Torino. Abbandona il cane in autostrada, muore in un incidente 300 metri dopo

addaura-350x263 Stava percorrendo l’autostrada A4, quando ha accostato in corsia d’emergenza per legare il proprio cane al guard raid ed abbandonarlo.

Compiuto il miserabile gesto, il 37enne torinese è risalito a bordo dell’auto ripartendo, tutto ripreso dalle telecamere dell’Anas che hanno immortalato la scena.

Poi la tragedia, dopo aver percorso circa trecento metri, l’automobilista, probabilmente a causa della velocità eccessiva, ha perso il controllo dell’automobile, urtando contro il guard rail e ribaltandosi più volte.

I soccorsi non hanno potuto fare altro che estrarre dalle lamiere il corpo senza vita dell’uomo.

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​6​/​0​7​/​t​o​r​i​n​o​-​a​b​b​a​n​d​o​n​a​-​i​l​-​c​a​n​e​-​i​n​-​a​u​t​o​s​t​r​a​d​a​-​m​u​o​r​e​-​i​n​-​u​n​-​i​n​c​i​d​e​n​t​e​-​3​0​0​-​m​e​t​r​i​-​d​o​po/

Share /​ Condividi:

Turchia. Vittorio Feltri: “Tifavo per i golpisti”

addaura-350x263 "Spero che la Turchia non entri in Europa, ci manca solo Erdogan che sta sempre più assumendo sembianze e metodi di Hitler. Con tutta franchezza dico che avrei preferito che vincessero i golpisti che se non altro sono laici, almeno così pare".

Così il direttore di 'Libero' Vittorio Feltri, ospite a 'In onda' su La7 ha commentato il tentativo di golpe in Turchia.

"Erdogan – continua Feltri – che era partito come laico, sta diventando sempre più islamista e si comporta come se lo fosse. Basta dare un'occhiata alle immagini che hanno pubblicato i quotidiani italiani, in cui si vedono decine e decine di corpi umani denudati e tenuti sdraiati sul pavimento di una palestra per provare raccapriccio e capire con chi abbiamo a che fare".

"Definirlo democratico mi sembra una forzatura inaccettabile – conclude il direttore di 'Libero' – In sostanza se Erdogan si fosse tolto dai piedi avrei avuto un sollievo, invece me lo vedo ancora lì a combinare quello che sta combinando. Se fossi un turco, preferirei la pena di morte piuttosto che avere a che fare con Erdogan e i suoi uomini".

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​6​/​0​7​/​t​u​r​c​h​i​a​-​v​i​t​t​o​r​i​o​-​f​e​l​t​r​i​-​t​i​f​a​v​o​-​p​e​r​-​i​-​g​o​l​p​i​s​ti/

Share /​ Condividi:

Xenofobia. Un rifugiato animatore nel campo estivo “Ritiriamo i nostri figli”

addaura-350x263 -L.M.- Aumenta la becera xenofobia

Tutto è cominciato con il messaggio di una madre su Facebook: "Mi si informa che al centro estivo comunale verranno inseriti uno o due rifugiati. Ritiro mio figlio".

Il riferimento è al fatto che la onlus Il Melograno, che gestisce un campo di gioco per bambini a Peschiera Borromeo, abbia deciso di inserire come "coadiuvante volontario agli educatori " un giovane africano, arrivato dalla Guinea e titolare dello status di rifugiato.

Alla indegna segnalazione della madre xenofoba si sono aggiunti altri genitori che considerano scandalosa la scelta della Onlus, mentre, fortunatamente, c’è chi difende l’iniziativa consigliando di "spiegare ai nostri figli il motivo per cui quelle persone hanno fatto tanta strada e ora giocano con loro".

Il sindaco di Peschiera Borromeo Caterina Molinari, ha fatto presente che il giovane della Guinea è "titolare di protezione internazionale, in possesso di permesso di soggiorno per motivi umanitari. Il Tribunale li ha riconosciuti come regolari cittadini comunitari".

Alla fine, dopo incontri e rassicurazioni, solo una mamma ha ritirato il figlio dal campus estivo. Un'altra madre va ogni giorno a prendere il proprio bambino prima che il ragazzo africano entri in servizio. Una decina di madri, inizialmente combattive, si sono accontentate della rassicurazione che l'anno prossimo sarà comunicata con anticipo l'eventuale partecipazione di rifugiati volontari al campus estivo.

Non c’è limite alla vergogna né spazio per i commenti.

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​6​/​0​7​/​x​e​n​o​f​o​b​i​a​-​u​n​-​r​i​f​u​g​i​a​t​o​-​a​n​i​m​a​t​o​r​e​-​n​e​l​-​c​a​m​p​o​-​e​s​t​i​v​o​-​r​i​t​i​r​i​a​m​o​-​i​-​n​o​s​t​r​i​-​f​i​g​li/

Share /​ Condividi:

Malato di Aids pagato per fare sesso con ragazzine per purificarle

addaura-350x263 Pagato per fare sesso con le ragazze che raggiungono la pubertà e malato di Aids.

È un'intervista choc quella che la BBC ha fatto a Eric Aniva, un uomo adulto pagato dai 3 ai 5 dollari per fare sesso con le ragazze nei 3 giorni successivi alla loro prima mestruazione.

Una pratica, già di per se barbara, che è ancora più scioccante visto che l'uomo sa di essere malato di Aids. Quello che è a tutti gli effetti uno stupro su bambine di 12 e 13 anni, viene però definito come una "pulizia sessuale".

«Le ragazze sono felici di venire con me», racconta l'uomo che viene chiamato iena dagli abitanti del villaggio del Malawi in cui si trova, «si sentono donne dopo essere state con me».

Quella di Eric è una vera e propria professione, gli uomini come lui vengono scelti dagli anziani del villaggio per purificare le ragazze e fare in modo che diventino buone mogli e madri.

Le ragazze che hanno subito il rito, però, non sono dello stesso parere e hanno ammesso di averlo compiaciuto perché spaventate e di ricordare i loro incontri con orrore, come qualunque 12enne costretta a fare sesso con un uomo più grande di lui in un periodo così delicato del suo sviuppo.

Come aggravante, riporta il Daily Mail, l'uomo sarebbe malato di Aids e può aver trasmesso il virus a decine di ragazze.

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​6​/​0​7​/​m​a​l​a​t​o​-​d​i​-​a​i​d​s​-​p​a​g​a​t​o​-​p​e​r​-​f​a​r​e​-​s​e​s​s​o​-​c​o​n​-​r​a​g​a​z​z​i​n​e​-​p​e​r​-​p​u​r​i​f​i​c​a​r​le/

Share /​ Condividi:

Coincidenze strane. Il giornalista che filmò le stragi di Nizza e Monaco

addaura-350x263 -L.M– Richard Gutjahr è a Nizza la sera del 14 luglio scorso e riprende la scena con il tir che piomba tra la folla.

Il 22 luglio, incredibilmente, si trova a Monaco di Baviera, proprio davanti al Mc Donald’s, riprende lo stragista solitario mentre spara sui passanti.

Richard è probabilmente il giornalista più fortunato della terra, eppure le circostanze sono troppo straordinarie per essere causali.

Marcello Foa commenta perplesso “Chi filma è dall’altra parte di una strada molto trafficata e l’entrata di un Mc Donald è quanto di più banale ci sia. Ne converrete: è inverosimile che qualcuno decida di fare un filmino proprio lì e proprio mentre il killer esce, alza il braccio e inizia a sparare. Tanto più che quando l’assassino appare, l’inquadratura stringe subito sul folle tiratore. Un caso? Difficile. E allora? E’ evidente che chi ha filmato sapeva quel che stava per accadere. Era lì apposta”.

Richard Gutjahr à un istrione che si definisce un po’ “attore” e un po’ “giornalista indipendente”.

Scavando un po’ si fa una scoperta: la moglie è Einat Wilf, ex deputata israeliana nel partito di Netanyahu, che viene dai ranghi della intelligence militare di Sion e a pensar male, ciò potrebbe spiegare in parte le sue capacità paranormali. addaura-350x263 Einat Wilf, nata a Gerusalemme ma laureata ad Harvard, è tornata in patria per essere arruolata, da tenente, nella Unit 8200 : il corpo (Yehida Shmoneh-​​Matayim) che si dedica alla intelligence “dei segnali” (SIGINT).

Dal curriculum risulta anche essere stata consigliera politica estera del primo ministro Shimon Peres, nonché editorialista del quotidiano israelian Israel HaYom, uno dei media più vicini a Netanyahu ed al Likud.

Lontani dal voler alimentare teorie complottiste, certo è che le anomalie riscontrate sono molteplici: forse due stragi e una stessa strategia.

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​6​/​0​7​/​c​o​i​n​c​i​d​e​n​z​e​-​s​t​r​a​n​e​-​i​l​-​g​i​o​r​n​a​l​i​s​t​a​-​c​h​e​-​f​i​l​m​o​-​l​e​-​s​t​r​a​g​i​-​d​i​-​n​i​z​z​a​-​e​-​m​o​n​a​co/

Share /​ Condividi:

In vacanza con il cane solo a casa: è reato

addaura-350x263 Lasciare il cane a casa quando si va in vacanza è reato.

Lo ha stabilito, come riferisce il portale www​.StudioCataldi​.it, il tribunale di Arezzo che qualche tempo fa ha condannato una donna al pagamento d iun'ammenda di 3mila euro, oltre alle spese di giudizio, per aver lasciato il suo cagnolino solo nel suo appartamento mentre era in ferie, seppur con acqua e cibo.

I vicini di casa, allarmati dai continui pianti dell'animale, hanno chiamato i carabinieri, che hanno trovato il cane in una stanza piena di escrementi e con le scorte di acqua e cibo ormai esaurite.

La proprietaria si è giustificata dicendo di aver lasciato al cagnolino da mangiare e da bere a sufficienza, ma le sue spiegazioni non hanno convinto il giudice che l'ha condannata.

Per il Tribunale di Arezzo infatti la nozione di abbandono, si legge sul portale 'Studio Cataldi', non è da intendersi solamente come "precisa volontà di abbandonare (o lasciare) definitivamente l'animale" ma si configura anche nel non prendersi più cura del cane "ben consapevole della incapacità dell'animale" di poter provvedere a sé stesso.

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​6​/​0​7​/​i​n​-​v​a​c​a​n​z​a​-​c​o​n​-​i​l​-​c​a​n​e​-​s​o​l​o​-​a​-​c​a​s​a​-​e​-​r​e​a​to/

Share /​ Condividi:

Falso allarme a Bruxelles: 15enne con kalashnikov finto urla “sono un terrorista”

addaura-350x263 Momenti di terrore quest'oggi a Bruxelles, dove un ragazzino ha scatenato il panico dopo essersi presentato sul balcone imbracciando un kalashnikov e urlando di essere un terrorista.

Subito scattato l'allarme, la polizia ha appurato come il presunto jihadista non fosse altro che un quindicenne con un'arma finta.

Il ragazzino è stato fermato.

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​6​/​0​7​/​f​a​l​s​o​-​a​l​l​a​r​m​e​-​a​-​b​r​u​x​e​l​l​e​s​-​1​5​e​n​n​e​-​c​o​n​-​k​a​l​a​s​h​n​i​k​o​v​-​f​i​n​t​o​-​u​r​l​a​-​s​o​n​o​-​u​n​-​t​e​r​r​o​r​i​s​ta/

Share /​ Condividi:

Bari. Violenta la ex perchè non si rassegna alla fine della storia

addaura-350x263 I Carabinieri della Stazione di Bari Scalo hanno arrestato un 25enne con l'accusa di aver violentato l’ex fidanzata.

Il giovane, secondo quanto emerso dalle indagini, non si era mai rassegnato alla fine della storia con la ragazza e alla fine ha messo a punto la sua 'vendetta'.

Nel giorno del compleanno dell'ex fidanzata, il giovane, operaio di una ditta delle pulizie, l’ha infatti attirata in uno stanzino degli attrezzi con la scusa di consegnarle un regalo e, dopo aver bloccato l’unica via di fuga, ha abusato sessualmente della giovane che, solo dopo essersi liberata dalla morsa del suo ex compagno, è riuscita finalmente a scappare via e a trovare il coraggio di denunciare tutto ai Carabinieri.

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​6​/​0​7​/​b​a​r​i​-​v​i​o​l​e​n​t​a​-​l​a​-​e​x​-​p​e​r​c​h​e​-​n​o​n​-​s​i​-​r​a​s​s​e​g​n​a​-​a​l​l​a​-​f​i​n​e​-​d​e​l​l​a​-​s​t​o​r​ia/

Share /​ Condividi:

Salvini attacca ancora Boldrini: “Vergognati e cambia mestiere”

addaura-350x263 Continua la polemica tra Matteo Salvini e Laura Boldrini esplosa ieri dopo che il leader della Lega ha definito una bambola gonfiabile "una sosia della Boldrini"

Dopo aver pubblicato numerosi post contro la presidente della Camera e aver lanciato l'hashtag#sgonfialaboldrini, Salvini in diretta live dalla propria pagina Facebook ha alzato i toni dello scontro con dichiarazioni forti. "Io non attacco la Boldrini in quanto donna ma in quanto incapace", ha detto il leader del Carroccio, "Laura Boldrini mi fa vergognare. Con i milioni di donne in gamba noi abbiamo come presidente della Camera una nullità come Laura Boldrini. Vergognati e cambia mestiere".

Salvini ha poi accusato la presidente della Camera di essere "complice dello sbarco di centinaia di migliaia di clandestini che poi mettono le loro sporche manine addosso a delle donne"e di essere "razzista nei confronti degli italiani".

In risposta alle accuse di Salvini la presidente della Camera ha pubblicato due post sul proprio profilo Facebook in cui ha sostenuto che "le donne non sono bambole e la lotta politica si fa con gli argomenti, per chi ne ha, non con le offese" e che "è importante reagire, conta ogni singola voce contro l'imbarbarimento e il degrado del discorso pubblico, che va a danno di tutta la società. Perché, se qualche politico pensa di avere libertà di insulto, allora ogni cittadino si sentirà autorizzato ad essere più volgare."

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​6​/​0​7​/​s​a​l​v​i​n​i​-​a​t​t​a​c​c​a​-​a​n​c​o​r​a​-​b​o​l​d​r​i​n​i​-​v​e​r​g​o​g​n​a​t​i​-​e​-​c​a​m​b​i​a​-​m​e​s​t​i​e​re/

Share /​ Condividi:

La Francia voleva vendicarsi per Nizza e ha sterminato 164 civili siriani”

addaura-350x263 La Francia cercava vendetta per l'attentato a Nizza e ha bombardato un villaggio siriano, il 19 luglio scorso, uccidendo oltre 160 civili.

E' questa l'accusa di Bashar al-​​Jaafari, il rappresentante permanente della Siria alle Nazioni Unite, lanciata in una riunione degli Stati del Consiglio di sicurezza delle Nazioni. Secondo lui, infatti, le autorità francesi hanno voluto punire il gruppo terroristico ISIS ma hanno fatto calcoli sbagliati.

"L'Air Force francese ha bombardato la città e ha causato molte vittime. Due volte più morti nell'attacco di Nizza, così il presidente francese ha voluto vendicarsi per quello che è successo lì e ucciso 164 civili", ha spiegato al-​​Jaafari.

I terroristi, invece, l'hanno scampata: hanno usato gli abitanti del villaggio di Tukhar al-​​Kubra, vicino al confine con la Turchia, come "scudi umani" e hanno lasciato la città poco prima del bombardamento sapendo che il presidente François Hollande aveva “giurato vendetta per quello che è successo a Nizza."

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​6​/​0​7​/​l​a​-​f​r​a​n​c​i​a​-​v​o​l​e​v​a​-​v​e​n​d​i​c​a​r​s​i​-​p​e​r​-​n​i​z​z​a​-​e​-​h​a​-​s​t​e​r​m​i​n​a​t​o​-​u​n​-​v​i​l​l​a​g​g​i​o​-​s​i​r​i​a​no/

Share /​ Condividi: