#FreeAken #FreeOtherwise

#FreeAken #FreeOtherwise

Quando un Anonymous è arrestato e la sua identità svelata è come una morte. Ma più forte della morte è l'amore.
I nostri compagni amati sono con noi, nei nostri cuori. Nessun arresto potrà strapparli via.
Aken e Otherwise erano e sono veri anon, che hanno combattuto per l'ideale pur sapendo quali conseguenze avrebbero pagato.
Tutta la Legione sente la vostra mancanza, ma non lasceremo che il vostro arresto sia vano, ci sarà una Vendetta anche per voi, Fratelli.
Infine vi vogliamo ringraziare per tutto quello che avete fatto con noi e per il tempo trascorso insieme.
Non vi dimenticheremo mai.

https://​vimeo​.com/​1​2​8​4​2​8​991

We are Anonymous
We are a Legion
We do not forgive
We do not forget
Expect us

http://​anon​-news​.blogspot​.it/
Share /​ Condividi:

Lettera aperta ai repressori

Lettera aperta ai repressori

 
Sui giornali sono usciti trionfanti articoli riguardo l'operazione "Unmask" con la quale la Procura di Roma ha colpito e arrestato 2 nostri fratelli. Ci si congratula con gli "esperti" del cnaipic per aver portato la digos fin dentro le loro case. 
Per riuscirci avete passato 2 anni (730 giorni) a carpire la nostra fiducia: mentendo, tradendo, nascondendovi e imbrogliando. Scorretti e falsi. Queste sono state le uniche idee che avete avuto per riuscire ad avvicinarvi a noi. 
Eh adesso, la vostra "giustiza" vorrà comminare anni di galera per punire (anche in maniera esemplare se necessario) chi ha deciso di ribellarsi, di lottare, di non abbassare la testa e nemmeno di girarla dall'altra parte, di fronte a tutto quello che continua ad ammorbare questa società: la devastazione dell'ambiente, l'impoverimento del benessere generale, le falsità diffuse e il furto continuo e perpetrato della dignità e della libertà di ognuno di noi. 
Ci vorreste schiavi! Ci avete ribelli! 
Anonymous non ha bisogno di essere presentato o spiegato. Aver arrestato e denunciato, come ben dovreste sapere, è assolutamente inutile perchè non potete arrestare un'idea. Non avete fermato o piegato niente e nessuno. Tutto questo è imbarazzante...siete imbarazzanti. 
Essere perseguiti da voi, ci dimostra e conferma che siamo sulla strada giusta. 
Solidarietà con i fratelli colpiti dalla repressione. 
Liberi tuttie!
H[A]TE & Anonymous Italy
We are Anonymous. 
We are legion. 
We do not forgive. 
We do not forget. 
Expect us!

http://​anon​-news​.blogspot​.it/
Share /​ Condividi:

La Regione Piemonte cita Fuksas per 14 milioni

fuksas-Redazione– Cause e controcause.
 Non finisce di riservare sorprese la partita del nuovo grattacielo della Regione: quasi una telenovela, per la verità.
Durante la conferenza stampa sui conti dell’ente, Sergio Chiamparino e il vicepresidente Aldo Reschigna hanno dato notizia di una citazione della Regione nei confronti dello Studio Fuksas: la richiesta, pari a 14 milioni di euro, sarebbe stata giustificata dalla cifra incongrua della parcella riconosciuta all’architetto e da non meglio precisati «errori progettuali».
 Lo stesso Fuksas che aveva aperto le ostilità per primo, citando la Regione per 3 milioni. 
http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​5​/​0​5​/​l​a​-​r​e​g​i​o​n​e​-​p​i​e​m​o​n​t​e​-​c​i​t​a​-​f​u​k​s​a​s​-​p​e​r​-​1​4​-​m​i​l​i​o​ni/
Share /​ Condividi:

Impresentabili. Claudio Fava: “Vogliono denunciare Rosy Bindi? Denuncino anche me”

claudio fava-Redazione– «Vogliono denunciare Rosi Bindi perdiffamazione? Allora possono denunciare anche me».
Claudio Fava, deputato del gruppo misto evicepresidente della commissione Antimafiadifende l’operazione“impresentabili”.
«La responsabilità politica è collettiva – spiega – di tutto l’ufficio di presidenza». Nessuna forzatura: i nomi dei 17 candidati, compreso Vincenzo De Luca, sono ilfrutto di un accurato lavoro di ricerca. Le polemiche di queste ore e il presunto regolamento di conti all’interno del Partito democratico? «Evidentemente Renzi ha problemi a gestire le avventate dichiarazioni dei giorni scorsi, e così preferisce mandare avanti i suoi pretoriani».
Qualcuno adesso accusa la presidente Bindi di aver fatto tutto da sola.
”La decisione di approvare il codice di autoregolamentazione è stata assunta lo scorso settembre da tutti i partiti, con un voto all’unanimità. Circa un mese fa ho personalmente chiesto e ottenuto di effettuare uno screening sui candidati alle elezioni. L’ufficio di presidenza della commissione Antimafia si è assunto la responsabilità di procedere”.
http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​5​/​0​5​/​i​m​p​r​e​s​e​n​t​a​b​i​l​i​-​c​l​a​u​d​i​o​-​f​a​v​a​-​v​o​g​l​i​o​n​o​-​d​e​n​u​n​c​i​a​r​e​-​r​o​s​y​-​b​i​n​d​i​-​d​e​n​u​n​c​i​n​o​-​a​n​c​h​e​-​me/
Share /​ Condividi:

Impresentabili. Claudio Fava: “Vogliono denunciare Rosy Bindi? Denuncino anche me”

claudio fava-Redazione– «Vogliono denunciare Rosi Bindi perdiffamazione? Allora possono denunciare anche me».
Claudio Fava, deputato del gruppo misto evicepresidente della commissione Antimafiadifende l’operazione“impresentabili”.
«La responsabilità politica è collettiva – spiega – di tutto l’ufficio di presidenza». Nessuna forzatura: i nomi dei 17 candidati, compreso Vincenzo De Luca, sono ilfrutto di un accurato lavoro di ricerca. Le polemiche di queste ore e il presunto regolamento di conti all’interno del Partito democratico? «Evidentemente Renzi ha problemi a gestire le avventate dichiarazioni dei giorni scorsi, e così preferisce mandare avanti i suoi pretoriani».
Qualcuno adesso accusa la presidente Bindi di aver fatto tutto da sola.
”La decisione di approvare il codice di autoregolamentazione è stata assunta lo scorso settembre da tutti i partiti, con un voto all’unanimità. Circa un mese fa ho personalmente chiesto e ottenuto di effettuare uno screening sui candidati alle elezioni. L’ufficio di presidenza della commissione Antimafia si è assunto la responsabilità di procedere”.
http://​www​.articolotre​.com/
Share /​ Condividi:

Usa. Riaccarezza il volto trapiantato del fratello morto

volto-Redazione– Ha rivisto e tenuto tra le mani il volto di suo fratello Joshua, morto in un incidente stradale nel 2012.
Una faccia che ora appartiene ad un'altra persona.
Per Rebecca Aversano è stato come accarezzare nuovamente suo fratello, dopo il trapianto di volto, durato 36 ore, a cui è stato sottoposto Richard Norris. L'uomo ora ha le sembianze di Joshua, che gli aveva donato il suo volto. Il video dell’incontro è stato trasmesso dalla 60 Minutes sulla tv australiana Nine Networks.
Il viso di Richard Norris, a causa di un incidente con un fucile da caccia avvenuto nel 1997, rimase sfigurato: l'uomo aveva perso il naso, le labbra e la maggior parte dei movimenti della bocca. Ripetuti interventi chirurgici riuscirono a salvargli la vita, ma il suo viso rimase sfigurato.
Fin quando la famiglia Aversano, che aveva perso il figlio 21enne Joshua in un incidente stradale, decise di donarne il volto.

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​5​/​0​5​/​u​s​a​-​r​i​a​c​c​a​r​e​z​z​a​-​i​l​-​v​o​l​t​o​-​t​r​a​p​i​a​n​t​a​t​o​-​d​e​l​-​f​r​a​t​e​l​l​o​-​m​o​r​to/
Share /​ Condividi:

Landini: “Uno scandalo che si attacchi Rosy Bindi”

Landini: Redazione – "Voglio esprimere la mia solidarietà alla presidente della Commissione antimafiaperchè, a proposito di buona o cattiva politica, io trovo uno scandalo che si attacchi Rosy Bindi e che non si affronti il tema della moralità e della correttezza in politica" è quanto dichiara il segretario della Fiom, Maurizio Landini, sulla polemica nel Pd contro Rosy Bindi dopo la pubblicazione della lista dei candidati 'impresentabilì alle elezioni regionali. 



http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​5​/​0​5​/​l​a​n​d​i​n​i​-​u​n​o​-​s​c​a​n​d​a​l​o​-​c​h​e​-​s​i​-​a​t​t​a​c​c​h​i​-​r​o​s​y​-​b​i​n​di/

Share /​ Condividi:

De Luca “contro di me aggressione eccessiva anche per Totò Riina”

De Luca Vincezo De Luca: Bindi "ha utilizzato fra i suoi sponsor politici uno dei peggiori esponenti della clientela politica in Campania"
Redazione – "Mi pare evidente che questa campagna di aggressione, che sarebbe stata eccessiva anche per Totò Riina, ha un solo obiettivo: cercare di mettere in difficoltà il governo nazionale e Renzi. L’aggressione vera è al segretario del partito" sono le parole di Vincenzo De Luca contro il suo inserimento nella lista degli 'impresentabili' della Commissione parlamentare antimafia.
Ma De Luca non risparmia anche un attacco diretto, oltre alla querela, contro il presidente della Commissione, Rosy Bindi, definita: “pia donna di potere, ha utilizzato fra i suoi sponsor politici uno dei peggiori esponenti della clientela politica in Campania, massimo produttore del debito sanitario, di cui illustrerò opere e virtù”. E poi arriva la sfida: “Io sfido la signora Bindi ad un dibattito pubblico, entro la mattinata di domani, per poterla sbugiardare, e dimostrare che l’unica impresentabile è lei". Il candidato è anche pronto a fare i nomi degli "sponsor politici" usati dalla presidente della commissione Antimafia per spuntarla in Campania.
http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​5​/​0​5​/​d​e​-​l​u​c​a​-​c​o​n​t​r​o​-​d​i​-​m​e​-​a​g​g​r​e​s​s​i​o​n​e​-​e​c​c​e​s​s​i​v​a​-​a​n​c​h​e​-​p​e​r​-​t​o​t​o​-​r​i​i​na/
Share /​ Condividi:

Serracchiani: “Bindi ha strumentalizzato un organo Istituzionale”

Serracchiani: Redazione – "Io al posto della Bindi non avrei fatto quello che fatto la Bindi. Credo che quello che sia accaduto debba aprire una riflessione. È stata una strumentalizzazione di un organo Istituzionale e non se lo può permettere il Pd che sta governando il Paese". Lo afferma Debora Serracchiani, vice segretario Pd a Porta a Porta. A Vespa che le chiede se secondo lei sia stata una cosa scientifica, Serracchiani risponde: "Se vuole che che dica che è scientifico dico che è scientifico".

http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​5​/​0​5​/​s​e​r​r​a​c​c​h​i​a​n​i​-​b​i​n​d​i​-​h​a​-​s​t​r​u​m​e​n​t​a​l​i​z​z​a​t​o​-​u​n​-​o​r​g​a​n​o​-​i​s​t​i​t​u​z​i​o​n​a​le/

Share /​ Condividi:

Polemica Bindi: “A repentaglio i valori della Costituzione”

Polemica Bindi: Il nome di VIncenzo De Luca nella lista degli 'impresentabili' della Commissione parlamentare antimafia continua a suscitare polemiche nel Pd. Per Debora Serracchiani e Lorenzo Guerini  sono“A repentaglio i valori della Costituzione"
Redazione – "Siamo il Pd e sul tema della illegalità e del rispetto della lotta contro la corruzione il Pd non fa sconti a nessuno" sono le parole in serata del premier Matteo Renzi, in chiusura di campagna elettorale, che ha poi aggiunto "fa molto male che si utilizzi la vicenda dell'antimafia per una discussione tutta interna, per regolare dei conti interno al Partito Democratico".
Il nome di Vincenzo De Luca, candidato alla presidenza della Regione Campania, a meno di due giorni dalle elezioni, mette in crisi il Pd. Interviene il presidente dei dem, Matteo Orfini, che attacca Rosy Bindi, presidente della Commissione parlamentare antimafia: “Quello che sta accadendo in queste ore è davvero incredibile l'iniziativa della Bindi ci riporta indietro di secoli, quando i processi si facevano nelle piazze aizzando la folla”.
Intervengono anche in un comunicato congiunto i vicesegretari del Pd Regionali, Debora Serracchiani e Lorenzo Guerini “A repentaglio i valori della Costituzione. Non si possono trattare con leggerezza i diritti costituzionali delle persone, sbattendo in prima pagina i loro nomi, affermando però contemporaneamente che tale giudizio non ha alcun valore dal punto di vista degli effetti giuridici”. “Peccato che, in questo modo, atti che evidentemente riguardano una personale lotta politica si trasformino in gravi lesioni dei diritti individuali. La presidente della commissione, che per tanti anni ha richiamato tutti al valore della Costituzione”.
Intanto Pierluigi Bersani si gode quella che sembra una vendetta della minoranza Pd contro il segretario: "È stato applicato un codice che abbiamo approvato tutti in parlamento".
http://​www​.articolotre​.com/​2​0​1​5​/​0​5​/​p​o​l​e​m​i​c​a​-​b​i​n​d​i​-​a​-​r​e​p​e​n​t​a​g​l​i​o​-​i​-​v​a​l​o​r​i​-​d​e​l​l​a​-​c​o​s​t​i​t​u​z​i​o​ne/
Share /​ Condividi: