UN LAVORATORE DELLUNIONE SINDACALE DI BASE DURANTE UN PICCHETTO E’ STATO ASSASSINATO ALLA GLS DI PIACENZA.

UN LAVORATORE DELLUNIONE SINDACALE DI BASE DURANTE UN PICCHETTO E’ STATO ASSASSINATO ALLA GLS DI PIACENZA.

PIACENZA 14 set­tem­bre ore 23.45 si muore per lot­tare si muore per i dirit­ti.
“Ammaz­za­te­ci tut­ti” è il gri­do dei lavo­ra­tori del­la logis­ti­ca di Pia­cen­za.
Un nos­tro com­pag­no, un nos­tro fratel­lo è sta­to assas­si­na­to
durante il pre­sidio e lo sciopero dei lavo­ra­tori del­la SEAM, dit­ta in appal­to del­la GLS ques­ta notte davan­ti ai mag­a­zz­i­ni dell’azienda.
Il gravis­si­mo fat­to è l’epilogo di una ser­a­ta di gravi ten­sioni, la USB ave­va indet­to una assem­blea dei lavo­ra­tori per dis­cutere del man­ca­to rispet­to degli accor­di sot­to­scrit­ti sulle assun­zioni dei pre­cari a tem­po deter­mi­na­to.
Di fronte al com­por­ta­men­to dell’azienda i lavo­ra­tori, che era­no rimasti in pre­sidio davan­ti ai can­cel­li, han­no inizia­to lo sciopero imme­di­a­to. Pro­prio durante azione di sciopero, un lavo­ra­tore, padre di 5 figli e imp­ie­ga­to nell’azienda dal 2003, è sta­to assas­si­na­to, sot­to lo sguar­do degli agen­ti di polizia da un camion in cor­so che ha forza­to il bloc­co.
Questo assas­sinio è la trag­i­ca con­fer­ma del­la insosteni­bile con­dizione che i lavo­ra­tori del­la logis­ti­ca stan­no viven­do da trop­po tem­po. L’USB si impeg­na alla mas­si­ma denun­cia dell’accaduto: vio­len­za, ricat­ti, minac­ce, assen­za di dirit­ti e di sta­bil­ità sono la nor­ma inac­cetta­bile in questo set­tore.
Oggi 15 set­tem­bre alle ore 11.00 con­feren­za stam­pa davan­ti al mag­a­zz­i­no di Pia­cen­za
https://www.facebook.com/
Share / Con­di­vi­di:
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da grognards . Aggiungi il permalink ai segnalibri.