,7 mil­ioni di ton­nel­late su scala glob­ale, un peso che è pari a 9 volte quel­lo del­la piramide di Cheope, in Egit­to, o a quel­lo di 4.500 tor­ri Eif­fel parig­ine.

I mate­ri­ali grezzi recu­per­abili dai rifiu­ti elet­tron­i­ci — tra cui oro, plati­no, argen­to, rame e pal­la­dio — han­no un val­ore sti­ma­to in 55 mil­iar­di di dol­lari. Tut­tavia il rici­clo è doc­u­men­ta­to solo per 8,9 mil­ioni di ton­nel­late di rifiu­ti. La mag­gior parte dei vec­chi dis­pos­i­tivi finisce nelle dis­cariche insieme ai met­al­li rari che con­tiene.   (ANSA)

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.