Qualche precisazione sul metodo M5S Qualche precisazione sul metodo di relazione tra eletti,

Qualche precisazione sul metodo M5S


programma_m5s_smeraldo.jpg

Qualche precisazione sul metodo di relazione tra eletti, iscritti e elettori del M5S per la formulazione di nuove leggi.
1. L'eletto portavoce ha come compito l'attuazione del Programma del M5S
2. In caso di nuove leggi di rilevanza sociale non previste dal Programma, come può essere l'abolizione del reato di clandestinità, queste devono essere prima discusse in assemblea dai proponenti e quindi proposte all'approvazione del M5S attraverso il blog
3. In caso di approvazione, i nuovi punti saranno inseriti nel Programma che sarà sottoposto agli elettori nella successiva consultazione elettorale

Share /​ Condividi:

Video pirata: Le minacce di morte al M5S in Parlamento #mollateilmalloppo "Quello che sta

Video pirata: Le minacce di morte al M5S in Parlamento #mollateilmalloppo

"Quello che sta succedendo alla Camera e' incredibile! Allucinante. Il collega Riccardo Fraccaro M5S pronuncia sul finanziamento ai partiti queste parole: "noi siamo saliti in alto per difendere la nostra Carta fondamentale con il costitution day, ci avete chiamato moralisti e multato per questo. Voi invece vi arroccate nel bunker per tenervi stretto il malloppo e noi continueremo ad opporci e a chiamarvi ladri". Dal PD (menoelle, ndr) e dal PDL si alzano cori di protesta, tutti i partiti ci gridano "FUORI, FUORI, FUORI". Chi non rispetta il referendum sul finanziamento ai partiti del 1993 continua a mettere le mani in tasca ai cittadini e chi fa questo e' un ladro! I deputati del PD si sono avvicinati minacciando, augurandoci la morte, dicendo "vi aspettiamo fuori, vi ammazziamo" (speriamo che ci sia tutto nello stenografico). A quel punto la Presidente Sereni ha detto una frase gravissima, una censura preventiva: "se lei deputato Fraccaro ridice quella parola li'"... Frase gravissima di una Presidente non piu' in grando di gestire l'aula. Giachetti e' del PD (menoelle, ndr), Baldelli e' del PDL, loro sono in grado, l'On. Sereni no. A quel punto ha sospeso la seduta e noi siamo in aula perche' gruppi di deputati del pd, come bravi di bassa categoria, ci aspettano con fare minaccioso alle porte. Ora stanno defluendo." #mollateilmalloppo Alessandro Di Battista

Share /​ Condividi:

Reato di clandestinità "Ieri è passato l'emendamento di due portavoce senatori del MoVimento 5

Reato di clandestinità

italia_poveri.jpg
"Ieri è passato l'emendamento di due portavoce senatori del MoVimento 5 Stelle sull'abolizione del reato di clandestinità. La loro posizione espressa in Commissione Giustizia è del tutto personale. Non è stata discussa in assemblea con gli altri senatori del M5Snon faceva parte del Programma votato da otto milioni e mezzo di elettori, non è mai stata sottoposta ad alcuna verifica formale all'interno. Non siamo d'accordo sia nel metodo che nel merito. Nel metodo perché un portavoce non può arrogarsi una decisione così importante su un problema molto sentito a livello sociale senza consultarsi con nessuno. Il M5S non è nato per creare dei dottor Stranamore in Parlamento senza controllo. Se durante le elezioni politiche avessimo proposto l'abolizione del reato di clandestinità, presente in Paesi molto più civili del nostro, come la Francia, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, il M5S avrebbe ottenuto percentuali da prefisso telefonico. Sostituirsi all'opinione pubblica, alla volontà popolare è la pratica comune dei partiti che vogliono "educare" i cittadini, ma non è la nostra. Il M5S e i cittadini che ne fanno parte e che lo hanno votato sono un'unica entità. Nel merito questo emendamento è un invito agli emigranti dell'Africa e del Medio Oriente a imbarcarsi per l'Italia. Il messaggio che riceveranno sarà da loro interpretato nel modo più semplice "La clandestinità non è più un reato". Lampedusa è al collasso e l'Italia non sta tanto bene. Quanti clandestini siamo in grado di accogliere se un italiano su otto non ha i soldi per mangiare?". Beppe Grillo, Gianroberto Casaleggio

Share /​ Condividi:

Contrordine pdmenoelle: l'amnistia s'ha da fare! "Venerdì 23 agosto 2013. Dichiara Davide Zoggia,

Contrordine pdmenoelle: l'amnistia s'ha da fare!

"Venerdì 23 agosto 2013. Dichiara Davide Zoggia, responsabile organizzazione della segreteria del Pd (menoelle, ndr): "È ora di finirla con i continui ripescaggi dell'idea di amnistia per salvare Berlusconi. Sta diventando una storia indecente, oltre che imbarazzante per coloro che avanzano queste proposte". Dichiarano Danilo Leva, responsabile Giustizia, e Sandro Favi, responsabile Carceri del Pd (menoelle, ndr): "Siamo nettamente contrari a un provvedimento di amnistia. La tempistica del provvedimento fa tra l'altro sorgere il dubbio che l'emergenza che il Pdl vuole affrontare non riguarda tanto le sorti della popolazione carceraria italiana quanto quelle di una sola persona, Silvio Berlusconi. È l'unica cosa che interessa al Pdl. Ma non è nell'interesse dell'Italia"." fonte


Share /​ Condividi:

I partiti si tengono le province (e le poltrone) "Oggi si è votato per l'abolizione delle Province

I partiti si tengono le province (e le poltrone)

"Oggi si è votato per l'abolizione delle Province (all'interno del Decreto Femminicidio, figuratevi voi). Nel famoso tabellone vedete i puntini verdi, quelli sono i voti del M5S. Il partito unico ha detto ancora una volta NO all'abolizione delle Province, malgrado le promesse in campagna elettorale! L'ennesimo trucco dei partiti per tenersi strette le poltrone, allora delle due l'una: o non sono in grado di fare le leggi, oppure sono vergognosamente ipocriti." M5S Camera


Share /​ Condividi:

Ccà nisciuno è fesso Ieri il presidente dei partiti (in quanto eletto dai loro nominati) Giorgio

Ccà nisciuno è fesso

lacrime_napulitane.jpg
Ieri il presidente dei partiti (in quanto eletto dai loro nominati) Giorgio Napolitanoha detto che il M5S ha un chiodo fisso e se ne frega dei problemi della gente e del Paese in merito alla sua proposta di indulto e amnistia per liberare le carceri. Il sospetto che questo appello avvenga per salvare Berlusconi e una miriade di colletti bianchi è lecito. Le lacrime napulitane versate per coloro che sono detenuti sono sospette da parte di chi è parte fondante di questa classe politica dal 1953 ed è ora nel suo ottavo anno di presidenza. Le carceri sono piene perché molte sono inutilizzate, perché leggi inutili e dannose come la Fini-​​Giovanardi sono in vigore, perché i cittadini extracomunitari e comunitari detenuti non vengono mandati nel loro Paese a scontare la pena. Cosa ha fatto su questi punti, signor Presidente? Con quale urgenza si è mosso in questi anni? Si è svegliato ora con una soluzione che non risolve nulla perché la maggior parte di chi verrà scarcerato in pochi mesi tornerà in galera, ruberà ancora, minaccerà ancora, si macchierà degli stessi reati. E il richiamo per i delinquenti degli altri Paesi diventerà una sirena irresistibile: "In Italia si può fare ciò che si vuole: passaparola!". Il M5S ha presentato a luglio una proposta per la riforma delle carceri. Nessuna risposta. C'erano le vacanze in Alto Adige, signor Presidente? Il blog ha denunciato con filmati, inchieste, interviste le morti in carcere in questi anni. Lei dov'era, signor Presidente? Il blog ha prodotto un libro sugli orrori delle carceri italiane, "La pena di morte italiana", violenze e crimini senza colpevoli nel buio delle carceri, lei lo ha letto, signor Presidente? Sa per caso chi è Niki Gatti, ilragazzo morto in carcere, signor Presidente? Il M5S ha chiesto più voltel'introduzione del reato di tortura non previsto nel codice penale, unico caso tra le nazioni occidentali, ne era a conoscenza, signor Presidente? Lei sa meglio di chiunque che l'amnistia e l'indulto non risolvono il problema delle carceri e aggraveranno i conflitti sociali come è successo con l'indulto del 2006 del mancato carcerato Mastella. Perché lo fa allora, signor Presidente? Lei dovrebbe essere super partes e non lo è quando attacca il M5S, che rappresenta otto milioni e mezzo di italiani, che ha restituito i finanziamenti elettorali, che si è tagliato gli stipendi, che sta ogni giorno nel Paese e tra la gente al contrario del Palazzo che lei rappresenta, signor Presidente. Si è vero, abbiamo un chiodo fisso, quello dell'onestà, e non lo baratteremo con nessuno. Su questo lei ha ragione, signor Presidente. Noi non molleremo, si metta l'animo in pace. Ccà nisciuno è fesso.
Ps: Esprimete il vostro pensiero in maniera corretta. Evitate il vilipendio al capo dello Stato
Share /​ Condividi:

Il nobel per la chimica ad Attilio Befera "Befera andrebbe candidato al Nobel per la chimica, per

Il nobel per la chimica ad Attilio Befera

"Befera andrebbe candidato al Nobel per la chimica, per aver dato consistenza ufficiale a una “sensazione del popolo bue”: l’esistenza dell’acqua calda. In una dichiarazione che costituirà un argomento spendibile sotto il piano giuridico, ha dichiarato finalmente che se ci fossero meno tasse "indubbiamente, ci sarebbe meno evasione da carenza di liquidità". Befera, confermando quanto già detto dal viceministro dell’Economia Stefano Fassina lo scorso luglio, ha poi ammesso che "l’evasione da sopravvivenza può esistere, ma non so bene, non essendo io un evasore". "Siamo un bel paese di evasori ha aggiunto. Nessuna marcia indietro sul redditometro, nonostante lo stesso direttore abbia detto che non si faranno tutti i 35mila controlli previsti per il 2013 e nonostante l’alt dal Garante della Privacy. Nessun accenno agli sperperi pubblici, ai redditi degli alti dirigenti pubblici (mediamente il triplo di quelli pagati in altri grandi Stati dell’Unione Europea, molto più efficienti), al fiume di denaro afferente alla palude partitocratica, ossia a quei fenomeni che possono ingenerare nel cittadino la fondata sensazione che i propri denari siano utilizzati per foraggiare una casta inconsistente e inefficiente, dati che sono sotto gli occhi di tutti, visto lo stato in cui si trova l’Italia." Horsemoonpost

Share /​ Condividi:

L'Italia chiusa per tasse La Cgia Mestre ha calcolato la pressione fiscale di fine anno per varie

L'Italia chiusa per tasse

La Cgia Mestre ha calcolato la pressione fiscale di fine anno per varie tipologie di aziende:
- un commerciante con un negozio di 71 mq (ditta individuale, nessun dipendente) tra novembre e dicembre dovrà versare 10.887 euro
- un artigiano con laboratorio e due dipendenti 18.181 euro
- una società di persone con 2 soci, 5 dipendenti e un capannone 36.895 euro
- una Srl con 2 soci lavoranti e 10 dipendenti sarà gravata da versamenti per 56.212.
Alcune notizie degli ultimi giorni: "Nei primi otto mesi di quest'anno hanno chiusooltre 50mila aziende impegnate nei settori del commercio e del turismo". "In sei mesi a Thiene chiuse 112 imprese". "Crolla l'apprendistato nella Marca, a casa oltre 30mila persone. Tra luglio 2012 e giugno 2013 hanno chiuso in provincia di Treviso circa 1.500 aziende.". "Sciacca, chiuse 100 imprese dall’inizio dell’anno. La Cna lancia l’allarme: siamo al collasso."


Share /​ Condividi:

Il piano carceri del M5S Il piano carceri del M5S (50:00) "Il MoVimento 5 Stelle ha a cuore i

Il piano carceri del M5S


Il piano carceri del M5S
(50:00)

taverna_carceri.jpg

"Il MoVimento 5 Stelle ha a cuore i cittadini, i diritti umani ed il rispetto delle leggi. E' con le nostre proposte, già depositate e avanzate in questi mesi, che risponderemo al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ieri ha violato il suo ruolo di arbitro super-​​partes attaccando in maniera ingiustificata il M5S. In diretta dal Senato i parlamentari del M5S presentano il "Piano Carceri" e le proposte per soluzioni alternative ad indulto e amnistia per risolvere il dramma del sovraffollamento degli istituti penitenziari. Parteciperanno i portavoce M5S al Senato Paola Taverna, Mario Michele Giarrusso, Maurizio Buccarella e i portavoce M5S Camera Francesca Businarolo, Giulia Sarti e Andrea Colletti." M5S Camera e Senato

Share /​ Condividi: