2016-10-30 (17:19:45)

DICIAMOCI LA VERITÀ IN UN PAESE NORMALE DAGOSPIA NON POTREBBE ESISTERE. LA GENTE AVREBBE ALTRO BEN ALTRI ORGANI DI INFORMAZIONE CHE CONSULTARE IL MIO SITO.…“
2. “OGGI RENZI HA PAURA AD USCIRE DI CASA, HA PAURA DI ROMA E DEI SUOI SALOTTI E VIETA ANCHE I SUOI DI FREQUENTARLI. LE MOGLI ADDIRITTURA NON ACCOMPAGNANO I MARITI, SONO RIMASTE A TUTTE A FIRENZE O INSIEME TRA DI LORO. A PARTIRE DALLA POVERA AGNESE
3. “RENZI NON HA CAPITO CHE È LA SUA SFORTUNA, I GIOCHI SI FANNO ATTOVAGLIANDOSI
4. “VEDIAMO ANCHE COME È FINITA LA VICENDA CORRIERE, UNA SCONFITTA PER RENZI. BAZOLI, GRAN CAPO DI BANCA INTESA E DELLA TRADIZIONE DELLA SINISTRA DEMOCRISTIANA, SE N’E’ FREGATO DI RENZI E HA MESSO DIRETTORE FONTANA

DagoParty per i 15 anni di DagospiaNicoletta Tamberlich per ANSA

vincino 15 anni dagospiaVINCINO 15 ANNI DAGOSPIA
“Dici­amo­ci la ver­ità in un paese nor­male Dagospia non potrebbe esistere. La gente avrebbe altro ben altri organi di infor­mazione che con­sultare il mio sito.…”. Il sito online tra i più con­sul­tati d’Italia speg­ne 15 can­de­line, e il suo fonda­tore Rober­to D’Agostino in una con­ver­sazione con l’ANSA con una sana dose di autoiro­nia apre la scat­o­la dei ricor­di, ma non risparmia le sue toc­cate di fioret­to. Quan­to dura Ren­zi? “Prob­a­bil­mente il duel­lo più appas­sio­n­ante di queste region­ali, quel­lo lig­ure, è lo spar­ti­acque di tut­to”.
simona borioni dago e filippo facciSIMONA BORIONI DAGO E FILIPPO FACCI
Lo scoop cui ten­go di più? “Ne ho fat­ti tal­mente tan­ti, non voglio fare quel­lo che con­tin­ua ad auto­cel­e­brar­si sarei pateti­co. Quel­lo che pub­bli­co ogni giorno muore la sera stes­sa, e l’indomani è spaz­zatu­ra per­ché ho già una nuo­va notizia” (è di ieri la notizia pub­bli­ca­ta da Dagospia che Maria Stel­la Gelmi­ni sarebbe in procin­to di divorziare dal con­sorte). Poi le minac­ce di querele sono tante soprat­tut­to da parte di politi­ci, gior­nal­isti. Pec­ca­to che poi a dis­tan­za di giorni si riv­e­lano sem­pre ver­i­tiere”.
valentina bendicenti dago francesca fagnaniVALENTINA BENDICENTI DAGO FRANCESCA FAGNANI
I miei infor­ma­tori? “Non pos­so riv­e­lar­li ovvio, ma soprat­tut­to le feste, la gente che fre­quen­ta­vo, in questi anni ce ne sono sta­ti tan­ti. Uno che voglio ricor­dare pero’ mi ha aper­to gli occhi, Francesco Cos­si­ga: Mi disse ‘vedi Rober­to, il potere vero è da un’altra parte, quel­lo che vedi è un teatri­no, sono lì mes­si a recitare un ruo­lo da quel­li che con­tano davvero. E’ tut­ta una finzione’ “.
anna e dago con renzo arboreANNA E DAGO CON RENZO ARBORE
Il più Cafon­al oggi chi è? “Il tem­po di Berlus­coni, che poi lui non era cafon­al in sé, era l’insieme che ave­va intorno, le feste, e tut­to il resto. Oppure le ser­ate abbot­to­natis­sime e a invi­ti ristret­ti da Don­na Angi­o­lil­lo. A quelle parte­ci­pa­vo. Oggi Ren­zi ha pau­ra ad uscire di casa e vieta anche i suoi di far­lo. Le mogli non accom­pa­g­nano neanche i mar­i­ti, le fan­no stare a casa o insieme tra di loro.
nuzzi e dagoNUZZI E DAGO
Agnese è rimas­ta a Firen­ze. Ma non ha capi­to il nos­tro pre­mier che è la sua sfor­tu­na, per­ché i giochi si fan­no a tavola. Vedi­amo anche come è fini­ta la vicen­da Cor­riere del­la sera, una scon­fit­ta. Bazoli è come se avesse det­to al pres­i­dente del­la Fiat, pri­mo azion­ista di Rcs con il 16%, “Vuoi coman­dare? Allo­ra tira fuori i sol­di e com­pra altre azioni”. E in effet­ti va det­to che oggi Tori­no paga la sua grande tirchieria, vis­to che pote­va com­prare l’8% in mano a Diego Del­la Valle”.
la scarpina di dagoLA SCARPINA DI DAGO
Come è nato Dagospia? “Ave­vo una rubri­ca su L’Espresso chia­ma­ta Spia. Poi è fini­ta per una stu­p­ida­ta. Fu Bar­bara Palombel­li a dar­mi l’idea, apri un sito, nes­suno può romper­ti le scat­ole e scrivi quel­lo che vuoi. Inizial­mente solo gos­sip, poi l’intuito di mesco­lare polit­i­ca, edi­to­ria, finan­za. Ma soprat­tut­to a fare la dif­feren­za sono sta­ti i titoli che cat­tura­vano il let­tore con le foto. D’Agostino, scusi, una curiosità: i sopran­no­mi attribu­ti da lei a cer­ti per­son­ag­gi come le ven­gono, di get­to?
“Si sem­pre. Se vedi Casi­ni cosa pen­si? Pier­fur­by, è solo sin­te­si. Bertinot­ti divenne Bertinight per il suo pre­sen­zial­is­mo alle feste mon­dane con la moglie Lel­la. La San­tadechè, Man­i­comio Italia, i Sin­is­trati, la Boldri­no­va.… Per fes­teggia­re i 15 anni D’Agostino ha orga­niz­za­to un par­ty su un bar­cone sul Tevere. Tra i pre­sen­ti, Ren­zo Arbore con cui ha fat­to Indi­etro Tut­ta (“è il mio mae­stro non pote­va cer­to man­care”) e tan­ti ospi­ti, tra espo­nen­ti del mon­do del­la polit­i­ca, del gior­nal­is­mo, del­lo spet­ta­co­lo.
angela camusoANGELA CAMUSOadua del vescoADUA DEL VESCOdago liveDAGO LIVE
Share / Con­di­vi­di:

2016-10-30 (17:19:47)

RICONOSCIUTO E ARRESTATO IL BLACK BLOC CHE HA INFIERITO A BASTONATE SU UN POLIZIOTTO NEL GIORNO DELLA RIVOLTA NO-EXPOSI CHIAMA MARCO VENTURA, HA 28 ANNI E VIVE IN UNA CASA OCCUPATA VICINO A SAN VITTORESE L’AGENTE NON AVESSE AVUTO IL CASCO AVREBBE POTUTO FINIRE MALISSIMO

Sapendo che Ventura ha un pitbull, gli agenti si sono presentati con un bel po’ di salsicce per placare il cane al momento dell’arresto. L’accusa è resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. Per lo stesso episodio si cerca un venticinquenne di Rho che però al momento risulta all’estero… -

Enri­co Sil­vestri per “il Gior­nale
Ave­va capi­to di aver fat­to una sce­men­za attac­can­do il poliziot­to a viso scop­er­to e si era subito taglia­to bar­ba e capel­li. Ma in fon­do, l’arresto se le aspet­ta­va. Così ieri mat­ti­na al «Pum pum — Chi è? — Polizia» ha fat­to solo un po’ di man­f­rina, poi ha aper­to la por­ta e allun­ga­to docil­mente i pol­si alle manette. La sua uni­ca pre­oc­cu­pazione è sta­ta per Fran­co, il pit­bull di cui si pren­derà cura adesso la fidan­za­ta. A onor del vero anche degli agen­ti che si era­no pre­mu­rati di portare appeti­tose sal­s­ic­ce per cal­marne i bol­len­ti spir­i­ti. Insieme all’arresto è par­ti­ta anche una denun­cia, sem­pre un anar­chico, sicu­ra­mente pre­sente al momen­to degli scon­tri, le cui respon­s­abil­ità sono anco­ra da focal­iz­zare.
MARCO VENTURA IL NO EXPO CHE HA PRESTO A BASTONATE IL VICE QUESTORE DURSOMARCO VENTURA IL NO EXPO CHE HA PRESTO A BASTONATE IL VICE QUESTORE DURSO
Dunque per ques­tu­ra e procu­ra non ci sono dub­bi. L’energumeno con la bar­bet­ta bion­da che alza un nodoso ran­del­lo per colpire il fun­zionario a ter­ra è Mar­co Ven­tu­ra, 28 anni. Lo si vede in pri­mo piano, in un fotogram­ma che han­no fat­to il giro del mon­do. È la fase finale di una conci­ta­ta azione, pro­tag­o­nista Anto­nio D’Urso, vice que­store aggiun­to, diri­gente del com­mis­sari­a­to Quar­to Oggia­ro, in servizio di ordine pub­bli­co il pomerig­gio del 1° mag­gio. Il fun­zionario ave­va adoc­chi­a­to una man­i­fes­tante par­ti­co­lar­mente focosa, Ani­ta Garo­la, e ave­va cer­ca­to di acchi­ap­par­la men­tre si cam­bi­a­va in un gia­r­dinet­to.
Quel che segue è immor­ta­la­to in una serie di scat­ti. Una tuta nera plac­ca il poliziot­to in pieno stile rug­bis­ti­co, i due rotolano a ter­ra e da un cespuglio esce un «bar­bet­ta», scia­r­pone al col­lo, cap­pelli­no cala­to sug­li occhi. Sem­bra il più deter­mi­na­to di tut­ti e inizia a colpire il poliziot­to con un nodoso ran­del­lo. Una «aggres­sioni col­let­ti­va, con­no­ta­ta da estrema vio­len­za, che ha oltrepas­sato di gran lun­ga il fine di impedire l’arresto del­la Garo­la» com­men­ta il pub­bli­co min­is­tero nel fir­mare l’ordine d’arresto. In effet­ti Ven­tu­ra si accan­isce miran­do alla tes­ta del poliziot­to. E se D’Urso non avesse avu­to il cas­co, l’accusa per lui non sarebbe lim­i­ta­ta a «resisten­za e lesioni aggra­vate» ma avrebbe potu­to essere ten­ta­to omi­cidio. O peg­gio.
MARCO VENTURA IL NO EXPO CHE HA PRESTO A BASTONATE IL VICE QUESTORE DURSOMARCO VENTURA IL NO EXPO CHE HA PRESTO A BASTONATE IL VICE QUESTORE DURSO
Ven­tu­ra capisce di aver­la fat­ta grossa, ha agi­to a volto scop­er­to ed è assai noto nell’ambiente del­la sin­is­tra rad­i­cale: alle spalle ha una lun­ga sfilza di reati «di piaz­za». Vive in una casa pub­bli­ca occu­pa­ta in via Bob­bio in por­ta Gen­o­va, non lon­tano da San Vit­tore. Quan­do si dice la com­bi­nazione. Dove l’altra mat­ti­na gli agen­ti del­la Digos sono andati a pren­der­lo, manette in una mano, sal­s­ic­ce per «Fran­co» nell’altra. Nes­suno dei due ha fat­to sto­rie. «E il mio cane?», ha chiesto con una cer­ta appren­sione. Se ne occu­perà la fidan­za­ta.
expo milano messa a ferro e fuoco5EXPO MILANO MESSA A FERRO E FUOCO5agente colpito a bastonate dai black bloc2AGENTE COLPITO A BASTONATE DAI BLACK BLOC2agente colpito a bastonate dai black bloc 7AGENTE COLPITO A BASTONATE DAI BLACK BLOC 7agente colpito a bastonate dai black bloc 6AGENTE COLPITO A BASTONATE DAI BLACK BLOC 6agente colpito a bastonate dai black blocAGENTE COLPITO A BASTONATE DAI BLACK BLOC
Ma la «cac­cia» agli aggres­sori di D’Urso con­tin­ua. Guardan­do con atten­zione le foto dell’aggressione, sul­lo sfon­do è appar­so anche un altro anar­chico, un 25enne di Rho. Fa parte di «Pro­pri­età Pira­ta Riot» un grup­po di «randa­gi» che pas­sa da un’occupazione all’altra, collezio­nan­do denunce. «Non c’è, si tro­va all’estero» han­no rispos­to i gen­i­tori quan­do ieri gli agen­ti han­no suona­to alla por­ta per con­seg­nare la denun­cia e perquisire casa. Forse, come Ven­tu­ra, ha temu­to di essere riconosci­u­to e «s’è dato». Per il momen­to con­tro di lui le prove sono più labili. Sicu­ra la sua parte­ci­pazione all’agguato, meno al feroce pestag­gio.
Share / Con­di­vi­di:

In Cisgiordania è in atto un apartheid: bus separati per israeliani e palestinesi. Israele blocca il programma

In Cis­gior­da­nia è in atto un apartheid: bus sep­a­rati per israeliani e palesti­ne­si. Israele bloc­ca il pro­gram­ma

Il divi­eto dove­va entrare in vig­ore oggi e per tre mesi a liv­el­lo sper­i­men­tale.
In Cisgiordania è in atto l'apartheid: bus separati per israeliani e palestinesi-Redazione-  Da oggi, mer­coledì 20 mag­gio, avrebbe dovu­to entrare in vig­ore una sor­ta diapartheid sug­li auto­bus in Cis­gior­da­nia, ma l’ondata di critiche da parte del­la sin­is­tra e degli attivisti per i dirit­ti civili, ha costret­to il gov­er­no a fare mar­cia indi­etro.
I palesti­ne­si del­la Cis­gior­da­nia che, ogni giorno, si recano in Israele per lavo­rare, da oggi non avreb­bero avu­to più il dirit­to di viag­gia­re sug­li stes­si auto­bus degli israeliani per tornare a casa.
I lavo­ra­tori palesti­ne­si che si recano in Israele sareb­bero dovu­ti tornare in Cis­gior­da­nia attra­ver­san­do gli stes­si posti di bloc­co da cui era­no pas­sati all’andata.
Sec­on­do quan­to ripor­ta il quo­tid­i­ano Har­retz, queste nuove mis­ure avreb­bero potu­to allun­gare anche di due ore i tem­pi di sposta­men­to per i lavo­ra­tori palesti­ne­si.
Sec­on­do un fun­zionario che ha chiesto di rimanere anon­i­mo, ques­ta misura sarebbe sta­ta vara­ta: “Nell’ambito di un prog­et­to pilota di tre mesi, i palesti­ne­si che lavo­ra­no in Israele dovran­no, a par­tire da mer­coledì, tornare a casa attra­ver­so lo stes­so val­i­co sen­za pren­dere gli auto­bus uti­liz­za­ti dai res­i­den­ti di Giudea e Samaria”.
Sono centi­na­ia i palesti­ne­si del­la Cis­gior­da­nia occu­pa­ta che, ogni giorno, si recano in Israele usan­do per­me­s­si spe­ciali per lavo­rare, la gran parte nel set­tore delle costruzioni.
Il min­istro del­la Dife­sa, Moshe Yaalon, ha spie­ga­to alla Radio, pri­ma che si facesse un pas­so indi­etro, che l’iniziativa avrebbe per­me­s­so un miglior con­trol­lo dei palesti­ne­si e avrebbe ridot­to i rischi per gli israeliani; sono, infat­ti, anni che i coloni israeliani in Cis­gior­da­nia chiedono di proibire ai palesti­ne­si l’uso dei mezzi pub­bli­ci adducen­do moti­vazioni di sicurez­za.
http://www.articolotre.com/2015/05/in-cisgiordania-e-in-atto-lapartheid-bus-separati-per-israeliani-e-palestinesi/
Share / Con­di­vi­di:

2016-11-01 (19:19:34)

IL FATTORE AGNESELA MOGLIE DI RENZI SOTTO TIRO SULLA RIFORMA DELLA SCUOLA, IL M5S: “GRAZIE ALLA NORMA SULLA CHIAMATA DIRETTA DEI PROFESSORI DA PARTE DEI PRESIDI, FARÀ CARRIERA AGNESE, LA MOGLIE DEL PREMIER” — E RENZI SI INCAZZA

I pentastellati evocano le “leggi ad personam” e provocano la reazione muscolare di Renzi a Porta a Porta: “Chi ha qualcosa da dire se la prenda con me. Dobbiamo avere rispetto per per mia moglie che ha gli occhi addosso da un mese perché la aspettano quando entra ed esce da scuola e per i suoi studenti” (che hanno boicottato in modo plateale i test Invalsi) -

AGNESE LANDINI MOGLIE DI MATTEO RENZIAGNESE LANDINI MOGLIE DI MATTEO RENZI
Giuseppe Sal­vaggiu­lo per “la Stam­pa”
Nel Paese del famil­is­mo più o meno amorale, era inevitabile che anche il fat­tore A., nel sen­so di Agnese Lan­di­ni in Ren­zi, diven­tasse un tema politi­co. Mart­edì Lui­gi Gal­lo, infor­mati­co e inseg­nante alle supe­ri­ori, toscano anch’egli ma del M5S, ha mes­so agli atti del­la Cam­era: «Gra­zie alla nor­ma sul­la chia­ma­ta diret­ta dei pro­fes­sori da parte dei pre­si­di, farà car­ri­era Agnese, la moglie del pres­i­dente del Con­siglio».
AGNESE LANDINI FIDUCIA AL GOVERNO RENZI IN SENATO FOTO LAPRESSEAGNESE LANDINI FIDUCIA AL GOVERNO RENZI IN SENATO FOTO LAPRESSE
Insin­uan­do che alla first lady, prof pre­caria di let­tere, non mancher­an­no osse­quiose offerte di sup­plen­ze. E ieri la col­le­ga Car­la Ruoc­co insis­te­va: «Il fat­to che la moglie di Ren­zi sia pre­caria ci fa pen­sare. Si vota una rifor­ma che prevede la chia­ma­ta diret­ta dei pre­si­di, quin­di fate vobis…».
 
matteo renzi e agnese landini all'inaugurazione di pittiMATTEO RENZI E AGNESE LANDINI ALLINAUGURAZIONE DI PITTI
Frasi — com­pre­sa l’evocazione funes­ta del­la cat­e­go­ria delle leg­gi ad per­son­am — che sareb­bero rim­balzate sui blog pen­tastel­lati e poco più, se il pre­mier con­sorte non avesse por­ta­to il tema nell’ancor più solenne terza Cam­era, Por­ta a Por­ta, con una dife­sa mus­co­lare e struggente, da finale di pun­ta­ta di soap opera: «Chi ha qual­cosa da dire se la pren­da con me. Dob­bi­amo avere rispet­to per la classe di mia moglie, per gli stu­den­ti di quel­la classe e per mia moglie che ha gli occhi addos­so da un mese per­ché la aspet­tano quan­do entra ed esce da scuo­la».
 
E dunque nes­suno toc­chi Agnese, ris­er­va­ta pro­fes­sores­sa di ital­iano nel­la 2° B dell’istituto supe­ri­ore Bal­duc­ci di Pon­tassieve, fino­ra sfug­gi­ta alla rib­al­ta per­vi­cace­mente occu­pa­ta dalle mogli degli idoli ren­ziani, da Blair a Oba­ma. Scarse le com­parsate uffi­ciali: in vesti­to bian­co e col faz­zo­let­tone al col­lo al raduno degli scout (dove negli Anni 90 conobbe Mat­teo), più recen­te­mente all’inaugurazione dell’Expo.
AGNESE LANDINI IN SPIAGGIAAGNESE LANDINI IN SPIAGGIA
Sem­pre al Mag­gio Fiorenti­no, mai a Roma. Fino­ra un solo inci­dente pub­bli­co di per­cor­so, veniale: una cor­sia pref­eren­ziale pre­sa per sbaglio, spiegherà, guidan­do la macchi­na pri­va­ta del mar­i­to con il pass del Comune di Firen­ze. Pare andasse, di fret­ta, a scuo­la. E pro­prio la rifor­ma del­la scuo­la l’ha trasci­na­ta nel cuore del­la pugna par­la­mentare.
AGNESE LANDINI E MATTEO RENZI IN CHIESAAGNESE LANDINI E MATTEO RENZI IN CHIESA
«Cru­mi­ra» il 5 mag­gio, tra i pochi docen­ti a non sci­op­er­are; in soli­taria dife­sa del­la rifor­ma cara al mar­i­to in un’assemblea nel­la sua scuo­la. Vivisezionati ogni paro­la, ogni com­por­ta­men­to, anche altrui. E quin­di con sod­dis­fazione, da parte anti­ren­ziana, è sta­ta accol­ta la notizia del plateale boicot­tag­gio dei test Inval­si da parte dei suoi stu­den­ti.
 
matteo renzi e agnese landini a san franciscoMATTEO RENZI E AGNESE LANDINI A SAN FRANCISCO
Impos­si­bile che il cam­pi­one del­la polit­i­ca iper­per­son­al­iz­za­ta riesca anco­ra a ten­er­la in dis­parte. Del resto fu lui, nel 1994, alla Ruo­ta del­la for­tu­na, a dire a Mike Bon­giorno: «Pos­so com­prare una vocale? Vor­rei la A di Agnese». Poi indov­inò la frase. Il fat­tore A. gli valse 48 mil­ioni di lire di vinci­ta.
agnese landini renzi nozze carraiAGNESE LANDINI RENZI NOZZE CARRAImatteo renzi e agnese landini e nardella all'inaugurazione di pittiMATTEO RENZI E AGNESE LANDINI E NARDELLA ALLINAUGURAZIONE DI PITTIAGNESE LANDINI FA SPORTAGNESE LANDINI FA SPORT
AGNESE LANDINI FIDUCIA AL GOVERNO RENZI IN SENATO FOTO LAPRESSEAGNESE LANDINI FIDUCIA AL GOVERNO RENZI IN SENATO FOTO LAPRESSEAGNESE LANDINI IN SPIAGGIAAGNESE LANDINI IN SPIAGGIA

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/fattore-agnese-moglie-renzi-sotto-tiro-riforma-100951.htm
Share / Con­di­vi­di: