In Madagascar 18 nuovi ragni pellicano, sono killer spietati

Erano considerati estinti. Sono cannibali, mangiano altri ragni

Mada­gas­car, cop­er­ti 18 nuovi Rag­ni Pel­li­cano (foto: Han­nah Wood)

Mada­gas­car, scop­er­ti 18 nuovi Rag­ni Pel­li­cano — (Foto: Niko­lai Scharff)

Mada­gas­car, cop­er­ti 18 nuovi Rag­ni Pel­li­cano (foto: Han­nah Wood)

Mada­gas­car, scop­er­ti 18 nuovi Rag­ni Pel­li­cano — (Foto: Niko­lai Scharff)

Mada­gas­car, scop­er­ti 18 nuovi Rag­ni Pel­li­cano — (Foto: Jere­my Miller)

Han­no un aspet­to curioso per essere rag­ni, per­ché assomigliano a dei pel­li­cani in miniatu­ra, ma han­no un com­por­ta­men­to decisa­mente più sub­do­lo e aggres­si­vo, perfi­no can­ni­bale. Sono i rag­ni pel­li­cano del Mada­gas­car, con­siderati estin­ti fino a pochi decen­ni fa, che ven­gono descrit­ti in uno stu­dio pub­bli­ca­to su ZooKeys che doc­u­men­ta l’esistenza di 18 nuove specie.

La ricer­ca è frut­to del lavoro di Han­nah Wood del­la Smith­son­ian Insti­tu­tion e di Niko­laj Scharff dell’Università di Cope­naghen. Gli scien­ziati descrivono anche con foto det­tagli­ate 26 specie di rag­ni pel­li­cano, tra cui 18 fino­ra sconosciute.

Sono rag­ni noti non solo per il loro aspet­to insoli­to, spie­ga Wood, ma anche per il modo in cui usano i loro lunghi col­li e le par­ti del­la boc­ca sim­ili a mas­celle per cac­cia­re altri rag­ni.

Sono dei preda­tori spi­etati che agis­cono nelle foreste di notte, seguen­do i fili delle rag­natele di altri rag­ni per arrivare alle loro prede. Una vol­ta stanate, le vit­time ven­gono “impalate” dalle lunghe mas­celle e tenute lon­tane dal pro­prio cor­po finché non muoiono, per evitare con­trat­tac­chi. Sono dei “fos­sili viven­ti”, aggiunge la ricer­ca­trice, molto sim­ili alle specie trovate nei fos­sili di 165 mil­ioni di anni fa. La loro pre­sen­za sot­to­lin­ea anche l’importanza di preser­vare la bio­di­ver­sità del Mada­gas­car, minac­cia­ta prin­ci­pal­mente dal­la defor­estazione.

(ANSA)

 

 

Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.