Basilicata, Emilia Romagna e Sud Tirolo tra mete 2018 del New York Times

Tre destinazioni italiane tra arte, cinema, buon cibo e benessere

Matera iStock. VIAGGIART

Fico Eataly World a Bologna

MATERA - La Basilicata con Matera, l'Emilia Romagna con il Fulgor e Fico e il Sudtirolo, "rinata" culla di benessere: tre mete italiane si sono piazzate nell'annuale classifica delle destinazioni da non mancare nel 2018 del New York Times.

Il quotidiano americano pubblica oggi la sua "top 52", un luogo dei sogni per ogni settimana dell'anno. In testa alla classifica stavolta è New Orleans, seguita dalla Colombia che si riapre al mondo dopo la fine della guerra civile e, al terzo posto, dalla citta' dei "Sassi" che nel 2019 sara' capitale europea della cultura e della sua intera regione.

"E' l'occasione per visitare questa regione dell'Italia meridionale prima che il resto del mondo se ne accorga", spiega il Times che definisce la Basilicata "il segreto italiano meglio conservato" per le sue bellissime spiagge, le antiche citta' e l'assenza di criminalità: "Almeno per ora, assicura il giornale, il segreto è al sicuro".

Ci sono scelte ovvie nella lista, ad esempio i Caraibi, ma con uno spin che motiva il turista e rende il viaggio di attualità: "Visitando le isole si darà una mano a farle risollevare dal passaggio degli uragani del 2017".

L'Emilia Romagna è al 40/​o posto grazie alla riapertura del cinema Fulgor a Rimini "dove Federico Fellini guardò i suoi primi film" e che il 20 gennaio diventerà la Casa del Cinema. E il viaggio lungo la Via Emilia non sarà completo senza una sosta alle porte di Bologna: la mecca agro-​alimentare di Fico EatalyWorld è "un nuovo omaggio di dieci ettari alla cucina italiana".

L'Italia, con i suoi 52 siti Unesco, usualmente ha almeno una meta inserita nella "top 52" da visitare del New York Times.

L'anno scorso l'unica meta italiana della classifica fu la Calabria, scelta "per le sue offerte culinarie fuori dalle regioni degli itinerari turistici piu' consueti".

(ANSA)

Share /​ Condividi:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.